Immobili
Veicoli
Keystone
Il fratello di Emanuela Orlandi, Pietro (a sinistra), con l'avvocata Laura Sgro
+9
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ITALIA
5 ore
Quirinale: ancora una fumata nera nella quinta giornata di votazione
Sergio Mattarella ha ricevuto 336 voti. Domani molto probabilmente sarà la giornata decisiva
FRANCIA
8 ore
Macron e Putin d'accordo sulla necessità di una de-escalation
Non si è parlato di un'offensiva da parte della Russia, ha fatto sapere l'Eliseo
ITALIA
11 ore
Quirinale: quinta fumata nera
Maria Elisabetta Casellati ha ricevuto solamente 382 voti. Doppio votazione oggi: si riparte alle 17.00
ITALIA
12 ore
Giuliano Ferrara ricoverato d'urgenza per un infarto
Il celebre giornalista si trova all'ospedale di Grosseto, in condizioni gravi ma stabili
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
La sorella di Omicron sarebbe anche in Lombardia
Sul portale internazionale di dati genomici sono stati segnalati dieci casi di BA.2 nella vicina Penisola
FRANCIA
14 ore
Fermata la mamma del bambino trovato morto in una valigia
La donna era in fuga dalla sera di mercoledì, giorno in cui il piccolo di 10 anni è scomparso da casa
REGNO UNITO
15 ore
Il rapporto sul Partygate rischia di essere monco
La polizia ha chiesto all'alta funzionaria Gray di «fare riferimenti minimi» perché le indagini non siano compromesse
ITALIA
17 ore
Il giallo di Camilla Canepa, i dottori sapevano che era vaccinata
La 18enne e la sua famiglia avevano avvisato i medici, nonostante questo non sono state seguite le linee guida dell'Isth
FLORIDA
18 ore
Le ricerche dei 40 dispersi verranno interrotte. C'è un sopravvissuto
Dopo l'incidente avvenuto sabato a 70 chilometri dalle coste della Florida, sono stati ritrovati cinque corpi in mare
CITTÀ DEL VATICANO
11.07.2019 - 11:060
Aggiornamento : 14:34

Caso Orlandi, aperte le due tombe: «Sono vuote»

Le operazioni si sono svolte al Cimitero Teutonico di Roma. Il Vaticano: «Nessun reperto umano»

CITTÀ DEL VATICANO - «Non ci sono sepolture e non ci sono ossa: le due tombe sono completamente vuote, è incredibile». Lo ha detto l'avvocata Laura Sgrò, legale della famiglia di Emanuela Orlandi, (la figlia di un dipendente del Vaticano sparita nel nulla il 22 giugno 1983) al termine delle operazioni di apertura delle due tombe nel cimitero Teutonico di Roma.

«Le operazioni si sono concluse: una tomba è in fase di chiusura per l'altra è stato disposto l'ordine che resti aperta ancora per qualche ora. L'unica certezza - sottolinea Sgrò lasciando la città del Vaticano con Pietro Orlando, fratello di Emanuela - è che non ci sia nessun cadavere sepolto in nessuna delle due tombe. Siamo tutti quanti rimasti meravigliati di questa cosa».

Il Vaticano conferma: esito delle ricerche negativo - Le operazioni si sono concluse alle ore 11.15 e l'esito negativo è stato confermato pure dal direttore della sala stampa vaticana Alessandro Gisotti.

«L'accurata ispezione sulla tomba della Principessa Sophie von Hohenlohe ha riportato alla luce - riferisce Gisotti - un ampio vano sotterraneo di circa 4 metri per 3,70, completamente vuoto. Successivamente si sono svolte le operazioni di apertura della seconda tomba-sarcofago, quella della Principessa Carlotta Federica di Mecklemburgo. Al suo interno non sono stati rinvenuti resti umani. I familiari delle due Principesse sono stati informati dell'esito delle ricerche».

A chiedere questa verifica era stata con un'istanza la famiglia di Emanuela Orlandi, dopo l'arrivo di una lettera anonima con l'indicazione della tomba dell'Angelo presente nel piccolo cimitero adiacente al confine con la Città del Vaticano, un'area soggetta ad extraterritorialità a favore della Santa Sede. «Cercate dove indica l'angelo», era riportato nel messaggio.

«Al termine delle operazioni, teniamo a ribadire che la Santa Sede ha sempre mostrato attenzione e vicinanza alla sofferenza della famiglia Orlandi e in particolare alla mamma di Emanuela. Attenzione dimostrata anche in questa occasione nell'accogliere la richiesta specifica della famiglia di fare verifiche nel Campo Santo Teutonico», osserva Gisotti.

«Credo che si dovrà andare avanti e spero in una collaborazione onesta. Finché non troverò Emanuela è mio dovere cercare la verità», afferma da parte sua Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, scomparsa 36 anni fa.

Emanuela Orlandi, che oggi avrebbe cinquant'anni, scomparve verso le 19.00 del 22 giugno 1983, dopo essere uscita da una scuola di musica. La ragazza era la figlia quindicenne di un messo della prefettura della Casa pontificia ed era cittadina del Vaticano.

La vicenda si trasformò in un giallo internazionale che coinvolse in pieno il Vaticano: il presunto rapimento finì infatti per intrecciarsi anche con l'attentato di Mehmet Ali Agca contro Papa Wojtyla. Nel corso degli anni vi sono state varie ipotesi e segnalazioni, ma a tutt'oggi il caso Orlandi resta uno dei grandi misteri d'Italia.

keystone-sda.ch/STF (Andrew Medichini)
Guarda tutte le 13 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-29 02:48:16 | 91.208.130.85