Immobili
Veicoli
Keystone
Un autobus con a bordo i 51 transfughi raggiunge l'aeroporto di Austin
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
TONGA
3 ore
Tonga distrugge, ma resta intatto
Le pareti del vulcano non sono andate distrutte, pur trattandosi della più forte eruzione negli ultimi 30 anni
MONDO
6 ore
Vaiolo delle scimmie: «Contenerlo è possibile»
L'Oms vuole bloccare la trasmissione da uomo a uomo. E capire se il virus abbia subito una mutazione
FRANCIA
7 ore
Se n'è andato uno degli ultimi sopravvissuti ad Auschwitz
Nato in Polonia nel 1929, Elie Buzyn è morto questa mattina a causa di un malore.
SLOVACCHIA
7 ore
Il fiume s'è fatto arancione: «I pesci stanno morendo»
Il chirurgo locale Tibor Varga: «Ho assistito alla lenta morte della fauna selvatica» a causa di ferro e zinco
MONDO
10 ore
Turkmenistan, l'ultimo "zero" della pandemia
Incredibile ma soprattutto improbabile. Il Paese asiatico è l'unico a non aver mai confermato un solo caso di Covid-19
FOTO
UCRAINA
12 ore
Tutti in fila per il francobollo con il Moskva che affonda
Lunghe code questa mattina davanti all'ufficio postale di Kiev.
ITALIA
12 ore
Tragedia del Mottarone, «ci hanno abbandonati»
A un anno dallo schianto di una cabina della funivia con 15 persone a bordo, la commemorazione e la prima udienza
COREA DEL NORD
13 ore
Niente mascherina per Kim
Il leader nordcoreano è stato immortalato mentre portava la bara. Migliaia le persone presenti alla cerimonia.
SPAGNA
14 ore
Vaiolo delle scimmie, un maxi evento all'origine?
Secondo le autorità spagnola l'epidemia attualmente in corso potrebbe aver avuto inizio sull'isola di Gran Canaria
TAIWAN
15 ore
«Difenderemo Taiwan, in caso di invasione cinese»
Lo ha dichiarato il Presidente statunitense Joe Biden durante la sua visita in Giappone
BELGIO
18 ore
Vaiolo delle scimmie, in Belgio scatta la prima quarantena
«Dobbiamo essere vigili» ha spiegato il ministro della Sanità «ma non siamo diretti verso migliaia di persone infette»
CANADA
18 ore
Temporali, almeno nove persone decedute
La violenza della tempesta del weekend del Victoria Day ha sorpreso campeggiatori ed escursionisti
STATI UNITI
13.07.2021 - 11:290
Aggiornamento : 11:52

Diritto di voto: i democratici lasciano il Texas su due jet privati e bloccano il Parlamento

Fanno così mancare il quorum a una proposta di legge repubblicana: «È una norma pericolosa».

Il governatore repubblicano del Texas: «Mentre attraversano il Paese su comodi aerei privati lasciano irrisolte questioni che possono aiutare i loro distretti e il nostro Stato».

LOS ANGELES - Determinati a bloccare una legge promossa dai Repubblicani che, a loro avviso, limiterebbe il diritto di voto, almeno 51 deputati democratici del Texas hanno lasciato lo Stato su due voli charter per far mancare il quorum alla Camera. La fuga, alla volta della capitale federale Washington, si è resa necessaria perché, in Texas, una nuova norma prevede che i deputati che disertino senza un valido motivo una seduta facendo mancare il numero legale per il voto possano essere «arrestati» e ricondotti in Parlamento.

«Oggi (lunedì, ndr), noi Democratici alla Camera del Texas siamo uniti nella nostra decisione di far mancare il quorum e impedire alla legislatura controllata dai Repubblicani d'imporre leggi pericolose che calpesterebbero il diritto dei texani di votare», affermano i leader della sezione locale del partito in un comunicato citato dalla Texas Tribune. Lunedì pomeriggio, a partire su due jet a noleggio dall'aeroporto di Austin, sono stati 51 dei 67 deputati democratici della Camera del Texas. La meta: Washington DC, per portare il dibattito sulla limitazione delle modalità di voto all'attenzione nazionale.

 «La decisione dei Democratici del Texas di far mancare il quorum della legislatura del Texas e abbandonare il Campidoglio dello Stato del Texas danneggia proprio i texani che li hanno eletti», ha dichiarato il governatore repubblicano dello Stato, Greg Abbott. «Mentre attraversano il Paese su comodi aerei privati lasciano irrisolte questioni che possono aiutare i loro distretti e il nostro Stato», ha aggiunto.

La partenza dei democratici giunge all'inizio di una sessione straordinaria della Camera del Texas che avrebbe dovuto durare altri 26 giorni e che era stata indetta principalmente per approvare le nuove norme sul voto promosse dai Repubblicani. L'assenza dei Democratici fa ora mancare il quorum dei due terzi previsto dal regolamento della camera bassa del parlamento locale, composta da 150 membri, e mette di fatto la parola fine alla sessione.

Già in maggio diversi deputati democratici avevano abbandonato l'aula per far mancare il numero legale per il voto. Oltre alla possibilità di arrestare e ricondurre in Parlamento i deputati transfughi, il regolamento della Camera adottato in gennaio all'inizio dell'ultima sessione regolare prevede altresì che i parlamentari possano votare sulla possibilità di chiudere a chiave le porte dell'aula per evitare che dei colleghi possano andarsene durante una seduta.

La limitazione delle modalità di voto proposta in Texas s'inscrive nel dibattito nazionale sul diritto di voto esploso dopo le ultime elezioni presidenziali e legato alle veementi critiche al voto per posta espresse da Donald Trump. Questa modalità di voto aveva favorito la partecipazione dell'elettorato democratico o anti-Trump alla consultazione, determinando la sconfitta dell'ex presidente. Come altri Stati a guida repubblicana, il Texas intende inasprire i controlli d'identità dei votanti e ridurre le possibilità di voto anticipato e a distanza.

Le nuove norme boicottate dai democratici prevedono in particolare il divieto di organizzare seggi "drive-thru", ossia dove si possa votare restando in auto; il divieto di avere seggi aperti 24 ore al giorno; e il divieto di distribuire alla cittadinanza formulari non richiesti per l'iscrizione al voto per corrispondenza. Per la verifica dell'identità di chi vota per corrispondenza, la nuova legge dispone altresì che avvenga attraverso il numero di patente di guida o della sicurezza sociale e non più, come avviene ora, tramite verifica visiva della corrispondenza della firma. Il segretario di Stato del Texas sarà inoltre incaricato d'incrociare mensilmente le liste delle persone registrate per il voto e i dati del Dipartimento della sicurezza pubblica per individuare eventuali elettori registrati privi della cittadinanza statunitense.  

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-24 02:30:01 | 91.208.130.87