tipress
MENDRISIO/LUGANO
02.05.2021 - 16:500

La terza corsia «non risolve niente»

La polemica corre lungo l'A2 tra Lugano e Mendrisio

MENDRISIO/LUGANO - La terza corsia dell'A2 continua a far discutere nel Sottoceneri. Da una parte l'USTRA e il TCS sezione Ticino, a favore del progetto. Dall'altra il comitato promotore della petizione contraria all'ampliamento, che oggi in un comunicato ha ribadito le ragioni del "no". 

I contrari concordano con i favorevoli su un punto: «La mobilità nel Basso Ceresio e nel Mendrisiotto non è assolutamente più funzionale né tantomeno accettabile per tutti gli attori coinvolti» si legge nel comunicato. «Per questo motivo ci aspettiamo una soluzione che possa risolvere definitivamente la drammatica situazione che stiamo vivendo e che vivranno in futuro i nostri figli e i nostri nipoti». 

La soluzione secondo il comitato non è però quella di realizzare una terza corsia tra Lugano e Mendrisio come progettato dall'USTRA. Il cosiddetto PoLuMe «andrebbe gravemente ad intaccare il territorio, l’ambiente e la saluta pubblica e non risolverebbe il problema del traffico, perlomeno nel lungo termine» scrivono i contrati. Al contratio, tra Maroggia e Melano la situazione del traffico «è destinata a peggiorare a causa della costruzione di nuovi semisvincoli e dell’aumento del traffico in autostrada». 

La richiesta del comitato è invece di spostare «tutto il comparto autostradale in galleria» oppure di creare una circonvallazione attorno a Maroggia e Melano per «riportare la qualità di vita nei nostri comuni a come era prima dell'autostrada». 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-19 20:36:51 | 91.208.130.87