Immobili
Veicoli

CANTONECantonali 2023, il Centro ha presentato i suoi nomi

17.11.22 - 21:22
La cinquina per il Consiglio di Stato: Raffaele De Rosa, Maurizio Agustoni, Paolo Caroni, Giorgio Fonio e Laura Tarchini
Ti-Press (Alessandro Crinari)
Cantonali 2023, il Centro ha presentato i suoi nomi
La cinquina per il Consiglio di Stato: Raffaele De Rosa, Maurizio Agustoni, Paolo Caroni, Giorgio Fonio e Laura Tarchini

SANT'ANTONINO - Raffaele De Rosa, Maurizio Agustoni, Paolo Caroni, Giorgio Fonio e Laura Tarchini: sono questi i cinque nomi che Il Centro candida al Consiglio di Stato in vista delle elezioni cantonali dell'aprile 2023.

La cinquina è stata presentata questa sera durante il Comitato cantonale che si è svolto a Sant'Antonino.

Dadò lancia la sfida per le Cantonali - Con l’annuncio odierno il Centro lancia ufficialmente la sfida per le Cantonali del 2 aprile 2023. «Un incontro politico con contenuti politici» ha affermato il presidente Fiorenzo Dadò «ma che vuole essere soprattutto un momento di festa e di amicizia, un caloroso abbraccio di riconoscenza a chi si mette generosamente a disposizione per portare la nostra bandiera con fierezza e serietà in giro per il Ticino».

Il ruolo del Centro è chiaro, ha aggiunto Dadò: «Coltivare attraverso la nostra azione concreta il Bene comune, opponendoci a ogni forma di degrado civile o populismo sia di destra che di sinistra, trasmettendo una visione lungimirante e investendo nella bellezza, quando tutto attorno sembra ripiegarsi su stesso, fomentando negatività nei confronti del futuro».

Tornando alla lista per il Consiglio di Stato, il punto di partenza è stato l’uscente Raffaele De Rosa. «Ha lavorato bene e tanto, dando prova in un momento di grave difficoltà per il Paese di serietà e determinazione, al quale non possiamo che manifestare stima e riconoscenza» ha dichiarato Dadò. «Un’ottima carta da ripresentare alle prossime elezioni, alla quale associamo quattro candidate e candidati altrettanto validi e competenti, che assieme andranno a formare la nostra squadra trainante in questa tutt’altro che facile sfida elettorale».

Come si è arrivati a questa lista - «Questa sera si conclude il percorso impegnativo e stimolante della Commissione cerca, durante il quale sono stato accompagnato da due persone di grande esperienza e competenza che sono Benedetta Bianchetti e Claudio Franscella» ha dichiarato il vicepresidente Marco Passalia. 

Erano chiari gli obiettivi per la scelta di chi affiancare all’uscente De Rosa: «Quattro candidati validi, competenti e credibili» e che raccogliessero simpatie anche al di fuori de Il Centro. Queste figure, inoltre, avrebbero dovuto avere anche altri ambizioni politiche, come l’ingresso in Municipio o alle Camere federali. Un altro criterio che ha guidato il lavoro della Commissione è stata l’esigenza di rappresentare le principali città e distretti. 

I lavori sono iniziati lo scorso mese di marzo, fino ad arrivare a una trentina di persone sentite in audizione. «Dopo una prima selezione di candidati» ha aggiunto Passalia «ci siamo confrontati nuovamente con l’Ufficio presidenziale ed infine solo negli scorsi giorni abbiamo potuto definire la lista», composta da «un Consigliere di Stato apprezzato e che ha lavorato bene, accompagnato da quattro persone competenti e serie, tutte in grado di assumere la funzione politica di Consigliere di Stato». Nomi in grado d’intercettare voti esterni degli altri partiti e delle schede senza intestazione «e che portano con sé un importante patrimonio elettorale (basti guardare i precedenti appuntamenti elettorali)».

I cinque candidati non interferiscono con l’elezione in Gran Consiglio e sono lo specchio delle varie sensibilità del partito: «Donne, anziani, giovani, famiglie, area sindacale, area economica, volontariato, impegno associativo, eccetera».

Raffaele De Rosa - 50 anni, di Lodrino. È sposato con Vanja ed è papà di due figli. È dottore in economia con varie esperienze professionali nel settore bancario e negli anni più recenti ha svolto la funzione di direttore dell’Ente Regionale per lo Sviluppo del Bellinzonese e Valli. Dal 2019 è Consigliere di Stato e guida il Dipartimento Sanità e Socialità, dopo 16 anni da deputato in Gran Consiglio (dal 2003 al 2019) e dopo essere stato eletto nel 2017 a Sindaco del Comune di Riviera.

Maurizio Agustoni - 40 anni, di Vacallo, dal 2017 vive a Mendrisio. È sposato con Fulvia ed è papà di due bimbi. È attivo professionalmente come avvocato e notaio ed è anche capitano dell’esercito. Politicamente è capogruppo in Gran Consiglio da cinque anni e deputato dal 2011. È stato membro di diverse commissioni parlamentari e, in particolare, dal 2019 è membro della Commissione della gestione e delle finanze e della Commissione sanità e sicurezza sociale.

Paolo Caroni - 52 anni, sposato e padre di tre figli, già vicesindaco di Locarno, presidente della Commissione Intercomunale dei Trasporti del Locarnese e Vallemaggia, delle FART (Ferrovie Autolinee Regionali Ticinesi) e membro del Consiglio Direttivo CATEF. Siede in Gran Consiglio dal 2019 con particolare attenzione alle politiche dei trasporti, della pianificazione del territorio, dell’edilizia e della fiscalità.

Giorgio Fonio - 38 anni, sposato con Nicole e papà di quattro figli. Nonostante i numerosi impegni familiari, professionali e politici, sta ultimando una formazione universitaria presso la SUPSI. Dal 2021 è Segretario regionale del Mendrisiotto per il sindacato OCST. È Vicepresidente cantonale dal 2017, siede in Gran Consiglio dal 2015 ed è presidente di Consiglio comunale di Chiasso. È attivo in numerose associazioni.

Laura Tarchini - 44 anni, sposata con Roberto e mamma di due bimbi. Professionalmente è responsabile Comunicazione e Marketing della Fondazione Pro Senectute Ticino e Moesano. Dall'aprile 2008 al luglio del 2014 ha fatto parte del Consiglio comunale di Lugano e negli stessi anni è stata Presidente della Sezione di Lugano del PPD. Dopo una pausa data alla prioritaria crescita dei figli, nel 2020 è ritornata alla politica candidandosi al Municipio di Lugano, ottenendo il risultato di prima subentrante.

COMMENTI
 
Lorenzo62 2 sett fa su tio
Certo che una denominazione peggiore de Il Centro non potevano sceglierla 🤦🏻 Centro Breggia? Centro Migros? Centro Serfontana?
Evry 3 sett fa su tio
Come le SA e Sagl quando falliscono, cambiano il nome. Quando un Partito storico lo fa dimostrano debolezza e poche cose nel "Centro". vergognoso, cmq auguri ai candidati.
Gus 3 sett fa su tio
Agustoni batte De Rosa
Evry 1 sett fa su tio
Agustoni.... pensavo si candidasse in seno alla Curia di Lugano, cmq auguri
Mattia Bernasconi (candidato granconsiglio Lugano, Il Centro) 3 sett fa su tio
Complimenti a tutti i candidati e buona fortuna!!!! 💪💪💪
NOTIZIE PIÙ LETTE