foto Rescue Media
LUGANO
02.04.2021 - 08:480
Aggiornamento : 08.04.2021 - 12:45

L'incendio appiccato per un milione di franchi

Rogo al White di via Nassa: il commerciante ha confessato. Il piano per incassare i soldi dell'assicurazione

LUGANO - Oltre un milione di franchi. È la somma coperta dalla polizza assicurativa, che ha ingolosito gli autori del rogo scoppiato il 12 febbraio al negozio White di via Nassa. La dinamica dell'incendio era da subito apparsa sospetta agli inquirenti - come anticipato settimana scorsa da Tio.ch/20minuti - e alla fine il responsabile ha confessato. 

Si tratta, come riferito, dell'amministratore unico della società a cui faceva capo il negozio di via Nassa. Il commerciante - ha riferito la Rsi - avrebbe architettato il piano assieme a un 34enne e a una 47enne, entrambi arrestati. 

È ancora latitante invece l'esecutore materiale, un cittadino italiano ingaggiato appositamente per compiere il misfatto. L'uomo sarebbe entrato nottetempo nel negozio senza forzare la porta, avrebbe ammucchiato gli abiti sul retro e li avrebbe cosparsi di carburante, per poi dargli fuoco. 

Ora il commerciante è indagato a piede libero, mentre la Procura indaga anche su un altro incendio scoppiato nel 2014 in un negozio di Mendrisio e su alcuni danneggiamenti a un magazzino in via Nassa, sempre facenti capo allo stesso amministratore. All'origine della tentata truffa - è questa l'accusa, tra le altre, a carico dell'uomo - non ci sarebbero difficoltà economiche: le finanze della società erano infatti sane.  

foto Rescue Media
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-14 05:37:10 | 91.208.130.87