Tio/TiPress
LUGANO
02.12.2020 - 17:190

Colpì la giornalista con una testata, identificata dalla polizia

Si tratta di una 20enne svizzera domiciliata nel Luganese che il 30 novembre manifestava contro le restrizioni Covid

LUGANO - Era venerdì sera. In Piazza Molino Nuovo, a Lugano, una manciata di persone si era raccolta in una manifestazione contro le restrizioni legate al coronavirus. "Viviamoci le strade. Autodeterminiamo le nostre vite" si leggeva sul volantino che annunciava la protesta. Ma quella sera una giornalista de la Regione, Federica Ciommiento, è stata avvicinata da una ragazza che le ha prima intimato di andarsene per poi colpirla con una testata sul naso.

A distanza di un mese la responsabile di quel gesto violento è stata fermata e interrogata. «La sua identificazione si è resa possibile a seguito delle indagini svolte dalla polizia cantonale, con il supporto della polizia della città di Lugano», si legge in un comunicato stampa di ministero pubblico e autorità cantonali.

Si tratta di una 20enne cittadina svizzera domiciliata nel Luganese che, oltre a colpire la giornalista, quella sera ha effettuato dei danneggiamenti ad alcuni edifici mediante graffiti. Le ipotesi di reato nei suoi confronti sono di vie di fatto, lesioni semplici e danneggiamento aggravato.

L'inchiesta, tuttora in corso, è coordinata dal Sostituto Procuratore generale Nicola Respini.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-25 16:01:23 | 91.208.130.87