Cerca e trova immobili

LUGANOAureola, il sistema di nebulizzazione contro lo "stress da caldo"

18.06.24 - 15:47
Intorno all'installazione, in piazza Luini, ci saranno sedute dove poter sostare e rinfrescarsi
Ti-Press (Alessandro Crinari)
Fonte Città Lugano
Aureola, il sistema di nebulizzazione contro lo "stress da caldo"
Intorno all'installazione, in piazza Luini, ci saranno sedute dove poter sostare e rinfrescarsi

LUGANO - In piazza Luini compare "Aureola", un sistema di nebulizzazione utile per abbassare la temperatura e mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico. Il progetto pilota, operativo fino al 17 settembre, è realizzato dalla Città di Lugano in collaborazione con il LAC e con il sostegno dell'AIL SA Lugano e dell’Ente regionale per lo sviluppo del Luganese e punta a combattere lo "stress da caldo".

Stress da caldo - L’aumento dei giorni di caldo intenso e canicolare favorisce l’effetto dell'isola di calore, un fenomeno che si verifica maggiormente nelle aree densamente urbanizzate. Le superfici minerali tendono quindi ad immagazzinare calore durante il giorno e a rilasciarlo poi lentamente durante la notte, anche diverse ore dopo il tramonto, inibendo sensibilmente la diminuzione della temperatura. E il nebulizzatore servirà proprio per combattere quello che in gergo viene definito "stress da caldo".

Il luogo - Piazza Luini è stata identificata come un luogo particolarmente adatto per testare la misura, dal momento che, essendo pavimentata in pietra ed esposta ai raggi solari per diverse ore del giorno, accumula molto calore.

Funzionamento - Aureola è un sistema rinfrescante di nebulizzazione ad alta pressione ed elevata efficienza concepito e realizzato da Nephos di Bellinzona. L’installazione consiste in un anello di 9 metri di diametro sospeso al centro della piazza, a circa 3,80 metri di altezza di altezza, lungo il quale viene rilasciata una finissima nebbia naturale, creata artificialmente con acqua potabile della rete. Le goccioline d’acqua emesse, evaporando, sottraggono energia all’ambiente circostante, rinfrescandolo. Il sistema si attiva automaticamente solo nelle ore più calde ed asciutte, grazie a sensori di temperatura e umidità che regolano e ottimizzano il suo funzionamento. Quando in funzione, consuma circa 0,45 m3 di acqua all’ora (meno di 8 litri al minuto) e 1,5 KWh di corrente elettrica (l’equivalente di una fontanella cittadina, e rispettivamente, di un’aspirapolvere). Intorno all’aureola saranno posizionati degli elementi di arredo urbano (sedute e piante), rendendo lo spazio più accogliente e piacevole in cui sostare.

Monitoraggio - La misura sarà monitorata per verificarne l’efficacia dall’Istituto scienze della Terra della SUPSI durante i tre mesi di prova.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE