tipress (Archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
30 min
In 120 per la filantropia strategica
Sono i partecipanti alla prima edizione della Biennale sul tema, che si terrà il 30 settembre al Palazzo dei Congressi
LUGANO
4 ore
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
CANTONE
5 ore
Morti sul lavoro: «Assicurare almeno che sia fatta giustizia!»
Una mozione interpartitica chiede un intervento contro le "morti bianche".
FOTO
LUGANO
5 ore
Un pieno(ne) d'endorfine
La terza edizione del Festival luganese è stato un successo. Ben 1'500 persone hanno popolato la Darsena del Ciani.
CANTONE
6 ore
Anticorpi anomali coinvolti nel 20% dei decessi da Covid-19
All'importante scoperta hanno contribuito anche due ricercatori dell'EOC: Alessandro Ceschi e Paolo Merlani.
TENERO-CONTRA/SVIZZERA
6 ore
Oltre 100 milioni per il Centro sportivo di Tenero
91,8 sono previsti per la creazione di un edificio per il nuoto. Altri 12,1 per gli alloggi.
LUGANO
7 ore
Incidente sull'A2, traffico in tilt in direzione sud
Tra lo svincolo di Lugano Nord e la galleria di Grancia è stata chiusa una corsia.
CANTONE
7 ore
Suter con la maglia UDC, Speziali: «Non è il Massimo»
Botta e risposta tra il presidente PLR Speziali e il presidente di GastroTicino che passa all'UDC
CANTONE
7 ore
«Il 9 aprile è stato un giorno molto triste»
Si è concluso il processo per il delitto di Muralto. La sentenza sarà pronunciata venerdì 1. ottobre
CANTONE
8 ore
Nominato un nuovo ufficiale della Polizia cantonale
Alessio Lo Cicero condurrà il nuovo Reparto Giudiziario RG4.
CANTONE
9 ore
Il permesso B? «Non è un reale domicilio»
Il Tribunale federale ha chiarito un punto importante per gli stranieri che chiedono una residenza in Ticino
CANTONE / BERNA
9 ore
«Il Ticino è vittima del suo successo»
Karin Keller-Sutter giustifica il "no" del governo alla mozione di Marco Chiesa.
FOTO
CANTONE
9 ore
Un expo virtuale ticinese, una prima mondiale
Ated-ICT Ticino e il partner ADVEPA hanno lanciato un progetto all'avanguardia per le aziende ticinesi
CANTONE
10 ore
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
BELLINZONA
10 ore
Progetto rustici al via
L'intenzione è di sensibilizzare i proprietari di questa particolare tipologia abitativa ad affittare queste strutture.
CANTONE
10 ore
Aperta la consultazione sul superamento dei corsi A e B in III media
La consultazione è rivolta agli attori che operano all’interno della scuola media e nel settore postobbligatorio.
FOTO
ASCONA
11 ore
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CONFINE
11 ore
Tragedia del motoscafo, si va verso l'accordo
La turista belga potrebbe chiedere il patteggiamento.
CANTONE
12 ore
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
12 ore
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
CANTONE / BERNA
26.02.2021 - 09:560
Aggiornamento : 27.02.2021 - 15:33

Occupazione: in Ticino -10'000 posti

Il nostro Cantone è quello che più ha risentito della crisi legata alla pandemia.

Tutte le altre zone del Paese subiscono flessioni moderate, con un massimo negativo del -0,8% e in alcuni casi persino positivo.

LUGANO - L'occupazione in Svizzera subisce l'impatto della crisi del coronavirus: nel quarto trimestre 2020 il numero di impieghi si è attestato a 5,14 milioni, lo 0,4% in meno allo stesso periodo del 2019, con una perdita di 23'000 posti. Il Ticino è la regione che presenta la contrazione di gran lunga più marcata: -4,4%, un'emorragia di 10'000 posti.

Stando ai dati diffusi oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST) tutte le altre zone del Paese subiscono flessioni moderate, con un massimo negativo del -0,8% e in un caso (quello della Svizzera Orientale, che comprende anche i Grigioni) anche con un valore positivo (+0,8%).

Crolla il terziario - Il dato a sud delle Alpi si smarca quindi notevolmente ed è da attribuire in particolare alla diminuzione dei posti nel settore terziario, che si è attestata al 5,1%. Meno forte (anche nel confronto con il resto della Confederazione) è stato per contro l'arretramento nel ramo secondario: -2,0%, da confrontare con il -1,2% a livello svizzero.

