Keystone
SVEZIA
15.12.2020 - 18:110

Ondata di dimissioni tra gli infermieri in Svezia

Una carenza era stata registrata ancora prima della pandemia. Ora la situazione è «terribile»

STOCCOLMA - Ondata di dimissioni di operatori sanitari a causa dello stress da Covid in Svezia: una situazione che si aggiunge a una carenza precedente all'emergenza coronavirus riporta Bloomberg, che cita le dichiarazioni di Sineva Ribeiro, presidente dell'Associazione svedese dei professionisti della salute.

La situazione è «terribile», ha detto Ribeiro in un'intervista telefonica, spiegando che anche prima della pandemia c'era una «carenza di infermieri specializzati, anche nelle unità di terapia intensiva».

A Stoccolma questa settimana le terapie intensive erano occupate al 99%, un dato che ha mandato nel panico l'intera capitale svedese che ha chiesto aiuti esterni. Ma anche se venissero aumentati i posti letto, rimane il problema del numero insufficiente di operatori sanitari con le competenze necessarie per assistere i pazienti più gravi.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-05 17:38:26 | 91.208.130.89