Cerca e trova immobili

CANTONE«Non distribuite quell'agenda»

23.08.23 - 11:39
I Giovani UDC scrivono una lettera aperta ai Municipi ticinesi
Lettore tio.ch
«Non distribuite quell'agenda»
I Giovani UDC scrivono una lettera aperta ai Municipi ticinesi

BELLINZONA - Non sembra volersi posare il polverone creato dalla nuova agenda scolastica cantonale del DECS accusata da più parti di voler propagandare il terzo sesso a scuola. Dopo il lancio di una petizione da parte dell'UDF Ticino e l'annuncio che in alcuni comuni non verrà distribuita, i Giovani UDC alzano ulteriormente la posta chiedendo a tutti i Municipi di «fermare la diffusione dell’agenda» in tutti gli istituti scolastici del Cantone.

Secondo i giovani UDC, infatti, l'agenda presenta «chiari contenuti di propaganda» mostrando tematiche complesse e articolate senza il dovuto approfondimento. «È come se ci fosse un'unica verità e sensibilità», lamentano i Giovani UDC, ritenendo «scorretta» la mossa del DECS che ha «come unico scopo di influenzare la formazione del pensiero dei ragazzi».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

teamsabotage 11 mesi fa su tio
1: aprire agenda tenendo saldamente con la mano destra il centro dell'agenda dove le pagine sono incollate. 2: stringere tra indice e pollice della mabo sinistra le pagine incriminate esercitando una moderata forza. 3: tirare con forza le pagine verso l'esterno dell'agenda tendo ben salda e ferma la presa con la mano destra. 4: ottenuta la separazione delle pagine indesiderate dall'agenda gettarle nel cesto della raccolta carta per il corretto smaltimento. In caso di persone mancine invertire le prese dal punto 1. Problemone risolto.

Braun30 11 mesi fa su tio
Si parla di ragazzini che accedono a informazione anche deviata grazie ai propri cellulari. Come per altri temi si costruiscono una conoscenza distorta. Ben vengano queste due pagine che possono aiutare a dipanarsi nel marasma informativo al quale sono esposti. La sbandierata cultura cristiana ha già fatto abbastanza danni.

Lello 11 mesi fa su tio
per fortuna si parla dell'agenda,il problema principale per politica e genitori nel canton Ticino,poi ti ritrovi ragazzini in 5 con cellulare e sigarette

MAHE93 11 mesi fa su tio
Risposta a Lello
Perche non viene insegnato ai bambini oppure propagandato qualcosa di interessante o riguardo al sistema svizzero che io son nato qua, ho 30 anni e non so farmi le tasse da solo. Le cose che si studiavano; dante, le frazioni, come leggere una poesia ecc. non mi aiutano per vivere. Insegnate hai bambini le cose che servono nella vita!

pirlo 11 mesi fa su tio
Qualche tempo fa un certo Pamini (UDC) propose di armare gli allievi delle scuole. Fatto gravissimo. Polemiche? Praticamente zero. I blogger destrosi erano tutti in vacanza. Se si tratta di dare addosso al DECS ci si indigna e si mette in piedi un can can che non finisce più. Grandi Pellegrini, Marchesi, Quadri e compagnia cantante.

ste3990 11 mesi fa su tio
La scuola è un luogo dove le persone alle quali si riferiscono queste due piccole pagine soffrono per esclusione, bullismo e violenze (fisiche e non solo). Questo episodio di intolleranza nei confronti delle minoranze è molto triste e non farà altro che rendere la scuola un luogo ancora più pericoloso, dove l'esclusione è giustificata e incoraggiata dall'alto. Io mi vergogno di essere ticinese e di avere una scuola dell'obbligo così.

Peter Parker 11 mesi fa su tio
Risposta a ste3990
5 elementare!!! Si parla di bambini di 5 elementare!!!! Se a quell’età un bambino si fa delle domande del genere vuol dire che il problema sono gli adulti che gli stanno attorno! C’è una vita davanti per capire quale direzione prendere. Non di sicuro a 10 anni.

Lello 11 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
ha frequentato una scuola elementare e guardato i bambini di quinta negli ultimi anni? molti la vita ce l'hanno già segnata glie lo garantisco e non in positivo

Peter Parker 11 mesi fa su tio
Risposta a Lello
Si, ho visto bambini delle elementari, so di cosa parlo. Di bambini segnati a vita (trovo ridicolo parlare di vita segnata per 5 anni di elementari) non ne ho visti. In ogni caso, confondere e non responsabilizzare la famiglia e‘ ciò che porta alla deriva della società di oggi… A questo punto, così per lasciare piena libertà a tutti, direi di donare una carta di credito e stipendio ai bambini, così poi vanno a vivere da soli e decidono loro come vestirsi, truccarsi, il genere che vogliono, la religione, come e quando mangiare, etc… Che siano liberi di decidere della propria vita…questi maturi bimbi di 5. elementare……

Lore55 11 mesi fa su tio
Restiamo piccoli! I veri problemi grandi lasciamoli agli altri. Continuiamo a vedere le pagliuzze e non le travi. Fintanto che in Ticino ci accaniamo su queste cose la vera politica se la ride

Serenamentepacatamente 11 mesi fa su tio
Ritorniamo alla mitica Smemoranda che metteva d'accordo tutti

Peter Parker 11 mesi fa su tio
Secondo me hanno sbagliato quelli del DECS ad impegolarsi in un messaggio tanto controverso come questo. E‘ un tema talmente complicato e pericoloso che mai la scuola dovrebbe prendersi questa responsabilità.Io sono assolutamente contrario a questo diario, e‘ stato fatto un errore. Da non distribuire.

giuvanin 11 mesi fa su tio
Giovani... e già vecchi

Jeyschweiz 11 mesi fa su tio
Se solo si usasse la stessa energia che viene messa in questa causa, per problematiche concrete che abbiamo in Ticino...

Finestra 11 mesi fa su tio
Ma ni da via ai ciapppp...va mai bene na ott

Crigmcgee 11 mesi fa su tio
Capisco che in Ticino non succede mai niente però adesso basta.
NOTIZIE PIÙ LETTE