Immobili
Veicoli
Depositphotos (artush)
SPAGNA
26.01.2022 - 18:550

Non streghe, ma «donne vittime di misoginia»

Arriva la riabilitazione da parte del Parlamento catalano

BARCELLONA - «Non erano streghe, erano donne» vittime di misoginia: il Parlamento regionale della Catalogna ha approvato una risoluzione per riabilitare le streghe.

L'intenzione è quella di «riparare» la «memoria storica delle donne ingiustamente condannate, giustiziate e represse nel corso della storia per stregoneria», in modo tale da «nobilitarle e rivendicarle», dichiarandole «vittime di persecuzione misogina».

Un testo a favore del quale hanno votato a favore sia i partiti della maggioranza indipendentista (Esquerra Repubblicana, Junts Per Catalunya e Cup) sia le formazioni di centrosinistra Partito Socialista ed En Comú Podem. Contrario invece il centrodestra.

Con la risoluzione odierna, la regione spagnola della Catalogna - dove la "caccia alle streghe" è stata particolarmente esercitata, soprattutto tra il secolo XV e il secolo XVIII, secondo la rivista storica catalana Sàpiens - adotta così la stessa linea d'iniziative sorte in altri Paesi: tra questi ci sono la Scozia, la Svizzera, la Norvegia e la Navarra (territorio spagnolo), secondo il testo approvato.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-26 22:55:50 | 91.208.130.86