Immobili
Veicoli

LOCARNONonostante l'afa, una folla per Blanco

19.06.22 - 16:30
Quasi 12 mila i presenti, ieri sera, al secondo appuntamento del Connection Festival di Locarno.
Tipress
Nonostante l'afa, una folla per Blanco
Quasi 12 mila i presenti, ieri sera, al secondo appuntamento del Connection Festival di Locarno.
A parte qualche malore provocato dal caldo, la serata è stata un successo. Il sindaco Scherrer: «Felici di avere anche una proposta così fresca»

LOCARNO - Hanno sfidato la canicola (e in alcuni casi anche la propria resistenza fisica). Erano quasi 12 mila, sabato sera, gli spettatori di quella che probabilmente era la serata più attesa del Connection Festival di Locarno. A far battere il cuore dello stuolo di giovanissime, giunte da ogni dove, c'era infatti il vincitore sanremese Blanco, in quella che è stata l'unica tappa svizzera del suo "Blu Celeste Tour".

L'appeal "giovane" del talento 19enne si è manifestato già nella prima mattinata di sabato. «Il fatto che ci fosse tanta attesa ha spinto diverse persone ad arrivare prima del dovuto», commenta l'organizzatore dell'evento, Gabriele Censi. La classica calca ha iniziato a vedersi che non era ancora mezzogiorno. Tutto per non farsi sfuggire i posti più vicini al palco. «Una serata decisamente calda, in tutti i sensi».

Complice il caldo, non è mancato qualche malore. «Il fatto di stare dalle 10 del mattino sotto la stecca del sole, senza quasi bere o mangiare, non ha aiutato - prosegue l'organizzatore -. Nonostante sia stata regalata l'acqua, abbiamo avuto qualche malore o svenimento. Praticamente tutti ragazzini che hanno sottovalutato i pericoli del caldo. Un paio sono finiti in pronto soccorso, ma nulla di grave».

Fan sfegatati a parte, la serata può tranquillamente essere ricordata come un successo: «L'atmosfera era fantastica, densa di emozioni. Le prime file, giovanissime, trasmettevano un'energia straordinaria. Si respirava a pieni polmoni la voglia di far festa e di rivivere un concerto dal vero».

«Bello vedere così tanti giovani» - Emozione, questa, percepita anche dal sindaco di Locarno, Alain Scherrer: «È stato bello vedere tanta gioventù pronta a riabbracciare occasioni per divertirsi in compagnia, dopo due anni complicati come quelli dettati dal contesto pandemico».

Per Scherrer la festa è ricominciata con i migliori presupposti: «C'era davvero bella gente, educata e con la voglia di divertirsi in modo sano. Non mi pare infatti vi siano stati disordini di nessun tipo».

Anche la proposta è piaciuta al Sindaco: «Un evento, questo, complementare al Moon&Stars. Fa piacere riuscire a offrire intrattenimenti per tutte le fasce d'età».

La chiusura del festiva tocca stasera all'apprezzato cantautore romano, Ultimo, che porterà al Connection le atmosfere piano e voce del suo “Solo” con un concerto sicuramente memorabile.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO