Archivio Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
6 ore
Il Rabadan ha un nuovo presidente
Lascia Petraglio, gli succede Capoferri
LUGANO
6 ore
Tpl, deficit da 1,5 milioni
L'azienda di trasporto pubblico ha accusato il colpo della pandemia. E chiude in rosso per la prima volta
CHIASSO
7 ore
Fumo nel vagone ristorante
Intervento dei pompieri in un treno fermo alla stazione di Chiasso
FOTO
SAN VITTORE (GR)
9 ore
Incidente sull'A13, il furgone era fermo a un posto di blocco
Due persone sono leggermente rimaste ferite nel tamponamento avvenuto questo pomeriggio nei pressi di San Vittore.
CANTONE / LUCERNA
11 ore
Un 63enne lucernese trova la morte tra i boschi di Novaggio
Il cadavere dell'uomo, scomparso domenica, è stato rinvenuto lunedì sera nei pressi di un sentiero escursionistico.
MONTECENERI
11 ore
Lo Splash&Spa è pronto alla riapertura completa
Con gli allentamenti decisi oggi dal Consiglio federale, da martedì 29 giugno saranno di nuovo agibili piscine e scivoli
SAN VITTORE (GR)
11 ore
Auto e furgone ribaltati in A13
Incidente oggi pomeriggio a Lumino. Sul posto ambulanze e polizia cantonale
LOSONE
11 ore
Divieto d'uso dell'ex Caserma: «Un duro colpo per la cultura»
Il Municipio di Losone reagisce alla decisione del Tram si annullare la pianificazione del comparto.
BELLINZONA
12 ore
«Quei furgoni sporgono e gli agenti non multano»
Arriva in Consiglio comunale la petizione con cui l'ex politico chiede di sanzionare il Municipio e la Polcom
FOTO
CHIASSO
12 ore
Una scatola ottica per ammirare Roma da Chiasso
Il polyorama panottico sarà esposto al m.a.x. Museo fino al 12 settembre.
CANTONE
28.04.2021 - 12:500
Aggiornamento : 15:35

Ex funzionario DSS condannato: le reazioni

Dopo la sentenza della Corte di Appello, scatta l'interpellanza al Consiglio di Stato

BELLINZONA - L'ex funzionario del DSS è stato condannato a una pena detentiva, sospesa, di diciotto mesi per aver abusato di una giovane. Il sessantunenne è infatti stato riconosciuto colpevole di coazione sessuale ma anche di violenza carnale. È quanto ha stabilito la Corte di appello e revisione penale, che ha oggi comunicato una sentenza più severa rispetto a quella di primo grado.

Una condanna che torna far discutere la politica, in particolare dopo che lo scorso 24 settembre il Gran Consiglio aveva bocciato l'istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta sull'operato e le eventuali responsabilità dei funzionari dirigenti coinvolti nelle indagini sugli abusi sessuali commessi dall'imputato, quando era impiegato in seno al Dipartimento della sanità e della socialità.

Ecco dunque che a seguito della pubblicazione della sentenza, sulla questione scatta un'interpellanza al Consiglio di Stato firmata dai deputati Sabrina Aldi (Lega), Tamara Merlo (Più Donne), Fiorenzo Dadò (PPD) e Boris Bignasca (Lega). «Bisogna far luce su quanto accaduto e questo soprattutto per evitare che ci possano essere altri casi simili e altre vittime in futuro» ribadiscono i firmatari dell'atto parlamentare, sottolineando che considerato l'inasprimento della pena la fattispecie è ben più grave.

L'interpellanza chiede quindi lumi al Governo sulla procedura di sospensione e poi di licenziamento dell'ex funzionario condannato. Si parla anche di prestazioni e privilegi pensionistici.

Le domande al Consiglio di Stato

  1. Quando il Governo ha discusso della sospensione del funzionario? Quale è stata la decisione in merito?
  2. Durante il periodo di sospensione il funzionario ha continuato a percepire lo stipendio? Durante il periodo di sospensione il funzionario ha continuato a maturare le prestazioni sociali?
  3. Quando è stato discusso e deciso il licenziamento del funzionario da parte del Governo? Il licenziamento è stato immediato per causa grave od ordinario con periodo di disdetta?
  4. Quando è stato notificato il licenziamento al funzionario medesimo e a partire da quando ha esplicato i suoi effetti?
  5. Come mai il funzionario non è stato immediatamente licenziato, già all’apertura del procedimento, come peraltro avvenuto in tempi recenti con un docente di scuola media per fattispecie ben meno grave?
  6. Il funzionario percepisce attualmente privilegi pensionistici? Se si, in che misura?
  7. Il funzionario avrebbe percepito la stessa rendita se fosse stato immediatamente licenziato all’aperura del procedimento anziché solo sospeso? In caso di risposta negativa, come la stessa sarebbe mutata?
  8. Il tempo intercorso tra la decisione di licenziamento da parte del Governo e la notifica del licenziamento ha avuto influenza sulle prestazioni ora percepite dal funzionario?
  9. Alla luce di quanto esposto dal Giudice di primo grado durante la lettura della sentenza, che evidenzia responsabilità in seno ai superiori del funzionario, è stata avviata un’inchiesta interna riguardo ai funzionari superiori?
  10. In caso affermativo, qual è stato l’esito della stessa?
  11. Alla luce della sentenza di secondo grado, che contempla una fattispecie ben più grave di quanto accaduto, il Governo non ritiene di dover rivedere la decisione di licenziamento in particolare per quanto attiene a un eventuale colpa grave del dipendente?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-24 05:18:11 | 91.208.130.85