Cerca e trova immobili

UBSSergio Ermotti è il nuovo Ceo di Ubs. «Sono onorato»

29.03.23 - 07:13
Il ticinese tornerà a capo della banca a partire dal 5 aprile
TiPress
Sergio Ermotti è il nuovo Ceo di Ubs. «Sono onorato»
Il ticinese tornerà a capo della banca a partire dal 5 aprile

ZURIGO - Sergio Ermotti torna alla testa di UBS. A capo della prima banca svizzera fino al 2020, il ticinese assumerà nuovamente questa responsabilità in occasione della prossima assemblea generale prevista per il 5 aprile, succedendo all'olandese Ralph Hammers, che ha accettato di dimettersi per servire gli interessi della nuova combinazione (Ubs-Credit Suisse) e del settore finanziario e del Paese.

Come riferito in un comunicato, a cui farà seguito in giornata una conferenza stampa, Ralph Hamers rimarrà in Ubs e lavorerà al fianco di Sergio Ermotti come consulente durante un periodo di transizione per garantire un passaggio di consegne agevole.

L'annuncio fa seguito all'acquisizione di Credit Suisse da parte dell'istituto bancario, avvenuta lo scorso 19 marzo. Il Consiglio, spiega Ubs, ha preso questa decisione alla luce delle nuove sfide e priorità da affrontare.

Un passato in Ubs di successo - Ermotti aveva già ricoperto la carica di Group Chief Executive Officer presso Ubs e aveva riposizionato con successo la banca a seguito della grave crisi del 2008 che aveva avuto conseguenze globali. In particolare, continua la nota, «ha rafforzato la solidità finanziaria e migliorato la resilienza ponendo al centro l'attività di gestione patrimoniale».

Il ticinese ha inoltre «trasformato rapidamente la banca d'affari riducendone l'impronta e ha realizzato un profondo cambiamento culturale che ha permesso all'istituto di credito di riconquistare la fiducia dei clienti e di altri stakeholder, ripristinando al tempo stesso l'orgoglio delle persone di lavorare per Ubs».

«Sono onorato» - Ermotti ha dichiarato di sentirsi «onorato» per essere stato chiamato a guidare la banca «in un momento così importante». Ha espresso la sua gratitudine a «Ralph, per aver saputo guidare Ubs con tanto successo».

Ha continuato affermando che il compito che gli viene affidato oggi «è urgente e impegnativo. Per farlo in modo sostenibile e con successo, e nell'interesse di tutte le parti coinvolte, dobbiamo valutare attentamente e sistematicamente tutte le opzioni. Sono consapevole dell'incertezza che molti provano e prometto che, insieme ai miei colleghi, la nostra piena attenzione sarà rivolta a fornire il miglior risultato possibile per i nostri clienti, i nostri dipendenti, i nostri azionisti e il governo svizzero».

Dispiaceri e speranze - Anche se Hammers si dice dispiaciuto, «le circostanze sono cambiate in modi che nessuno di noi si aspettava. L'integrazione del Credit Suisse è il compito più importante di Ubs ora e sono sicuro che Sergio guiderà con successo la banca in questa fase successiva».

E continua: «Mi faccio da parte nell'interesse della nuova entità combinata e dei suoi stakeholder, compresa la Svizzera e il suo settore finanziario: è stato un piacere e un privilegio guidare questa grande banca al punto in cui si trova oggi».

«Nuove priorità» - Si è espresso anche il presidente Ubs Colm Kelleher, che ha voluto condividere il «più profondo rispetto e gratitudine per tutto ciò che Ralph ha realizzato negli ultimi due anni e mezzo e per il suo ruolo determinante nella realizzazione dell'operazione con Credit Suisse, nonché per la sua comprensione rispetto alla situazione attuale e per la sua disponibilità a dimettersi».

«L'acquisizione di Credit Suisse ci impone nuove priorità. Con la sua esperienza unica, sono molto fiducioso che Sergio realizzerà l'integrazione assolutamente essenziale per i clienti, i dipendenti e gli investitori di entrambe le banche, e per la Svizzera con successo. So che Sergio partirà correndo».

Passaggio rapido da Swiss Re - Sergio Ermotti ricopre attualmente la carica di presidente di Swiss Re.

Per facilitare una transizione ordinata in Swiss Re, si candiderà per la rielezione all'Annual General Meeting del 12 aprile 2023 e intende dimettersi dalla società di assicurazioni subito dopo, a seguito di un breve periodo di passaggio di consegne.

Swiss Re ha tenuto a specificare, in una nota separata, che l'Autoirtà di vigilanza sui mercati finanziari (Finma) sostiene questa procedura. E il consiglio di amministrazione della società di assicurazioni avvierà la ricerca di un successore a Ermotti. Nel frattempo è stato nominato il belga Jacques de Vaucleroy, nel Cda dal 2017. 

COMMENTI
 

Don Quijote 11 mesi fa su tio
Non vedrò, non sentirò e non parlerò... :-)

F/A-19 11 mesi fa su tio
Meglio chiudere un po’ di conti, un’altro che ha incassato milioni a palate oltre che bonus. Non riesco a capire cosa potrà dare di più degli altri....

