Cerca e trova immobili

ASCONAIl mistero della cagnolina scomparsa

31.05.23 - 06:30
Morgana, meticcio beige, sarebbe stata rapita da una donna che ne è ossessionata. Mancano però le prove. Preoccupate le proprietarie.
Lettore Tio/20Minuti
Il mistero della cagnolina scomparsa
Morgana, meticcio beige, sarebbe stata rapita da una donna che ne è ossessionata. Mancano però le prove. Preoccupate le proprietarie.

ASCONA - Un cane che sparisce nel nulla, in Viale Monte Verità ad Ascona. È un meticcio beige di nove anni. Si chiama Morgana. La scomparsa risale al pomeriggio dello scorso 4 maggio, un giovedì. E dietro al singolare caso sembra esserci una storia intricata.

L'ipotesi – «Morgana è stata rapita dopo che è uscita di casa da sola – sostiene Elena Walder, madre della proprietaria –. Io e le mie figlie pensiamo di sapere chi se l'è portata via. Si tratterebbe di una donna con alcuni precedenti in tal senso». 

La denuncia – Di Morgana e della sua vicenda Tio/20Minuti aveva già riferito nelle scorse settimane. Stavolta si entra più nei dettagli. Le proprietarie hanno sporto denuncia contro ignoti in polizia. Ma Elena è convinta che ci sia qualcosa di particole dietro a questa situazione.

Presunta ossessione – «Nei giorni successivi la sparizione – riprende – Morgana sarebbe stata avvistata in più punti di Ascona e poi su un bus con un ragazzo. La nostra ipotesi è che la scomparsa della nostra cagnolina sia dovuta a una donna ossessionata dall'animale. In passato si era occupata proprio di Morgana come dog sitter».

Il misterioso ragazzo – Una trama contorta. Una vicenda che sta creando parecchia sofferenza. «Siamo riuscite a visionare dei filmati legati al bus e alla fermata. Su quel bus c'era anche l'ex dog sitter in compagnia del ragazzo che teneva la cagnolina al guinzaglio. Non abbiamo prove. Ma evidentemente qualcosa non torna».

Angoscia – La polizia ha fatto visita alla signora, non trovando Morgana. «Ci immaginiamo che la cagnolina si trovi al momento in un altro luogo, aspettando che le acque si calmino. Preghiamo chiunque abbia visto qualcosa di contattarci ai seguenti numeri di telefono: 076/ 5851146 e 079/ 7919171. La nostra angoscia cresce di giorno in giorno. E non sappiamo come comportarci».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE