Cerca e trova immobili

BIASCAEffrazione in piscina: «Identificati i responsabili, per la maggior parte minorenni»

30.04.24 - 06:30
«Abbiamo sporto denuncia», conferma il direttore della Scuola media di Biasca, il cui stabile ospita la piscina.
Tipress (archivio)
Effrazione in piscina: «Identificati i responsabili, per la maggior parte minorenni»
«Abbiamo sporto denuncia», conferma il direttore della Scuola media di Biasca, il cui stabile ospita la piscina.

BIASCA - Furto, danneggiamento e violazione di domicilio. Sono queste le ipotesi di reato delle quali devono rispondere, a vario titolo, dei giovanissimi che tra venerdì 19 e sabato 20 aprile hanno forzato una porta e si sono introdotti illecitamente nello stabile che ospita la piscina della Scuola media di Biasca. Lo riferisce a Tio/20Minuti la Polizia cantonale. 

In prevalenza «minorenni della regione» - «Il gruppo ha provocato disordine e alcuni lievi danneggiamenti, ma gli accertamenti effettuati hanno permesso di identificare i principali protagonisti, per la maggior parte minorenni della regione», specificano le forze dell'ordine.

Oggetti in acqua - E il direttore dell’istituto scolastico, Luca Herold, conferma l’accaduto. «Sì, c'è stata un'effrazione ed è stata messa a segno da un gruppo di ragazzi. Ce ne siamo accorti lunedì scorso, rientrando a scuola dopo il weekend, e abbiamo sporto denuncia». Gli autori «hanno gettato diversi oggetti in acqua», specifica Herold. Tra questi «vari attrezzi presenti a bordo piscina» e una struttura in acciaio che viene utilizzata per avvolgere le corsie galleggianti.

Al fine di riportare ordine, ma anche per questioni igieniche, la scuola è quindi stata costretta a chiudere la piscina per quattro giorni, durante i quali sono stati rimossi gli oggetti e si è proceduto a un ricambio dell’acqua. «Fortunatamente non abbiamo riscontrato danni strutturali», afferma il direttore, precisando che la denuncia è stata presentata proprio a causa dell'effrazione.

Rumori e malumori - Intanto un residente della zona ci segnala di essere frequentemente disturbato da un gruppo di adolescenti che gravita attorno alla scuola media, specie nelle ore serali. I giovani, secondo l'uomo tutti minorenni, sarebbero autori di piccoli atti di vandalismo, littering e disturbo della quiete pubblica. «Sono arrivati anche a esplodere dei petardi», sottolinea. Non è chiaro però se il gruppetto in questione sia collegato a quanto accaduto alla piscina.

La vicenda va ad aggiungersi a una serie di episodi criminali che negli ultimi mesi in Ticino hanno portato al fermo di decine di minorenni.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

king 1 mese fa su tio
Purtroppo è così ovunque. Non solo a Biasca. E la colpa di chi è? Dei genitori che se ne fregano dei figli, basta che non gli sono tra i piedi. Poi è un disastro anche nelle scuole elementari, ragazzini di 5a che bruciano i cestini del bagno, fumano sigarette elettroniche, saltano sui banchi, scappano dalle aule. Ce n’è per tutti i gusti senza tralasciare che non fanno gite di classe x colpa di questi elementi e dico ciò perché è quello che succede nella classe di mia figlia. La rovina sono i genitori che gli concedono tutto dal telefono ai videogiochi violenti, ecc…

vulpus 1 mese fa su tio
Con tutta la polizia dispiegata, visto che la situazione è conosciuta, magari sarebbe opportuno che la zona venga sorveglata più assiduamente!

Gigetto 1970 1 mese fa su tio
TUTTI ESALTATI DI TIK-TOK come le famose caramelle. Infatti! Sono dei bambini che si sentono grandi. Fino a quando a qualcuno non gli girano veramente e ti fanno nero.

MarymaMary 1 mese fa su tio
Biasca, una sera mentre aspettavo mia figlia in stazione , un gruppo di i ragazzini minorenni per gioco attraversavano i binari avanti e indietro e se la ridevano pure .Per ben 3 volte li ho osservati (già troppe)poi son scesa dall'auto e li ho ripresi,dicendo loro la pericolosità che andavano incontro.Mi han guardata malamente....e se ne sono andati.

Gigetto 1970 1 mese fa su tio
Risposta a MarymaMary
Ben fatto.

Pagno 1 mese fa su tio
Risposta a MarymaMary
Dove era il personale FFS??????

MarymaMary 1 mese fa su tio
Risposta a Pagno
stazione deserta non c'era nessuno

Cula 1 mese fa su tio
Pesciat in dal kü a pè pari come una volta poi si capivano le cose.

Danlugano 1 mese fa su tio
La noia è una brutta bestia a Biasca non c’è niente da fare ma l’educazione dei figli segnala che dietro ci sono genitori non curanti chi sono questi giovani ?

Crigmcgee 1 mese fa su tio
Risposta a Danlugano
Le medie di Biasca sono sempre stato un punto di ritrovo per i giovani già quando ero ragazzo io.... e non concordo sull'educazione dei genitori.... in casa tutti angioletti poi quando si esce ci si trasforma... Non approvo quello che hanno combinato però alle volte dimentichiamo che siamo stati tutti giovani...
NOTIZIE PIÙ LETTE