Immobili
Veicoli

REGNO UNITOA Londra e Berlino si manifesta contro il lockdown

29.08.20 - 15:18
Secondo i dimostranti il coronavirus è una bufala che consente ai governi di esercitare il controllo sulle masse
Keystone
Fonte ats ans
A Londra e Berlino si manifesta contro il lockdown
Secondo i dimostranti il coronavirus è una bufala che consente ai governi di esercitare il controllo sulle masse

LONDRA - Migliaia di persone stanno manifestando a Trafalgar Square a Londra contro il lockdown imposto dal governo nella lotta alla pandemia da coronavirus. Le foto pubblicate sui media mostrano i manifestanti protestare contro l'uso delle mascherine, i vaccini e il lockdown.

Secondo i dimostranti il Covid-19 è una bufala che consente ai governi di esercitare il controllo sulle masse. «Le mascherine sono museruole», «Le persone sane non sono contagiose», «Fermate questa bufala», sono alcuni dei cartelli esposti dai manifestanti.

Lockdown locali - Non si possono escludere restrizioni a livello nazionale se in Gran Bretagna si dovesse verificare un picco di casi di coronavirus questo inverno. Non solo. Le misure potrebbero non essere rallentate durante il Natale proprio per evitare un aumento del numero di casi. È quanto sostiene il ministro della Salute, Matt Hancock.

«Se i casi aumentano - ammonisce - dobbiamo adottare lockdown locali molto estesi o intraprendere ulteriori azioni nazionali. Non lo escludiamo, ma preferiremmo non farlo».

In un'intervista al Times, Hancock afferma che la seconda ondata del Covid-19 che molti Paesi stanno già affrontando «è una grave minaccia». Ma il Regno Unito è stato in grado finora di mantenere stabile il numero di casi grazie ai test per il tracciamento e alle misure adottate. Nella peggiore delle ipotesi, ha detto il ministro, il Regno Unito potrebbe combattere contro l'influenza e una crescita del coronavirus poiché le persone trascorrono più tempo in ambienti chiusi.

Manifestazione anche a Berlino - La polizia ha sospeso la protesta in corso a Berlino contro le misure anti-Covid per mancato rispetto delle regole sul distanziamento.

«La distanza minima non è rispettata dalla maggior parte (dei manifestanti) nonostante le ripetute richieste» della polizia, riferiscono le forze dell'ordine, «motivo per cui non c'è altra possibilità che quella di sciogliere il raduno». La manifestazione, alla quale prendono parte almeno 18mila persone, era stata autorizzata dopo una battaglia in tribunale.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO