Cerca e trova immobili

FRIBURGO/ CANTONEAlain de Raemy e Morerod, accuse archiviate

20.12.23 - 10:40
Il procuratore generale di Friburgo ha emesso un decreto di non luogo a procedere.
Tipress
Fonte ATS
Alain de Raemy e Morerod, accuse archiviate
Il procuratore generale di Friburgo ha emesso un decreto di non luogo a procedere.

FRIBURGO/ LUGANO - Il procuratore generale di Friburgo non è entrato in materia sulle accuse mosse da Nicolas Betticher, ex vicario generale della diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo, nei confronti del vescovo Charles Morerod e altri esponenti emeriti o in carica del clero elvetico, tra cui l'attuale amministratore apostolico della diocesi di Lugano Alain de Raemy. I rimproveri, relativi anche a presunti abusi sessuali, erano già noti agli inquirenti e non sono stati evidenziati aspetti penalmente rilevanti.

Lo ha indicato oggi il ministero pubblico friburghese in un comunicato. Le accuse non sono state circostanziate o i possibili abusi sessuali sono caduti in prescrizione. L'altro ieri il procuratore generale Fabien Gasser ha dunque emesso un decreto di non luogo a procedere.

Lo stesso ha fatto in merito alle accuse di dissimulazione rivolte ad altri ecclesiastici, tra cui l'ex vescovo ausiliare della diocesi di Friburgo de Raemy. In questo caso i rimproveri si sono rivelati lacunosi o privi di valenza penale.

In una lettera inviata a maggio al nunzio apostolico in Svizzera, Martin Krebs, Betticher aveva tra l'altro accusato Morerod di essere a conoscenza di abusi sessuali commessi da tre ecclesiastici e di non averli denunciati. Betticher aveva anche denunciato il fatto che Morerod aveva successivamente nominato due di loro a funzioni di cui non erano degni a causa del loro passato, ricorda la procura nella nota.

Nel comunicato Gasser sottolinea l'eccellente collaborazione tra diocesi e polizia dall'entrata in funzione del vescovo Morerod. Questi ha trasmesso alla magistratura numerose segnalazioni, anche di natura non penale, e nella fattispecie si è lui stesso assicurato che la lettera di Betticher fosse consegnata agli inquirenti.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Orazio 3 mesi fa su tio
Secondo me in certi casi bisognerebbe togliere la prescrizione, soprattutto se la verità è stata volutamente nascosta... secondo me!

lguidicelli 3 mesi fa su tio
Non voglio di certo fare il difensore dell'una o dell'altra parte, ma solo esprimere un commento oggettivo esterno alla faccenda. La giustizia fa il suo corso, esamina le prove e poi decide: colpevole o innocente. Come si può fare commenti dall'esterno su una decisione della giustizia, se non si conosce il caso? quando la giustizia condanna il ladro di polli di turno, tutti felici e soddisfatti; se la giustizia assolve qualcuno, delusione e sfiducia totale contro la giustizia. A me non sembra corretto: i magistrati fanno il loro lavoro per delega popolare, e lo fanno in maniera oggettiva, non vedo perché debbano cavalcare emozioni di pelle e senza alcuna prova...

fugu 3 mesi fa su tio
Risposta a lguidicelli
Commento del tutto pertinente. Il fatto è che gli episodi di questo genere si moltiplicano col passare degli anni, le vittime osano finalmente parlare, e indoviniamo che ciò che è emerso fino ad ora è solo la punta dell'iceberg. La gente è in collera soprattutto per il carattere assolutamente spregevole di questi atti commessi in seno alla Chiesa su vittime innocenti e incapaci di difendersi, opera di autentici pedofili schifosi e manipolatori, sotto coperto di autorità religiosa. Non c'è da mostrare troppa condiscendenza in casi come questi, e sono personalmente d'accordo con chi propone di rendere questi crimini imprescrittibili. Cordiali saluti.

Falla finita 3 mesi fa su tio
Possa, si dice possa 🐷💩

Falla finita 3 mesi fa su tio
Se fosse vero, la sua anima potesse bruciare all’inferno

fugu 3 mesi fa su tio
"13Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. 14Gesù, al vedere questo, s'indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. 15In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». 16E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro." (Matteo 19,13-15) Neh?

Livio 3 mesi fa su tio
Un altro Santo

Dylan Dog 3 mesi fa su tio
Non luogo a procedere per prescrizione non vuol dire innocenti!! Fate 💩💩💩

lguidicelli 3 mesi fa su tio
Risposta a Dylan Dog
vero, e allora aboliamo del tutto dalle leggi civili, penali e amministrative il concetto di prescrizione. Così potremo finire tutti in galere per le 2 caramelle rubate al chiosco 40 anni fa, oppure per non aver rispettato un rosso o una doppia riga durante un sorpasso

fugu 3 mesi fa su tio
Risposta a lguidicelli
lguidicelli: Due caramelle rubate non hanno alcuna comune misura con atti sessuali perpetrati su fanciulli, spesso ripetuti per anni, con rinforzo di minacce. Fra la marachella e il crimine sessuale su minorenni e il crimine in generale c'è un mondo. Certe cose sono perdonabili, altre no.

curiuus 3 mesi fa su tio
Cos'altro ci si poteva attendere ? 😒😒😒
NOTIZIE PIÙ LETTE