Immobili
Veicoli

CASTEL SAN PIETROFinanziamento cantonale per la Masseria di Vigino

06.06.13 - 14:32
Consiglio di Stato ha deciso lo stanziamento di un contributo di 85.700 franchi all'Ente Regionale per lo sviluppo del Mendrisiotto e Basso Ceresio per affinare il progetto di recupero e valorizzazione della Masseria di Vigino a Castel San Pietro
Finanziamento cantonale per la Masseria di Vigino
Consiglio di Stato ha deciso lo stanziamento di un contributo di 85.700 franchi all'Ente Regionale per lo sviluppo del Mendrisiotto e Basso Ceresio per affinare il progetto di recupero e valorizzazione della Masseria di Vigino a Castel San Pietro

CASTEL SAN PIETRO - Dal Dipartimento delle Finanze e dell'Economia giunge una bella notizia per il Mendrisiotto. Il Consiglio di Stato ha deciso lo stanziamento di un contributo di 85.700 franchi all'Ente Regionale per lo sviluppo del Mendrisiotto e Basso Ceresio per affinare il progetto di recupero e valorizzazione della Masseria di Vigino a Castel San Pietro, in particolare - si legge nella nota inviata giovedì pomeriggio - per procedere con degli approfondimenti tecnici relativi agli interventi sull'infrastruttura (progetto di massima con concorso architettonico ad invito) e a uno studio economico-finanziario".

Il contributo corrisponde al 90% dei costi computabili.

Le proposte elaborate dalla Supsi sono due: la realizzazione di una “Maison du terroir”, quale punto di riferimento dell’offerta enogastronomica collegato anche alle attività dell’Azienda agraria cantonale di Mezzana e alla tradizione vitivinicola del territorio, e
la creazione di un’offerta alberghiera che possa distinguersi grazie all’ottenimento di un marchio di qualità (ad esempio Hotel de Charme/Historic Hotel) che valorizzi il collocamento in una struttura che è “bene culturale protetto”.

Si tratta ora di elaborare un progetto maggiormente concreto da poter in seguito riproporre agli enti locali e sulla base del quale si auspica sia possibile costituire una Fondazione dei Comuni, alla quale il Cantone, proprietario della Masseria di Vigino, cederebbe immobile e terreno.

La Fondazione potrebbe inoltre far richiesta di un contributo per i costi d’investimento, attualmente stimati in 7 milioni di franchi, per la copertura dei quali è previsto un sussidio di 1.5 milioni di franchi da stanziare sempre tramite il credito quadro per attuare misure di politica regionale cantonale complementari alla politica regionale della Confederazione.

NOTIZIE PIÙ LETTE