Immobili
Veicoli

REGNO UNITOCosì l'agente Couzens ha rapito, violentato e ucciso Sarah Everard

29.09.21 - 16:07
Il fermo, adducendo a un'effrazione del regolamento Covid e poi le manette. Oggi il 48enne a processo a Londra
Keystone
Così l'agente Couzens ha rapito, violentato e ucciso Sarah Everard
Il fermo, adducendo a un'effrazione del regolamento Covid e poi le manette. Oggi il 48enne a processo a Londra

LONDRA - Ha fatto valere il suo documento da poliziotto e le sue manette per bloccarla e poi violentarla e ucciderla. È quanto emerge dal processo all'agente Wayne Couzens, assassino della 33enne londinese Sarah Everard.

Stando a quanto scrive il Guardian, Couzens - agente della Met che aveva finito da poco il suo turno di pattuglia - aveva fermato la 33enne, che si trovava per strada nel sud di Londra attorno alle 18, adducendo a un'effrazione del regolamento Covid.

Dopo aver mostrato il suo documento, l'ha fatta salire in auto e l'ha poi ammanettata. Dopo le violenze, perpetrate nella campagna del Kent dove viveva, ha messo il corpo in un sacco verde della spazzatura e l'ha bruciato per tentare di nascondere le sue tracce.

Durante la ricostruzione di quel tragico giorno di marzo, il 48enne e padre di famiglia non ha parlato e si è limitato a tenere il capo chino. In seguito si è dichiarato colpevole delle accuse. A incastrare l'agente, oltre alle testimonianze di alcuni passanti, il frammento di una scheda SIM della donna trovato nella sua automobile.

Sarah Everard - che nella vita faceva la responsabile marketing - era scomparsa nel nulla la sera del 3 marzo del 2021 dopo aver fatto visita a una amica a Clapham, South London. A denunciare la scomparsa era stato il suo ragazzo, dopo che lei non si era presentata a un appuntamento. Il suo corpo senza vita è stato trovato una settimana dopo.

Il delitto aveva causato molte proteste nel Regno Unito riaprendo l'annoso dibattito sul femminicidio. Dibattito rinnovato di recente dopo l'uccisione dell'insegnante di 28 anni Sabina Nessa

NOTIZIE PIÙ LETTE