keystone-sda.ch / STR (INDIA METEROLOGICAL DEPARTMENT /)
Una foto satellitare resa disponibile dal Dipartimento Meteorologico indiano mostra l'intensificarsi del ciclone Amphan.
INDIA / BANGLADESH
18.05.2020 - 14:340

Amphan si avvicina al Bengala e fa paura, evacuazione in corso

Si pone la problematica dei rifugi per le persone evacuate, nel pieno della pandemia di coronavirus

NUOVA DELHI - L'India e il Bangladesh stanno evacuando centinaia di migliaia di persone dalle loro coste a causa dell'avvicinamento del ciclone Amphan.

Amphan potrebbe essere il ciclone più forte a colpire la regione dal 2007. Al momento sta attraversando la Baia del Bengala, al largo delle coste dell'India, con venti fino a 230 chilometri orari.

Secondo le previsioni dei meteorologi indiani, potrebbe dirigersi verso il Bengala occidentale (India) o il Bangladesh, raggiungendole mercoledì con venti di circa 155-165 chilometri all'ora e forti piogge.

«Questo potrebbe essere il ciclone più potente a colpire la regione dai tempi del ciclone Sidr», che ha ucciso più di 3'000 persone nel novembre 2007, ha detto all'AFP Bazlur Rashid, un funzionario del Dipartimento Meteorologico del Bangladesh.

Almeno 450'000 persone sono state evacuate dalla provincia costiera di Barisal in Bangladesh. Le autorità stanno preparando 4'000 rifugi per accogliere la popolazione. I funzionari stanno inoltre pianificando di aprire più rifugi rispetto ai precedenti cicloni, nel tentativo di poter imporre l'importante distanza sociale, parte della lotta contro la pandemia di coronavirus.

In India, più di 200'000 persone saranno evacuate entro martedì dalle zone basse del Bengala occidentale, ha detto il ministro di stato Manturam Phakira.

In India, i contagi da Covid-19 hanno quasi toccato soglia 100'000, con oltre 3'000 decessi, mentre in Bangladesh 24'000, con 350 decessi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-03 22:53:11 | 91.208.130.86