Keystone
La situazione al confine siriano è sempre più tesa.
ISRAELE
04.08.2020 - 07:170

Dopo lo sventato attacco, arriva la rappresaglia di Tel Aviv

L'aviazione israeliana ha colpito alcuni obiettivi militari situati nel sud della Siria.

La risposta armata è giunta dopo il tentativo di piazzamento di alcuni ordigni sulle Alture del Golan da parte dell'esercito di Damasco.

TEL AVIV - In risposta al tentato piazzamento di ordigni esplosivi della scorsa notte sulle Alture del Golan da parte di un commando giunto dalla Siria, l'aviazione israeliana ha colpito obiettivi militari nel sud della Siria dell'esercito di Damasco.

Lo ha detto il portavoce militare secondo cui sono stati centrati «posti di osservazione e sistemi di raccolta d'informazioni, postazioni di artiglieria contraerea e sistemi di controllo in basi dell'aeronautica siriana».

L'esercito - ha aggiunto il portavoce militare - ritiene «responsabile il governo siriano per tutte le attività sul suolo siriano e continuerà a operare con determinazione contro ogni violazione della sovranità israeliana».

Non si hanno altri particolari né si è appreso se ci siano state vittime nella risposta israeliana, scrive l'agenzia di stampa italiana Ansa.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-26 21:16:13 | 91.208.130.87