Emil Frey
La simbolica consegna di un buono. (Da sinistra Gabriele Beltrami, direttore GastroTicino, Luca Mogliazzi, patron Osteria degli Amici, Figino e Roberto Pesare, direttore Emil Frey Noranco).
LUGANO
06.05.2021 - 15:250
Aggiornamento : 15:56

Un a(i)uto a quattro ruote per la ristorazione

Ha avuto un ottimo successo la collaborazione tra Emil Frey e GastroTicino.

Oltre 200 clienti hanno potuto beneficiare dell'iniziativa che prevedeva il regalo di un buono pasto da 300 franchi a coloro che acquistavano un'auto tra febbraio e marzo.

NORANCO - La ristorazione ticinese ha riaperto le terrazze, ma soffre ancora di una situazione estremamente difficile che rischia di mettere in ginocchio il settore.

Durante i lunghi mesi di lockdown, tuttavia, in diversi hanno cercato di aiutare ristoranti e alberghi, attraverso iniziative di diverso genere. Spicca quella inusuale, ma molto concreta e importante dal punto di vista morale, del Garage Emil Frey Noranco che a febbraio ha avviato una collaborazione con GastroTicino per sostenere un settore così duramente colpito dalla pandemia. L'iniziativa prevedeva che Emil Frey Noranco regalasse 300 franchi in buoni pasto di GastroTicino a tutti coloro che - in febbraio e marzo - avessero acquistato un’automobile. «GastroTicino ringrazia di cuore l’auto-salone e il suo direttore Roberto Pesare, a nome di tutti gli associati. La promozione - sottolinea Gabriele Beltrami, direttore di GastroTicino - è stata tanto più gradita quanto inaspettata. In un momento di grave difficoltà, non solo è essenziale ricevere aiuti che possano garantire un futuro alla propria impresa, ma è anche apprezzato qualsiasi segno tangibile di vicinanza».

La diffusione del coronavirus ha comportato misure di protezione e chiusure, che hanno avuto effetti negativi anche sul mercato dell’automobile. Ma il dinamismo che contraddistingue il Gruppo Emil Frey, ha fatto sì che si potessero adottare tutte quelle iniziative atte a garantire nuova linfa alle vendite nel settore automobilistico che, con e a causa della chiusura degli showroom, ha attraversato una fase di profondo cambiamento. «Abbiamo utilizzato - aggiunge il direttore Roberto Pesare - la moderna tecnologia per consentire a vecchi e nuovi clienti, di poter riservare online un test drive o di ricevere la vettura scelta direttamente a casa propria, nel rispetto delle normative federali. L’iniziativa legata ai buoni pasto di GastroTicino ha aiutato a rendere le nostre promozioni ancora più "gustose" e siamo lieti di poter confermare che sono oltre 200 i clienti che hanno ricevuto i buoni grazie all'acquisto di un'automobile. Una soddisfazione anche morale per aver potuto sostenere l’economia del nostro territorio».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Booble63 4 mesi fa su tio
Questa è pura pubblicità parassitaria. Che notizia è? Sapere che il gruppo Frey ha venduto 200 auto in due mesi? Oppure sapere che il settore della gastronomia sta soffrendo? Non bastano le lagne di Suter?
seo56 4 mesi fa su tio
Pubblicità gratuita 😏

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-22 21:10:56 | 91.208.130.87