Peggio le donne - Tornando all'ambito nazionale, la flessione è stata più marcata per le donne (-0,6%, -14'000 posti) che per gli uomini (-0,3%, -9000). A livello di singoli rami economici, spiccano il -15,2% annuo di alberghi e ristoranti, pari a 41'000 posti in meno, nonché il -7,8% del segmento attività di ricerca, selezione e fornitura di personale (-10'000 posti). Cali sensibili sono stati osservati anche nelle attività manifatturiere (-8000 posti; -1,2%) e nella costruzione (-6000 posti; -1,6%). In crescita si sono per contro mostrati i comparti sanità e assistenza sociale (+21000; +2,8%), nonché il ramo del commercio al dettaglio (+7000; +2,3%).

Calcolata al netto delle variazioni stagionali l'occupazione totale nel periodo ottobre-dicembre ha segnato un incremento dello 0,1% rispetto a luglio-settembre (+6000 posti), con una crescita nel comparto dei servizi (+0,4%, +14'000) a cui fa da contraltare la flessione nel ramo secondario (-0,3%, -3000). Espresso in equivalenti a tempo pieno il volume di impieghi nel quarto trimestre ammontava complessivamente a 4,0 milioni di posti (-0,4% su base annua).

L'impatto della crisi è riscontrabile anche sui posti liberi, scesi a 65'400, con una perdita di 12'600 rispetto allo stesso periodo del 2019 (-15%). A soffrire sono fra l'altro in particolare i comparti attività manifatturiere (-23%) nonché i servizi di alloggio e di ristorazione (-33%).

