keystone-sda.ch (Mads Claus Rasmussen)
Sei Paesi hanno finora segnalato casi di Covid-19 negli allevamenti di visoni.
MONDO
07.11.2020 - 14:400
Aggiornamento : 15:11

Casi di Covid-19 tra i visoni in sei nazioni

Nei giorni scorsi il primo ministro danese ha annunciato l'abbattimento di tutti gli oltre 15 milioni di capi del paese.

Il Regno Unito ha vietato l'ingresso a chiunque provenga dalla Danimarca.

GINEVRA - Sei Paesi - Danimarca, Olanda, Spagna, Italia, Svezia e Stati Uniti - hanno finora segnalato casi di Covid-19 negli allevamenti di visoni. Lo ha reso noto oggi l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Nei giorni scorsi il primo ministro danese Mette Frederiksen ha annunciato l'abbattimento di tutti gli oltre 15 milioni di visoni del paese, a causa di una mutazione del Covid, trasmesso da questi animali a 12 persone a settembre, che potrebbe minacciare l'efficacia del vaccino.

La mutazione di un virus è banale e spesso innocua, secondo la comunità scientifica. Ma nel caso di questo ceppo, secondo i primi studi, provocherebbe una minore efficienza degli anticorpi umani, e minacciare lo sviluppo di un vaccino contro il Covid-19.

«Le prime osservazioni suggeriscono che la presentazione clinica, la gravità e la trasmissione delle persone infette sono simili a quelle di altri virus circolanti Sars-CoV-2», osserva l'OMS. «Tuttavia, questa variante, chiamata Cluster 5, presenta una combinazione di mutazioni che non erano state osservate prima», e «le implicazioni dei cambiamenti identificati in questa variante non sono ancora del tutto comprese».

I risultati preliminari, nota l'OMS, indicano che questa particolare variante associata al visone, identificata sia nel visone che nei 12 casi umani, mostra «una sensibilità moderatamente ridotta agli anticorpi neutralizzanti».

L'OMS chiede che vengano istituiti nuovi studi scientifici e di laboratorio per verificare questi risultati e capire quali potrebbero essere le conseguenze sullo sviluppo di trattamenti e vaccini. «Sebbene si creda che il virus sia collegato ai pipistrelli, l'origine del virus e l'ospite intermedio non sono stati ancora identificati», ricorda l'OMS.

Giro di vite britannico - Il Regno Unito effettua un ulteriore giro di vite nei confronti della Danimarca, dopo la diffusione nel Paese scandinavo del nuovo ceppo di coronavirus, passato dal visone all'uomo. Da stamane - riferisce la Bbc - è entrato in vigore il divieto d'ingresso nell'isola per chiunque provenga dalla Danimarca. A esclusione dei cittadini britannici, che però dovranno sottoporsi alla quarantena di 14 giorni.

Appena ieri il governo di Londra aveva imposto la quarantena per gli arrivi dalla Danimarca. «Questa decisione di agire rapidamente fa seguito alle segnalazioni delle autorità sanitarie in Danimarca di epidemie diffuse di coronavirus negli allevamenti di visoni. Mantenere la sicurezza pubblica del Regno Unito rimane la nostra priorità assoluta», ha spiegato il segretario ai trasporti Grant Shapps.

Merci e autotrasportatori sono attualmente esentati dalle restrizioni, ma il dipartimento per i trasporti ha detto che ci sarà un annuncio in merito in seguito.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-22 11:34:44 | 91.208.130.89