Zanzaratigre 11 mesi fa su tio
Adesso dormiamo tutti più tranquilli, ci pensa lui

Astalavista 11 mesi fa su tio
...solo x ricommentare i post a margine ... chi dà (di nuovo) il benvenuto a Ermotti, giudico che, dovrebbero avere dagli 80' anni in su 😅 Ha cominciato con il pallottoliere in banca e a tutt` oggi muoverà la tastiera del PC con 2 dita ... dico io ... ma dovrebbero dare 1 premio all' ultimo CEO di CS ... ditemi !? I 100 mio delle Casse Pensioni di Migros, dove sono spariti ... su 1Isola delle Caiman ...presumo 😂

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
A parte i 100 mio di Migros ti ricordo i 16 miliardi di tanti risparmiatori.....

freevoice 11 mesi fa su tio
Ovviamente ricoprirà la carica di CEO per puro patrioticismo, non per un compenso milionario....Magari sarà pure la persona giusta, ma non sarà esente dall'applicare quelle misure impopolari che saranno necessarie....quindi i posti di lavoro che andranno tagliati restano comunque la macchia nera in tutta questa grande operazione speculativa.

Bred 11 mesi fa su tio
Sicuramente una scelta appropriata e ponderata. Il Signor Ermotti si è sempre dimostrato all'altezza dei propri incarichi ed è uno partito dalla gavetta. Dalla formazione presso l'ormai compianta scuola professionale commerciale di Viganello (si, perché Ermotti è partito dall'apprendistato), su su, fino ai vertici bancari mondiali. È un uomo di grandi capacità e gli auguro il meglio. Buon lavoro a lui e a tutti i suoi futuri collaboratori! 💪

Frankino 11 mesi fa su tio
complimenti SEO

Lux Von Alchemy 11 mesi fa su tio
Bisogna rilanciare il mercato Svizzero dell’acquisizione facilitata della prima casa: garanzia del Governo per il 25%, senza interessi per 30 anni + prestito ipotecario del 65% da parte delle maggiori banche Svizzere (privo di ammortamento ad interesse 1.5% per 30 anni) e 10% cash da parte dell’acquirente. La Svizzera, con un alto reddito procapite, è ancora al di sotto di 1/3 come proprietari della propria abitazione. Bisogna finirla con i cartelli degli assicuratori..

Bred 11 mesi fa su tio
Risposta a Lux Von Alchemy
Concordo pienamente

Skorpio69 11 mesi fa su tio
Vedo che sono tutti contenti....forse , anzi, sicuramente non lo conoscete bene. Lui è il maestro nel lasciare a casa gente in esubero....chiedete ai dipendenti ubs e cs se sono contenti ....

bibis 11 mesi fa su tio
Risposta a Skorpio69
se sono in esubero.. ciaociao. Come in tutte le società che vanno male. Mitico Ermotti sei tutti noi!

gregorio 11 mesi fa su tio
beh se non altro è la conferma che siamo nella cacca più profonda se la politica e la finanza swizzera deve riesumare il bel Ermottone per sistemare il lavoro fatto dai nostri super politici e super banchieri, aspettate a vendere le azioni UBS che dalle 9.00 andranno su! buon lavoro Sergio!

Rosa 11 mesi fa su tio
Credo sia una buona notizia. Buon lavoro signor Ermotti!

bobifurgo 11 mesi fa su tio
Buona notizia per il ritorno di un manager di valore. Partito dal basso riuscendo a scalare le più alte vette della finanza mondiale. Dobbiamo esserne fieri e speriamo che la sua nomina possa arginare la molto probabile emorragia di personale dovuta alla fusione tra UBS e CS. Penso abbia una spiccata sensibilità riguardo a tale e delicato argomento. Una sfida importante che comporterà scelte difficili e dolorose. Auguri a Ermotti sperando che il settore bancario torni un giorno a risplendere, malgrado la situazione globale odierna. Good luck

dan007 11 mesi fa su tio
Grande Ermotti almeno un quadro di casa nostra che a una visione di come deve essere una banca nel futuro

Bric&Brac 11 mesi fa su tio
Tanti sinceri auguri per questa nuova sfida

Astalavista 11 mesi fa su tio
...ho letto bene 😭 Ermotti a capo !? Quanti Manager disoccupati abbiamo !? Vergognoso

Lore55 11 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Ma per favore!!! La persona giusta al posto giusto! Quanti sarebbero in grado di sostenere la funzione? Per il benessere e la sicurezza dà fiducia e porta esperienza!

Frankeat 11 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Non lo so quanti ne abbiamo, ma puoi farci un elenco di almeno 5 persone che avrebbero potuto ricoprire quella carica pf?

gigipippa 11 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Il bravo manager lo si vede quando ci sono i problemi, quindi difficilmente perde il suo lavoro. Tutti gli altri semplicemente sono zavorre per le aziende.

bibis 11 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
se sono disoccupati.. ci sarà un motivo.
NOTIZIE PIÙ LETTE