Le prospettive di impiego si sono offuscate, annota l'UST sulla base dei sondaggi relativi alla propensione delle imprese ad ampliare gli organici. Il relativo indicatore è sceso (su base annua) del 2,4% a 1,01 punti, con un record negativo nel ramo alberghi e ristoranti (0,89 punti, -10,9%). A livello regionale il Ticino presenta il dato peggiore, con 0,98 punti, e una contrazione più forte della media, pari al -2,9%.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 6 mesi fa su tio
Cerco lavoro da più di 3 anni: non sono frontaliera, non sono in disoccupazione e neppure in assistenza. Colloqui di lavoro: 0! Purtroppo mi sono occupata dei figli per troppi anni e non vengo considerata nelle statistiche!
Tato50 6 mesi fa su tio
@lollo68 Posso capirti, ma togli il "purtroppo" per quanto concerne i figli perché almeno te li sei goduti ed educati come volevi. Chiaro, adesso che sei nel bisogno e quello che hai fatto ti penalizza è ingiusto però li hai ancora e non aggiungo altro ;-)) Auguroni !!!!
Ro 6 mesi fa su tio
@tato50 - chiedo scusa se non mi sono spiegato. Terminata la disoccupazione si giunge all’assistenza sociale. Premetto che molti anni ero in disoccupazione e mi sono adeguato a lavorare per un magazzino, poi in una cantina vinicola et cetera.
Tato50 6 mesi fa su tio
@Ro Ro, mi spiace per te. Questa mattina è venuto a casa mia il proprietario di una grossa officina di macchine agricole, tosaerba ecc. per prendere il mio "robot" che taglia i miei 1400 mq di prato verde. Io, purtroppo, per motivi di salute, non riesco più ad usare il vecchio metodo per tre ore. Cerca disperatamente un meccanico per macchine agricole e altri lavoretti. Ha contattato tutti quelli che potevano trovargli un operaio, compresi quelli della disoccupazione, e se ne sono presentati 3. Uno, vent'anni, ha detto che può lavorare solo al 50% per il mal di schiena; l'altro abita vicino ad Agno e venire fino a Montecarasso impiega troppo tempo; il terzo ha detto che lui lavora solo sui trax ;-(((((((( Il lavoro in certi casi c'è, ma per molti vuol dire fatica e l'abitudine di fare un tubo ha il sopravvento. A quelli dovrebbero togliere tutto e nemmeno dargli l’assistenza dopo il periodo di disoccupazione. Di quelli come te che hanno avuto la sfortuna di trovarsi in quelle condizioni ma si son dati da fare in altri campi, bisognerebbe fare un monumento ;-)) Auguroni e spero che tu possa avere fortuna, sempre se hai ancora un'età per essere attivo ;-)) Con simpatia, Tato50
Ro 6 mesi fa su tio
Con tutto il rispetto per i frontalieri Prima “ i nostri “ ? Comunque se ci sono persone in Ticino che non si adeguano o non accettano dei lavori .... non devono ricevere nulla neppure l’assistenza. Troppo facile rifiutare un lavoro e non avere conseguenze
Tato50 6 mesi fa su tio
@Ro Se rifiutano un lavoro gli tagliano le indennità. Aggiornati !!!!!!!
Tato50 6 mesi fa su tio
@Ro Ciao Ro, nel mio Post sopra, a parte i 3 citati, che di voglia di lavorare nemmeno l'ombra, si è presentato uno che abita appena aldilà della ramina. Questo tipo è già uno pratico per questa attività e non gli frega nulla di doversi alzare alle 5 del mattino e tornare a casa alle 20. Il mio socio vorrebbe dare il lavoro a "uno dei nostri"; adesso aspetta ancora una quindicina di giorni e poi si sentirà quasi obbligato a prendersi un frontaliere perché dei "nostri" nemmeno l'ombra. E si parla di uno stipendio iniziale sopra i 3500 al mese che poi aumenteranno se il tipo è adatto al lavoro. Quindi, da parte mia, dei frontalieri, almeno in certi casi, non li considero più il nostro problema visto che ce lo creiamo noi ;-))
Gus 6 mesi fa su tio
La Lega, partito di maggioranza relativa, e i suoi aderenti industriali sono riusciti a fare peggio di tutti gli altri. Votate Lega e il Ticino non esisterà più
Ro 6 mesi fa su tio
Senza tante parole: “ ogni popolo ha il governo che si merita “ Joseph De Maistre
joe69 6 mesi fa su tio
I frontalieri in Ticino hanno superato le 70000 unità , gli occupati svizzeri nel nostro cantone sono tornati ai valori del 2009, ma se in quell’anno rappresentavano il 55% del totale, ora sono il 47,9%.... pertanto, come si evince, la perdita di posti di lavoro è stata solo di lavoratori che vivono su suolo svizzero.... Effetto sostituzione con conseguente dumping.... È una volontà politica e padronale, gli stessi che spingono per le riaperture minacciando licenziamenti... ma dall'altra parte assumendo personale nn indigeno....
Don Quijote 6 mesi fa su tio
@joe69 Vorrei vedere te creare un'azienda, mantenerti e dare lavoro ad altre persone, di norma la lingua si accorcia ...
Volpino. 6 mesi fa su tio
@joe69 Parole sante. Il ticinese medio viene così costretto a finire in assistenza e mettere la casa all'asta. Il risultato sono sempre più progetti immobiliari speculativi, palazzine residence ecc.. Tutto in vendita.
Tato50 6 mesi fa su tio
@joe69 joe69, ho appena scritto due Post a "Ro" e a volte non è come dici tu, quando cerchi un autoctono e non lo trovi per i motivi che ho scritto. Come leggerai il mio socio vuol dare il lavoro a uno dei "nostri" ma non ne trova e l'unico disposto a fare sacrifici e lavorare viene dall'aldilà della "ramina". Quindi, in certe occasioni, non me la sento di criminalizzare i frontalieri anche se sono conscio che il problema esiste (forse troppi) ;-))
Dragon76 6 mesi fa su tio
@joe69 70mila sono il 30% della popolazione attiva, che sale al 40% con i padroncini. amen
Volpino. 6 mesi fa su tio
"Crolla il terziario" nulla di veramente stravolgente, tutto viene oggigiorno rimpiazzato con "junior" account manager ecc., nelle banche, assicurazioni, fiduciarie e così via. Mi raccomando, andate a votarli ...
RobediK71 6 mesi fa su tio
Grazie dell’informazione
Gimmi 6 mesi fa su tio
9990 Residenti,10 Frontalieri??
Didimon 6 mesi fa su tio
Be.. Io l'avevo detto ormai da anni.. Poi negli ultimi 10 mesi la situazione è crollata per i ticinesi.. Siamo rimasti con le palle appese.. L'acqua ormai supera la testa.. E la Svizzera che cala le braghe dappertutto.. E ci Inc....
Gus 6 mesi fa su tio
L'economia, che piange per il Covid, da una partita licenzia i Ticinesi e dall'altra chiede aperture (così più Ticinesi moriranno). Questa è l'economia ticinese, che chiede sostegno. Vergogna!
Veveve 6 mesi fa su tio
Fintanto che si tiene tutto chiuso non poteva essere diversamente! Che siano frontalieri o indigeni sono sempre persone che non hanno più un lavoro e che probabilmente anche dei figli da cresce! Comunque tranquilli l’importante è pensare sempre e solo agli ultra 80enni/90enni! Dei giovani non importa niente a nessuno!!!( e non sono giovane io eh!)
Equalizer 6 mesi fa su tio
E sono convito che non abbiamo ancora visto il peggio.
seo56 6 mesi fa su tio
Quanti frontalieri e quanti residenti? Persi 10’000 posti...? Giá a disposizione altri 20’000 per i frontalieri... poco ma sicuro.
joe69 6 mesi fa su tio
Sarebbe interessante sapere la percentuale di differenza di posti persi tra frontalieri e residenti...
lecchino 6 mesi fa su tio
Dove sono gli illusi dell' andrà tutto bene iorestoacasa? Ah, già. Sono quelli con il posto statale...... Aspettiamo ancora un paio di mesi per vedere quanti finiranno sul lastrico. Grazie governo!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-22 22:40:20 | 91.208.130.86