Cerca e trova immobili

LUGANOÈ un altro Natale di solidarietà

25.12.23 - 16:27
Sono stati più di cento i pasti consegnati dalla Masseria della solidarietà di Cornaredo. Tanti gli incontri e le attività
Ti-Press (Francesca Agosta)
Fonte Redazione
È un altro Natale di solidarietà
Sono stati più di cento i pasti consegnati dalla Masseria della solidarietà di Cornaredo. Tanti gli incontri e le attività

LUGANO - Volge al termine un altro Natale e con questo anche la giornata di solidarietà organizzata dal gruppo di volontariato Amici del Grott Mobil e Fra Martino Dotta. Oltre cento persone oggi hanno potuto trascorrere la festività in compagnia, con un pasto caldo e tanta generosità o potuto recuperare la propria porzione grazie al servizio take away.

I festeggiamenti si sono svolti alla Masseria della solidarietà e Centro sociale Bethlehem di Cornaredo - gli spazi sono stati inaugurati lo scorso ottobre - e la giornata è stata animata dalle letture natalizie dell'attrice Margherita Coldesina e dalla musica di Fidel. Presenti anche i Municipali di Lugano Cristina Zanini Barzaghi, Lorenzo Quadri e Tiziano Galeazzi e il Consigliere di Stato Raffaele De Rosa.

Il tutto ha avuto inizio alle 10:30 con un aperitivo analcolico. Quindi, a partire dalle 11:30, è stato aperto il servizio di asporto, compreso di cena, per le persone che non intendevano pranzare in loco. Alle 12 invece è stato servito il pranzo in Masseria. In totale sono stati serviti 150 pasti a lasagne di lasagne di verdura e pollo con verdure. Come dessert è stato servito un panettone gigante.

Ai presenti sono stati inoltre donati dei piccoli panettoni della Val Colla.

Ventimila franchi in beneficenza - L'anno appena trascorso è stato ricco di eventi per l'attività di volontariato del Gruppo Amici del Grott Mobil, come la Festa d'Autunno a Lugano e il Pentathlon del Boscaiolo che hanno permesso ai volontari e alle volontarie di condividere momenti di festa e mangerecci. Ma non solo.

Il gruppo è riuscito a raccogliere ben 20mila franchi che intende devolvere all'Associazione Shark team 2000 (3mila franchi); a Sport invalidi Lugano (3mila); alla Fondazione Giuliano Bignasca (3mila); all'Associazione Alessia (3mila); all'Associazione progetto genitori del Mendrisiotto e Basso Ceresio (3mila) e alla Fondazione Francesco mensa sociale Bethlehem Frà Martino Dotta (5mila).

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Gif 3 mesi fa su tio
Non credo che vi siano problemi igienici, poiché li vendevano fino a qualche minuto prima e ne ganzo lasciati ancora qualcuno per la vendita. Erano semplicemente invenduti e ve ne erano rimasti troppi. Non vi è nessugiustificazione accettabile per quel che ho visto, solo profonda tristezza, se penso alle persone che non hanno neppur potuto permettersi un piccolo dolce per Natale, vedi articolo.

fugu 3 mesi fa su tio
Risposta a Gif
Sono totalmente d'accordo con te. Non è certamente una questione di igiene, quei dolci erano in vendita fino a quel momento, dunque avevano ancora una durata di alcuni giorni come minimo. È proprio una scelta deliberata, una politica di azienda del genere "se regalassimo gli invenduti nessuno comprerebbe più niente". Il ragionamento non è fondamentalmente sbagliato, ma su un piano etico fa schifo lo stesso, distruggere cibo fresco è un crimine. Ma se proprio hanno deciso così, che almeno lo facciano a porte chiuse, non alla vista del pubblico.

Luielei 3 mesi fa su tio
Vero brutto vedere questo spreco. Ma non posso donare o regalare certi prodotti. Per motivi igienici sanitari dettata dalla legge in vigore. Detto questo rimane veramente triste vedere lo spreco che vediamo non solo a Natale ma tutto l’anno.

Gif 3 mesi fa su tio
A difesa del personale, si vedeva che lo facevano a malincuore, ma purtroppo penso che lo facevano per ordini superiori...

Porinum 3 mesi fa su tio
E no...non c'è più.....una sconfitta

Gif 3 mesi fa su tio
complimenti e bravi per la solidarietà, peccato non si possa dire lo stesso per la Migros. ieri alle ore 1600 ho assistito allibito e sconcertato alla distruzione di centinaia di torte e pasticcini Natalizi presso il banco vendita della Migros di St Antonino. Anche i mie figli presenti, mi hanno chiesto perché non li davano a chi ne aveva di bisogno. Grande distribuzione vergonatevi!! con tutta la povertà che c'è in giro!!! Spero che questo commento venga pubblicato anche se tocca certi grandi catene di negozi.

fugu 3 mesi fa su tio
Risposta a Gif
Cose da nausea, in effetti. A me la Migros è diventata particolarmente antipatica, a prescindere dall'episodio che racconti. Personale sempre più disinvolto e musone (non tutti, per fortuna, è molto variabile), prezzi alle stelle, non ci vado praticamente più, tranne se mi trovo in vicinanza e ho solo bisogno di un paio di cosette...

M70 3 mesi fa su tio
bravi! un natale di cuore..allora c'è ancora qualcuno che ce l'ha..

Dalia 3 mesi fa su tio
Complimenti! Dio vi Benedica !

Porinum 3 mesi fa su tio
E Ignazio non c'è?

mastermi 3 mesi fa su tio
Risposta a Porinum
no era con Orazio

Rosso Blu 3 mesi fa su tio
Complimenti.

fugu 3 mesi fa su tio
Bella iniziativa, complimenti!
NOTIZIE PIÙ LETTE