Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
FAIDO
50 min
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE / GRIGIONI
51 min
Otto incidenti in quattro anni, ma è sicura
Positivo l'esito dello studio sulla sicurezza nonostante l’incidentalità registrata dall’apertura.
CANTONE
1 ora
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
1 ora
Mercatini, tra Covid e rinvii
Mascherina obbligatoria a Chiasso. Posticipo causa neve a Tesserete
CANTONE
2 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
2 ore
LAMal, l'autorizzazione a esercitare passa al Cantone
Il Consiglio di Stato ha approvato la modifica dell'ordinanza sull'assicurazione malattie.
CANTONE
2 ore
Festeggiati 440 neolaureati della SUPSI
Sono quindi 791 in totale i titoli Bachelor rilasciati dalla SUPSI nel 2021, ai quali si aggiungono 268 Master.
CANTONE
2 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Turismo estivo: la pandemia ha giovato al Ticino
In gran parte della Svizzera si è ancora lontani dai pernottamenti registrati nel 2019. Il nostro Cantone fa eccezione.
LUGANO
3 ore
Accademia in lutto, è morto Aurelio Galfetti
Aveva creato l'Accademia di architettura di Mendrisio. Aveva 85 anni.
CANTONE
3 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
4 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
LUGANO
23.11.2021 - 10:310

Lugano è la seconda città più rumorosa della Svizzera

Nel comune ticinese un alloggio su cinque è esposto a un rumore di oltre 60 decibel.

Solo Ginevra soffre di un inquinamento acustico maggiore. Sul podio troviamo anche Losanna, mentre tra le città più tranquille troviamo Berna.

LUGANO - Lugano è la seconda città più rumorosa della Svizzera: solo a Ginevra è maggiore la percentuale di alloggi esposta a un elevato inquinamento acustico è maggiore. Sul terzo gradino del podio, più staccata, troviamo Losanna, seguita da Lucerna, Basilea e Zurigo. Più tranquilla è invece Berna.

La fotografia emerge da un'analisi della banca cantonale di Zurigo, che mette per esempio in luce come a Lugano un alloggio su cinque sia esposto a un rumore di oltre 60 decibel, equivalente a quello provocato da un tosaerba a una distanza di 10 metri, che potrebbe essere percepito anche tenendo le finestre chiuse. In generale quasi l'80% delle unità abitative della città sul Ceresio risulta esposta a molto rumore, cioè oltre i 50 decibel.

Il fatto che la pace e la tranquillità siano apprezzate può essere dimostrato statisticamente. Sulla base delle inserzioni sul portale Homegrate i ricercatori di ZKB hanno potuto stabilire che a partire da 50 decibel gli appartamenti in affitto costano l'1% in meno per ogni 5 decibel in più.

Gli esperti della banca cantonale hanno calcolato che le relative perdite d'introiti per i proprietari ammontano a oltre 320 milioni di franchi all'anno a livello svizzero. Ginevra risulta avere l'ammanco più elevato, con 40 milioni, seguita da Zurigo, che perde 28 milioni.

Il rapporto della ZKB mette inoltre in evidenza altre tendenze già note: per esempio quella dell'aumento dei prezzi degli alloggi in proprietà, che secondo l'istituto dovrebbero salire del 6% in Svizzera nel 2021, con punte del 7,5% a Zurigo. Una crescita dettata dalla forte domanda, a sua volta alimentata dalla voglia di maggiori spazi sulla scia della pandemia.

Per quanto riguarda i problemi delle catene di rifornimenti lo studio sottolinea come a soffrire della situazione siano soprattutto i privati. Nell'ambito dei lavori edili gli artigiani danno infatti la priorità ai grandi progetti, sperando in ulteriori commesse.

Altro punto interessante: i professionisti immobiliari mettono meno inserzioni sui portali, perché possono contare su una domanda sufficiente attraverso i propri canali. Gli appartamenti di edifici in costruzione vengono a volte già venduti ancora prima che si comincino i lavo

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 1 sett fa su tio
La città più rumorosa del Ticino è.......Chiasso ;-))
F/A-19 1 sett fa su tio
Cari amici a favore o contrari al PSE ma tutti a favore dello stadio e dello sport, leggetevi con attenzione l’inserto pubblicato in secondo piano su Tio dell’architetto Carola Barchi che spiega chiaramente come stanno le cose. Non facciamoci infinocchiare dai grandi proclami dei nostri politici che trattano la cosa pubblica come fosse cosa loro per poi fregarsi le mani e poi distribuire ai soliti noti. Non permettiamo tutto questo, difendiamo i diritti dei cittadini.
dan007 1 sett fa su tio
Si indiscusso e un caos bisognerebbe aumentare le autostrade da la fritniera a lugano pedaggio giornaliero visto che io quando vado a Milano pago 20 euros andata e ritorno
Tato50 1 sett fa su tio
@dan007 Fai solo andata così eviti di scrivere cavolate ;-(((
F/A-19 1 sett fa su tio
Chissà quanto varranno gli appartamenti intorno al nuovo stadio quando organizzeranno i mega concerti oltre alle partite a livello nazionale ed internazionale. Se poi come si prospetta, il traffico quadruplicherà a causa della concentrazione di servizi pubblici come amministrazione e polizia siamo apposto. Poi avremo la già battezzata via stadio, mega strada a quattro corsie che distribuirà il traffico su più corsie nell’illusione di farlo scomparire. Nel contempo il centro di lugano che già ora è un mortorio, diventerà un deserto, infatti dicono i promotori del si allo sport e degli affari per pochi, che ci penseranno le 150 persone che occuperanno gli ex uffici dell’amministrazione, a ravvivare la città, ma per favore...., che calpiterò a stanno dicendo! Il tutto condito da un bel l’aumento delle tasse generalizzato avallato anche dalla lega, il partito che ha fatto la lotta per non tassare il rut, ora pare che non si sofferma affatto di tassare tutti i suoi cittadini. Il mio parere è che la bella perla del Ceres io sta diventando sempre più una brutta ed invivibile città, caotica, paralizzata, cara, inquinata e qualcuno in più se ne va, questa è la tendenza. Sopratutto mammano quelli che pagheranno molte tasse in più, proprio quelli che invece bisognerebbe tener tranquilli.
Mattiatr 1 sett fa su tio
@F/A-19 Sai, non penso che spostare l'amministrazione comunale comporti un decorso morente del centro.¶ Diciamo che sarebbe più utile smetter di scassare le ba11e per ogni singolo ''cip'' serale, per ogni festa ecc. Si vuole che il centro viva? Bene, via limiti orari per i bar, servizi pubblici maggiorati nelle fasce serali, via affitti alle pubbliche piazze, ecc. Poi si può sperare che ciò funzioni, portando manifestazioni, servizi e via dicendo. Non è qualche ufficio a render viva una città, altrimenti Lugano, Locarno e Bellinzona non sarebbero deprimenti. Per rendere un centro attrattivo devo poter ascoltar musica, bermi le mie birre al bar, far festa, poter trovare qualcosa nelle piazze e via dicendo. Oggi invece a Lugano se in 20 fanno i gana°a gli altri 80 si ritrovano coinvolti in sparatorie e sgomberi, dimmi te se uno stadio possa rappresentare un cambiamento in tutto ciò. Il problema di Lugano e del Ticino è nel complesso, generico, poi ovviamente può esser approfondito per trovare cause e soluzioni, ma non in un singolo progetto. Diciamo che sarebbe utile un cambio di prospettiva prima di far discorsi del genere (non mi riferisco a te ma a chi finge il pubblico interesse spacciandosi per politico)
F/A-19 1 sett fa su tio
@Mattiatr Il discorso è molto lungo e complicato, comunque il progetto stadio e palazzetto era già pronto nel 2014 x 120’000.- Poi sono passati 8 anni a ingigantire tutto e tra un po’ magari saremo ancora con niente in mano. Così è stato x il Conza e per l’aeroporto. Questo è un segnale che i nostri politici non concludono niente. Vedi il Macello, se lo lasciavano lì dov’era era già un problema in meno. Poi caro mio devo dire che i cittadini hanno delle esigenze pratiche e facilmente risolvibili ma questi signori non fanno nulla, io ne sono testimone e parlo x cognizione di causa.
Mattiatr 1 sett fa su tio
@F/A-19 Non sono luganese, difatti ho volutamente ridotto al minimo i miei interventi riguardo il PSE. Ritengo da sopracenerino che in Ticino si parla troppo, inutilmente di Lugano. Possibile che ogni affare luganese divenga questione di stato in tutto il cantone? Ridicolo, sopra tutto pensando al fatto che come giustamente fai notare, non sono esempi di prestigio e qualità negli interventi.¶ Il mio voleva esser una critica di quella che è divenuta la cultura ticinese. Non vanto una vita lunga, visto che non pago le tasse da molto, però dai racconti delle generazioni precedenti posso constatare che negli ultimi 20-30 anni il cantone sia cambiato in peggio. Per farti capire ciò che intendo ti inviterei a fare un giro nei luoghi della ''baldoria ventenne'', noterai che non rimane molto. Questo è dato dal fatto che comuni e cantone hanno fatto una pianificazione territoriale ridicola, rimuovendo spazi di svago sostituendoli con comparti abitativi.¶ Si parla di rianimare i centri ormai morenti, la soluzione è riempirli di appartamenti colmi di persone pronte a chiamare la polizia per ogni minimo rumore, mi pare contrastante. Come si può voler vivere in un cantone dove, come detto, per una ventina di defic1enti si abbattono luoghi di ritrovo e si spara alla folla. Ci rendiamo conto di cosa i fatti recenti, proprio a Lugano, comportano? Lo stato sta influendo troppo sulle vite private dei cittadini, e lo sta facendo in maniera controproducente. Per quanto mi riguarda è necessario un cambio di direzione, cosa che non avverrà finché al posto di concedere un po' di libertà alle persone si ascolteranno solo i pensionati che vogliono silenzio dalle 16.00 per esser sicuri di dormire bene.
F/A-19 1 sett fa su tio
@Mattiatr Concordo ed è per questo che tanti se ne vanno da Lugano, la domanda da farsi è che cosa rimane di pittoresco ed attrattivo se vanno ad ammassare casermoni uni attaccato all’altro? Dove vanno i nostri giovani se gli si toglie tutti i posti di svago? Oppure li vogliamo tutti sulle piste di atletica a faticare ed a vent’anni obbligati a vincere le Olimpiadi in concorrenza spietata l’uno con l’altro? Ma la vita non è questa, questo è stress, la gente cerca tempo libero, spazio verde, servizi a tutte le ore, locali aperti, posteggi in centro, pochi radar, poche rotture di B....e , ecc, ecc.
Mattiatr 1 sett fa su tio
@F/A-19 Che bello esser d'accordo ;-) In ogni caso mi pare chiaro che la gente non vive volentieri dove gli altri e lo stato ti scassano le ba11e, cosa che in Ticino non avviene.
Alexch67 1 sett fa su tio
Basta ridurre del 50% il numero dì frontalieri
Dalu 1 sett fa su tio
Lugano una volta era bella…

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-06 12:55:31 | 91.208.130.89