Reuters
INDIA
21.04.2021 - 09:150

«Questa seconda ondata è arrivata come una tempesta»

Le ultime 24 ore sono state le peggiori in India dall'inizio dell'emergenza

Nel paese asiatico sono stati registrati quasi 300mila nuovi casi e oltre 2'000 morti in un solo giorno.

NUOVA DELHI - I numeri della pandemia in India peggiorano di giorno in giorno. Il paese asiatico è letteralmente travolto dalla seconda ondata che dalla seconda metà di marzo è letteralmente salita in rampa di lancio, arrivando a toccare quota 294'290 contagi e 2'020 decessi. Le due cifre più alte dall'inizio dell'emergenza.

Da una decina di giorni, l'India è diventata il secondo paese più colpito dal Covid dopo gli Stati Uniti. Ha superato il Brasile - che ha appena scavalcato i 14 milioni di casi - e lo ha distanziato rapidamente. Il premier Narendra Modi, rivolgendosi alla popolazione, ha affermato che il paese sta combattendo «ancora una volta una grande battaglia». «Questa seconda ondata è arrivata come una tempesta».

«Non abbiamo più posto per lei»
Le strutture ospedaliere indiane sono già a un punto di non ritorno. I posti letti ormai scarseggiano così come le scorte di ossigeno per i pazienti nelle condizioni più gravi. Emblematico è il caso di Seema Gandotra, riportato da Al Jazeera, che ha trascorso dieci ore in un'ambulanza nelle strade della capitale alla ricerca di un letto d'ospedale. Per sei volte la risposta è stata: «No, purtroppo non ci sono più posti». E quando finalmente la 51enne è riuscita a farsi ricoverare era ormai troppo tardi. La sua vita si è spenta poche ore dopo.

Ritardi anche nei test
Ma la situazione potrebbe essere anche peggiore di quella dipinta dai numeri. A essere tremendamente sotto pressione è infatti anche tutta l'infrastruttura che si occupa di gestire i test Covid. Ritardi nei test, ritardi nei risultati. E così diventa impossibile isolare per tempo i nuovi casi positivi ed evitare l'effetto di una palla di neve che rotolando dal pendio innevato si trasforma in una valanga.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 21:41:54 | 91.208.130.89