Keystone
ITALIA
14.08.2018 - 15:220
Aggiornamento : 19:35

Un fulmine avrebbe colpito il ponte «poi è stato il finimondo»

Diverse testimonianze riportano di aver visto la stessa scena prima del disastro. Il bilancio è di almeno 25 morti

11 mesi fa Crollo del ponte: segui la diretta video
11 mesi fa Un ponte di 51 anni che ha fatto sempre molto discutere
11 mesi fa Ponte crollato: ci sarebbero almeno 22 vittime. Anche un bambino

GENOVA - Si è parlato subito di un crollo strutturale per il cedimento del ponte Morandi, sull'autostrada A10 a Genova.

Chi ha assistito a questa tragedia è senza parola, ma diverse persone raccontano di aver visto qualcosa che potrebbe spiegare in modo diverso questa tragedia. «Alle 10,35 un fulmine ha colpito la base di un pilastro. Subito dopo il cemento ha iniziato a sgretolarsi e dopo è crollato tutto ed è stato il finimondo», si può leggere su La Repubblica. Non ci sono però conferme ufficiali.

Nei minuti in cui è avvenuto il crollo c'era infatti un violento nubifragio nella zona. Una bomba d'acqua si era abbattuta sulla città dalla mattinata. Da ieri sera le previsioni meteo davano una allerta arancione. Diversi lampi sono visibili anche in alcuni video che sono girati subito dopo il disastro. 

Almeno 22 morti e «probabilmente aumenteranno» - Almeno 25 morti accertati, tra i quali anche una bimba. E il bilancio è con ogni probabilità destinato ad appesantirsi. Lo ha confermato sindaco del capoluogo ligure Marco Bucci intervistato da Sky sul drammatico crollo del ponte Morandi avvenuto poco prima di mezzogiorno sull’A10.

I feriti sono invece 13, di cui 9 gravi, come confermato dal numero uno della protezione civile Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa indetta dopo le 15. Borrelli ha inoltre precisato che il crollo non ha coinvolto case ma solamente due capannoni industriali, verosimilmente vuoti. Il bilancio dei veicoli è invece di 30-35 automobili e 2 mezzi pesanti, caduti da un’altezza di circa 45 metri e poi colpiti dalle porzioni crollate del ponte, mentre non risulta che ci fossero lavori in corso.

Le operazioni di salvataggio sono al momento in corso in tutte le zone del crollo, con oltre 240 unità dei vigili del fuoco schierate sul posto. Per quanto concerne le cause toccherà attendere gli accertamenti svolti nelle prossime ore, ha concluso Borrelli ricordando che le condizioni meteo erano si pessime (allerta arancione) ma non tali da determinare una situazione come quella verificatasi.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-23 18:16:20 | 91.208.130.86