Immobili
Veicoli
Ti-Press, archivio
LUGANO
25.09.2015 - 07:140

Vedova Zappa, non colpevole di istigazione all’omicidio

Christine Zappa-Bauch era finita in carcere nel 2010 con l’accusa di avere assoldato un sicario per uccidere il cognato Paolo Zappa

LUGANO - Christine Zappa-Bauch, vedova di Gianpietro Zappa, compianto nazionale rossocrociato di calcio, era stata arrestata nel 2009 ed era finita in carcere nel 2010 con l’accusa di avere assoldato un sicario per uccidere il cognato Paolo Zappa, in seguito a divergenze relative al negozio di via Peri in pieno centro a Lugano. Nei giorni scorsi invece, come riporta LaRegione, il sostituto procuratore generale Andrea Pagani ha emanato dei decreti d’abbandono in merito a diverse imputazioni, fra cui quella legata all’istigazione all’omicidio dell’ex cognato.

La donna è stata però ritenuta l’istigatrice dell’aggressione subita dal figlio, tanto che per Christine Zappa-Bauch è stato emanato un decreto d’accusa residuo che prevede una pena pecuniaria. Verrà presentato ricorso.

È ancora aperta inoltre la vertenza civile legata all’eredità in Pretura civile, dopo la causa intentata dalla vedova di Zappa e dal figlio per riappropriarsi dell’eredità del marito che andò al cognato Paolo Zappa.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-19 06:21:06 | 91.208.130.85