Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Le restrizioni sui viaggi devono essere «eliminate o allentate»
Anche contagiati e isolati potranno recarsi ai seggi per le elezioni anticipate in Portogallo.
TONGA
18 min
Travolto dallo tsunami, racconta un'odissea di 24 ore
L'incredibile storia narrata da un 57enne tongano ad un'emittente radio locale
ITALIA
56 min
I rapper Baby Gang ed Ezza in manette a Milano con l'accusa di rapina
L'arresto avvenuto nel Milanese. I furti compiuti in gruppo ai danni di ragazzini per le vie della movida milanese
STATI UNITI
1 ora
«Un'invasione dell'Ucraina? Putin la pagherà a caro prezzo»
L'ipotesi di Joe Biden è che la Russia stia per entrare in Ucraina, ma «sarà una decisione che pagherà a caro prezzo»
FOTO
NUOVA ZELANDA
2 ore
Quel che resta di Tonga, nelle prime foto da terra
I soccorsi sono infine riusciti ad arrivare, altri arriveranno presto, mentre sull'isola l'acqua inizia a scarseggiare
SRI LANKA
4 ore
Il dilemma dello Sri Lanka: ripagare il debito o comprare i beni essenziali?
La mancanza dei turisti stranieri causa Covid (e dei dollari) ha causato una reazione a catena, con effetti devastanti
MONDO
9 ore
La resistenza agli antibiotici uccide più di 1,2 milioni di persone ogni anno
È quanto emerso dal primo studio che ha valutato a livello globale il fenomeno
STATI UNITI
10 ore
Biden conferma Kamala Harris: «Insieme anche nel 2024»
Polemiche spente. Il presidente, nel bilancio del suo primo anno, ha speso parole positive per la vicepresidente
KAZAKISTAN
15 ore
Disordini in Kazakistan, i morti sono stati 225
Il bilancio delle violente proteste di inizio gennaio. Oltre mille persone si trovano agli arresti
ITALIA
16 ore
Un cristiano su sette è perseguitato. Nel 2021 uccisi in seimila
La Word Watch List 2022 mette al primo posto l'Afghanistan. Altre sette nazioni ritenute pericolose sono tutte in Africa
STATI UNITI
16 ore
Spaccio di droga tramite Snapchat: il social corre ai ripari
Le ultime modifiche dovrebbero rendere la vita più difficile ai pusher che vogliono contattare gli adolescenti
GERMANIA
16 ore
Zara è quasi a casa, dopo cinque mesi e un giorno atterrerà in Belgio
Domani sarà ufficialmente la donna più giovane al mondo ad aver fatto il giro del globo volando in solitaria
STATI UNITI / PAESI BASSI
18 ore
Anna Frank, i dubbi degli esperti sulla nuova tesi
Le conclusioni «offrono informazioni che meritano approfondimento, ma nessuna base per l'accusa centrale»
REGNO UNITO
19 ore
«Niente più obbligo di mascherine o Covid pass»
A partire da giovedì 27 gennaio in Inghilterra saranno revocate quasi tutte le restrizioni Covid
ITALIA
07.06.2020 - 18:360

Coronavirus: in Lombardia scoppia un "caso camici"

Bufera per una fornitura di materiale ordinato dalla Regione alla società legata alla famiglia di Attilio Fontana

MILANO - Scoppia un caso in Lombardia su un quantitativo di camici ordinati dalla Regione a una azienda di cui una piccola quota è di proprietà della moglie del Governatore Attilio Fontana. Ne scrive, con apertura in prima pagina, Il Fatto anticipando un servizio di Report, in onda domani sera. Fontana ha annunciato una querela al quotidiano. Mentre la direzione del giornale replica che l'inchiesta di Report «è molto precisa e circostanziata».

Il 16 aprile, durante l'emergenza, Aria (la centrale acquisti della Regione Lombardia) ha ordinato 513 mila euro di camici alla società Dama spa di cui è socia al 10% Roberta Dini moglie di Fontana si legge, in sintesi, su Il Fatto. Aria ha però replicato che si è trattato di una donazione e che non un euro è uscito dalla Regione, come spiegato nell'articolo dove peraltro si riporta lo storno delle fatture il 22 maggio (come detto dal ceo di Dama, il cognato di Fontana, Andrea Dini).

Fontana non ci sta - Dura la reazione di Fontana: «Ho dato mandato ai miei legali di querelare 'Il Fatto Quotidiano' in cui si racconta di una donazione di camici per protezione individuale forniti alla Regione Lombardia. Si tratta dell'ennesimo attacco politico vergognoso, basato su fatti volutamente artefatti e scientemente omissivi per raccontare una realtà che semplicemente non esiste». «Agli inviati della trasmissione televisiva Report - prosegue Fontana - avevo già spiegato per iscritto che non sapevo nulla della procedura attivata da Aria SpA e che non sono mai intervenuto in alcun modo. Non vi e stato da parte mia alcun intervento».

«Il testo del Fatto - conclude il governatore - infatti, in maniera consapevole e capziosa omette di dire chiaramente che la Regione Lombardia attraverso la stazione appaltante Aria SpA non ha eseguito nessun pagamento per quei camici e l'intera fornitura e stata erogata dall'azienda a titolo gratuito. Ho anche dato mandato a miei legali di diffidare immediatamente Report dal trasmettere un servizio che non chiarisca in maniera inequivocabile come si sono svolti i fatti e la mia totale estraneità alla vicenda».

La questione ha avuto uno strascico politico. «Nei prossimi giorni capiremo i risvolti relativi all'affidamento, senza gara pubblica, di una fornitura di camici da parte della Regione Lombardia a una società di cui risultano soci la moglie e il cognato del Presidente Fontana. Il presidente Fontana dovrà dire qualcosa su quanto accaduto. Si tratta di una vicenda imbarazzante e inopportuna. Sarà stato un malinteso, sarà che poi il mezzo milione (non miliardo) è stato stornato», afferma Simona Malpezzi, sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento.

«Fontana di faccia da parte» - «Il caso scoperto e sollevato da Report merita che sia fatta piena chiarezza, e lo chiediamo al presidente Fontana e all'assessore Caparini», dichiara il capogruppo del Pd in Regione Fabio Pizzul. «Fontana si faccia da parte. Adesso abbiamo anche donazioni a pagamento! Una 'gara non gara' avvenuta ad insaputa dei protagonisti ma per errore dei collaboratori e quindi, a quanto pare quella che doveva essere una donazione si è trasformata in acquisto per poi ritrasformarsi in donazione, magie che solo i leghisti possono fare nonostante intorno a loro ci fossero migliaia di morti», dice Massimo De Rosa, consigliere lombardo del M5s. «Quante balle dobbiamo ancora ascoltare? Quanti atti maldestri dobbiamo ancora vedere. Fontana dovrà riferire in Consiglio regionale sulla vicenda dei camici», gli fa eco Marco Fumagalli, capogruppo del M5S Lombardia.

«Totale solidarietà e sostegno al presidente Fontana. Sacrosanta la sua decisione di trascinare in tribunale gli autori dell'ennesimo attacco mediatico nei suoi confronti. Allo stesso modo ci auguriamo che la Rai non si renda a sua volta megafono dell'ormai evidente disegno politico studiato a tavolino per colpire il governatore della Lombardia e destabilizzare la guida di un'intera regione», dichiarano i parlamentari della Lega in commissione di Vigilanza Rai: Paolo Tiramani (capogruppo), Massimiliano Capitanio, Dimitri Coin, Igor Iezzi, Giorgio Maria Bergesio, Umberto Fusco e Simona Pergreffi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
tazmaniac 1 anno fa su tio
Ridicoli giornalai sinistroidi, invidiosi di chi FA anzichè blaterare. 10% di quote... ma daiii, PD e 5stelle ne fanno di molto peggio se non ricordo male (e infatti, non ricordo male...), quindi muti, testa bassa e tornate nei buchi. Il popolo italiano, purtroppo è dal dopoguerra che continua a farsi infinocchiare da questi farabutti e purtroppo continuano a cadere nello stesso errore, peccato.
sedelin 1 anno fa su tio
prova invio commento (problema con altro articolo)
sedelin 1 anno fa su tio
@sedelin sto chiedendo lumi alla redazione: nessuna risposta :-(
sedelin 1 anno fa su tio
@sedelin censura :-(((
anndo76 1 anno fa su tio
be' fino a che si votano incapaci ( 5stelle e pd ) che non hanno mai lavorato un ora e NON mollano le sedie ( tornerebbero a fare i disoccupati o a vendere bibite allo stadio ) questi sono i risultati. Cercare altrove le "colpe" di un governo che si e' e si dimostra incapace ( il governo degli annuncio, chiacchere,conferme e smentite ) e intanto la gente, commerci e lavoratori sono in ginocchio....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-20 10:09:14 | 91.208.130.85