Immobili
Veicoli

RUSSIABavaglio a chi parla di guerra? Per Mosca sono «contromisure contro le azioni ostili degli Stati Uniti»

02.03.22 - 20:45
Sono stati apportati emendamenti al progetto di legge repressivo che vuole controllare le informazioni sul conflitto
keystone-sda.ch / STF (Dmitri Lovetsky)
RUSSIA
02.03.22 - 20:45
Bavaglio a chi parla di guerra? Per Mosca sono «contromisure contro le azioni ostili degli Stati Uniti»
Sono stati apportati emendamenti al progetto di legge repressivo che vuole controllare le informazioni sul conflitto

MOSCA - Scrivere della guerra in Ucraina può portare a 15 anni di reclusione. Lo prevedono gli emendamenti a un disegno di legge presentato alla Duma di Stato, la camera bassa del Parlamento russo, che vuole colpire chi diffonde informazioni giudicate false sulle operazioni militari ordinate dal Cremlino. 

È stato il capo della commissione per la sicurezza e l'anticorruzione, Vasily Piskarev, a spiegare che sono state apportate modifiche a quelle che vengono definite le «contromisure contro le azioni ostili degli Stati Uniti e di altri paesi». Il disegno di legge ha già superato la prima lettura e alcuni dettagli riguardanti la repressione sono stati inaspriti. Chi fabbrica informazioni false e le diffonde rischia fino a tre anni di carcere, che possono diventare da cinque a 10 se l'attività viene svolta utilizzando una posizione ufficiale, se è a nome di un gruppo o semplicemente tramite Internet. Nel caso in cui il colpevole abbia la consapevolezza di avere a che fare con una fake news dalle «conseguenze socialmente pericolose», la condanna arriva a 15 anni.

«Speriamo che gli emendamenti vengano introdotti nel prossimo futuro» ha dichiarato Piskarev, citato dall'agenzia Ria Novosti. La prossima riunione della Duma è in programma per il 4 marzo.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO