Immobili
Veicoli

CANTONEAntenne 5G: «Una moratoria anche in Ticino»

13.04.19 - 13:54
Lo chiede una mozione PPD firmata da Fiorenzo Dadò, Giorgio Fonio e Maurizio Agustoni
Keystone / Tipress (archivio)
Antenne 5G: «Una moratoria anche in Ticino»
Lo chiede una mozione PPD firmata da Fiorenzo Dadò, Giorgio Fonio e Maurizio Agustoni

BELLINZONA - L’avvento del 5G ha iniziato ad animare la discussione politica anche a sud del Gottardo. Dopo una prima interrogazione presentata ieri da sei deputati dei Verdi al Gran Consiglio è oggi il turno del PPD che - per mano di Fiorenzo Dadò, Giorgio Fonio e Maurizio Agustoni - ha firmato una mozione chiedendo di decretare «subito una moratoria concernente l’installazione del 5G su tutto il territorio» cantonale fino a quando «studi scientifici indipendenti non siano stati in grado di dimostrare la non-nocività della tecnologia» sul corpo umano.

I tre deputati sottolineano in particolare come non sia «ammissibile» che la modifica dell’Ordinanza sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti (ORNI) avvenga prima di conoscere i risultati del rapporto ordinato dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) lo scorso anno, con l'obiettivo di colmare eventuali lacune.

Citando come esempio quanto già fatto negli scorsi giorni in Romandia, i mozionanti invitano inoltre a «prendere contatto con gli altri Cantoni (Vaud e Ginevra) che hanno già decretato la moratoria affinché siano promossi degli studi scientifici congiunti».

COMMENTI
 
Corri 3 anni fa su tio
Ci sono vari località che si rifiutano il 5G, come Bruxelles e sempre più località anche in Italia. Ci sono diverse associazioni, una ad esempio: http://www.associazionenara.it/?art=54 Basta andare su Google per rintracciare altri documenti siti o quant'altro.
Moga 3 anni fa su tio
Qualcuno mi spiega cosa farebbe con il 5G che non può fare già oggi col 4G+ ??? Inoltre a lunghezza d'onda e la frequenza sono troppo vicine a quelle delle microonde per essere innocuo per il nostro organismo. Complimenti per questa mozione!
vulpus 3 anni fa su tio
Come le autostrade: finché non esistono nessuno le usa. Del resto si continua sempre più in questa direzione, dove tutto viene digitalizzato. Ma cosa ci fà più paura? Sicuramente quello che non conosciamo e sopratutto quello che non vediamo . Il 5G, ma è l'economia che spinge in questa direzione: sempre tutto più veloce. Del resto questa tecnologia non sara ad uso e consumo generale .Ma dietro tutto questo c'è qualcosa di molto più mostruoso che fa paura e che nessuno osa parlarne. Al giorno d'oggi i guerrafondai americani ancora alimentano le guerre con le vecchie guerre a colpi di bombe, sicuramente molto vantaggiose economicamente. Ma il pericolo futuro saranno le guerre sulla rete. Proviamo ad immaginarci cosa potrebbe succedere se qualcuno riuscisse a bloccare le reti di telefonia mobile. Un mondo muto e impossibilitato a vivere agli standard attuali ,in tutto. Questo ci deve far paura, non il 5G
ctu67 3 anni fa su tio
nimby
seo56 3 anni fa su tio
Poi saranno i primi a utilizzarla.... ridicoli!!!!
Nmemo 3 anni fa su tio
La campagna elettorale è finita, ma sembrerebbe che non se ne siano ancora accorti i baldi eletti deputati. Le problematiche sia d’innovazione, sia di protezione della salute pubblica sono decisioni di competenza del Governo. Francamente si ha la necessità di tirare il fiato. Che le cariche istituzionali non siano usate per una gara di visibilità mediatica sull’onda del momento, sempre a rimorchio, rivendicando quanto è già stato acquisito altrove, utilizzando i media come megafoni. Questi eletti deputati già caricano l’esecutivo come se non riponessero fiducia nell’autorità competente a gestire la materia.
curzio 3 anni fa su tio
Io propongo una moratoria sul traffico aereo fino a quando non sono chiarite le controverse scie chimiche. Già che ci siamo, una moratoria per il pagamento dei premi di cassa malati fino a quando non sarà stabilito che i no-vax hanno ragione. Poi, una moratoria sul pagamento delle imposte fino a quando sarà dimostrato che la terra è piatta.
sedelin 3 anni fa su tio
buona notizia! intanto si moltiplicano, giustamente, le petizioni ovunque. vinceremo la lotta al tentativo di ucciderci lentamente :-)
Esse 3 anni fa su tio
Avranno inventato il teletrasporto prima di riuscire a provare la non nocività della rete 5G
flowerking 3 anni fa su tio
Vogliono essere connessi con gli smartphones tutto il santo giorno ma guai ad installare antenne con la nuova tecnologia 5g: la coerenza, per certuni, è solo un optional.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO