Immobili
Veicoli

CANTONEAnche gli insegnanti alzano la voce

30.04.21 - 22:34
«Le autorità si limitano all'imposizione di direttive senza analizzare gli effetti bisogni degli studenti»
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
30.04.21 - 22:34
Anche gli insegnanti alzano la voce
«Le autorità si limitano all'imposizione di direttive senza analizzare gli effetti bisogni degli studenti»
L'Associazione docenti scuole medie superiori si schiera dalla parte dei giovani, colpiti da un «disagio sovradimensionato».

Dopo gli studenti - che hanno consegnato oggi al Consiglio di Stato la petizione con oltre mille firme “Pandemia e difficoltà scolastiche: sosteniamo il corpo studentesco!” - tocca agli insegnanti dire la loro. L'Associazione docenti scuole medie superiori (ADSMS), sezione ticinese della Società svizzera insegnanti scuole secondarie (SSISS), ha sottoscritto senza riserve il documento pubblicato dal Movimento della Scuola in data 26 aprile dal titolo "Nelle scuole va veramente tutto bene?".

In particolare, al centro del documento c'è"la condizione del docente" ritenuta «imprescindibile variabile dello stato di salute degli allievi, messo a dura prova, oltre che dal confinamento, dalle difficili condizioni vissute durante l'anno scolastico in corso per poter recuperare le lacune manifestate a settembre e sostenere i ritmi nei mesi successivi». I docenti, nel quotidiano, condividono «il disagio di un numero sovradimensionato di ragazze e ragazzi che arrancano o addirittura si perdono».

L'Associazione docenti scuole medie superiori rivolge pure una critica alle autorità che «si limitano all'imposizione di direttive, peraltro spesso incomprensibili o addirittura inapplicabili». Mentre, invece, «non emerge la volontà di registrare e analizzare gli effettivi bisogni sul piano formativo, psicologico, emotivo, per poterli confrontare con le forze in campo e trarne le debite conseguenze in termini di rafforzamento della rete di sostegno costituita da genitori, docenti e operatori». «Per il Dipartimento - conclude la presa di posizione - nelle scuole va tutto bene...».

COMMENTI
 
vulpus 1 anno fa su tio
Abbiamo un consiglio di stato dedito alle proibizioni, ai divieti, alle limitazioni , alle leggine e alle multe. Gobbi e Bertoli un disastro: uno quando apre la bocca crea solo problemi, l'altro tace da mesi.E... gli altri tre chi sono? Tutti spariti.
marco17 1 anno fa su tio
Per fortuna rimani tu con le tue sentenze inappellabili da osteria.
Veveve 1 anno fa su tio
Non va tutto bene si può sempre fare meglio ovvio però se si considera la situazione in tutto il resto del mondo io direi che per una volta ci si potrebbe anche adattare e non sempre solo lamentare! Più di così non si poteva fare! Per fortuna i nostri ragazzi in questo anno scolastico non hanno perso un solo giorno di scuola !
marco17 1 anno fa su tio
Generazione bambagia.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO