Cerca e trova immobili
La frustrazione della sanità ticinese: il video

BELLINZONALa frustrazione della sanità ticinese: il video

17.04.24 - 13:29
Burocrazia, turni stressanti, salari bassi, qualità delle prestazioni in bilico. Un urlo strozzato si alza da Piazza Governo.
Foto di Davide Giordano
La frustrazione della sanità ticinese: il video
Burocrazia, turni stressanti, salari bassi, qualità delle prestazioni in bilico. Un urlo strozzato si alza da Piazza Governo.

BELLINZONA - Medici. Infermieri. Assistenti. Terapisti. Professionisti della salute in rivolta a Bellinzona. Da Piazza della Foca tio.ch vi racconta la frustrazione di chi non ce la fa più. Alberto Chiesa, presidente di un'associazione legata ai medici di famiglia è chiaro: «Siamo pieni di burocrazia. Ci sarà sempre più carenza di medici. La professione è poco attrattiva oggi. Vogliamo sensibilizzare la popolazione e i politici».

Sovraccarico e meno attenzione al paziente – «Mancano fondi per il settore sanitario. E questo ci obbliga a fare turni più lunghi – sostiene Niccolò, assistente di studio medico –. Scarseggiano anche il personale e le tecnologie d'eccellenza». La "collega" Desirée aggiunge: «Questa situazione ricade su di noi. C'è un sovraccarico che facciamo fatica a gestire». «Lavorando in uno studio medico ci accorgiamo della burocrazia crescente. Il tempo lo dedichiamo a questioni amministrative e non più ai pazienti», ammette un'altra professionista della salute.

Fisioterapisti – «Anche noi siamo sotto pressione – dice Tamara Roncati, fisioterapista –. Negli ultimi 25 anni non abbiamo più avuto un rincaro della nostra tariffa. Il carico di lavoro però è aumentato. Ci teniamo a lavorare con qualità».

«Dignità professionale» – Gabrio Cadei, presidente dell'associazione dei tecnici di radiologia precisa: «Noi siamo anche preoccupati per la scarsa attrattività della nostra professione. In Ticino in particolare. Quest'anno saranno diplomati 16 studenti in radiologia. Ben 14 di loro andranno a lavorare in Svizzera tedesca e in Romandia. Sicuramente l'aspetto salariale conta. Poi c'è un problema di riconoscimento della dignità professionale».

Infermieri in crisi – «Gli infermieri si lamentano sempre di più – sostiene Luzia Mariani Abächerli, presidentessa della sezione ticinese dell'Associazione svizzera infermieri –. Tante lamentele finiscono anche ai sindacati. Gli infermieri sono stanchi, non hanno voglia di continuare, abbandonano. Cercano una vita più vivibile. Una giornata come questa serve per sensibilizzare la gente. Bisogna rendersi conto del disagio che c'è nel ramo sanitario».

Risotto e mago – Più che una protesta, un momento di incontro. A cui hanno aderito alcune decine di professionisti della salute e diversi rappresentanti sindacali. Sul posto anche il mago Renato con i suoi trucchi affascinanti e una risottata offerta alla popolazione. Proprio il cittadino comune dovrebbe essere il principale destinatario dell'evento. Ma cosa può fare un ticinese medio per cambiare le sorti della categoria in rivolta?

«Cittadini, votate le persone giuste» – Chiesa non usa mezzi termini: «Il cittadino quando si reca alle urne deve ricordarsi di votare dei politici che abbiamo a cuore anche le sorti della salute ticinese. Anche perché se manca la qualità delle cure le conseguenze ricadranno sulla popolazione purtroppo».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Muntin 1 mese fa su tio
Mancanza di personale? Infermiera da 3 anni in disoccupazione!!!

Matteo81 4 sett fa su tio
Risposta a Muntin
La Regione di oggi 19 aprile a pagina 12 cercano infermieri alla Residenza al Roccolo di Lugano, auguri.

Noel 1 mese fa su tio
Non si parla mai degli assistenti di cura e degli operatori socio sanitari. Solo e solo degli infermieri!!!! i quali sono quelli più agevolati 1000 fr. in più al mese degli operatori socio sanitari che operano su delega degli infermieri ma che alla fine nelle case per anziani fanno le stesse cose e hanno la stessa responsabilità sopratutto!!! ma i sindacati cosa dicono di questo??? assistenti di cura 2000 in meno al mese rispetto gli infermieri. infermieri dopo 10 anni di carriera al 100% in ticino 7200 lordi mensili. operatori socio sanitari oss 6175 lordi mese assistenti di cura 100% 5200 mese Nella realtà il 100% non lo paga quasi più nessuno per il lavoro diventato ormai troppo troppo logorante. troppo facile lamentarsi davanti a queste condizione. Gli infermieri dovrebbero ricordarsi quando parlano di nominare anche le altre figure della rete, assistenti di cura, oss, indispendabili e preziosi.. colleghi dei quali senza di loro non farebbero nulla e sono messi molto peggio a livello delle condizioni!!!!

Onorina 1 mese fa su tio
Come scritto, sembra che il problema sia solo un problema ticinese allorché i stessi problemi sono in tutta Europa. Ovunque i medici denunciano le proprie condizioni di lavoro, mettendo a rischio la propria salute e quella dei propri pazienti. In Europa, molti medici di medicina generale si trovano costretti ad accogliere sempre più pazienti, prendendo in carico i pazienti dei loro colleghi in pensione o in burnout, che non vengono sostituiti che è una perdita di qualità delle cure e il sovraccarico di lavoro che può uccidere. Inoltre nel 2022 c’è stato un aumento dell’eccesso di mortalità che nessuno si aspettava e anche un aumento dei congedi per malattia tra il personale medico ed infermieristico e le nuove generazioni sono scoraggiate dall'intraprendere studi lunghi per stipendi troppo bassi. Nel 2023 l’OMS aveva pubblicato una rapporto che diceva che questi problemi nel settore sanitario sono una bomba a orologeria in tutt’Europa se non si intraprende un azione immediata, IO dico ok OMS ma quale sarebbe quest’azione da intraprendere immediatamente, quella di farsi gestire la sanità pubblica da loro con il loro Diktat? Loro hanno contribuito a smantellare tutto e ora vogliono ricostruire tutto a modo loro?? Secondo me i medici e il personale si dovevano ribellare all’inizio della pandemia quando ai medici è stato impedito di curare i pazienti. Il Dr. Chiesa dovrebbe invitare la popolazione a votare NO al nuovo piano pandemico e al nuovo trattato OMS che potete tranquillamente trovare su ‘’pattopandemico.ch’’ scaricare il formulario per le firme.

Danlugano 1 mese fa su tio
Poi c’è chi trova normale 10.000.000 di abitanti questa Saturazione e il risultato di un aumento della popolazione rapido caos e bisogno di più personale

Eritos 1 mese fa su tio
Consideriamo anche i salti di aumento di chi gestisce gli ospedali? Non ci certo bassi! Magna magna per chi sta in alto ⬆️

Rigel 1 mese fa su tio
Mettiamo un momento da parte tutte le pretese finanziarie che so non facciano l'unanimità. Chiediamo una cosa alla volta alle nostre autorità. Iniziamo a chiedere che il personale sanitario (soprattutto medici e infermieri) siano sgravati dalla troppa burocrazia. Così tornerebbero a fare il loro mestiere che è quello di dedicare tempo e competenze ai pazienti. Un infermiere è impegnato per più della metà della sua giornata a riempire moduli! Credo che si sia passato il segno! È anche x questo che molti abbandonano la professione: non fanno il mestiere che hanno imparato. La mancanza di tempo per ascoltare i pazienti a causa della burocrazia è frustrante sia x l'ammalato che per il curante.

Matteo81 1 mese fa su tio
Risposta a Rigel
I moduli li facciamo scrivere alla segreteria che il paziente non lo vede e quindi cosa dovrebbe poi scrivere non si sa, qualcosa tanto è solo inutile burocrazia e tutti questo "moduli" li hanno messi sono per dare fastidio ai medici agli infermieri agli assistenti di studio medico e soprattutto per non curare come si deve il paziente.

franco1951 1 mese fa su tio
il 28 novembre 2021 il popolo aveva accettato a larga maggioranza l'iniziativa per migliorare il settore delle cure. Il governo dovrebbe "provvedere a garantire l’adeguata remunerazione delle cure, buone condizioni di lavoro e l’aumento del personale, in modo da preservare la qualità delle prestazioni di cura". Fino a oggi praticamente il nulla. Morisoli e Co. dove siete? Fate sentire anche qui la vostra voce!!

TheQueen 1 mese fa su tio
Risposta a franco1951
Ma tutte le volte però li rivotano. Come mai? Tanti “ciechi” qui da noi

Onorina 1 mese fa su tio
Risposta a TheQueen
Oltre ad essere ciechi, molti non si rendono contro che il nostro Governo è occupato a seguire troppo l'UE e le loro imposizioni a tutti i livelli. Per il clima ci sono soldi, per le guerre ci sono i soldi, per aiutare i paesi terzi ci sono i soldi, per salvare le banche ci sono i soldi ma per la sanità e il popolo non ci sono. Se, inoltre dovesse passare il nuovo trattato OMS e il suo piano pandemico, non avremo neanche più il diritto di votare e neanche i nostri governi potranno dire la loro. Prima cosa votare no al questo trattato e poi avremo ancora un pezzetto di autonomia e di democrazia!!!!!
NOTIZIE PIÙ LETTE