Immobili
Veicoli

LUGANOSiringhe a Viganello: «Aspettiamo che un bimbo si punga?»

21.11.20 - 14:34
Nel parchetto tra la chiesa e il Denner circola droga. Il problema è noto e già segnalato alla Polizia.
lettoreTio/20Min
Siringhe a Viganello: «Aspettiamo che un bimbo si punga?»
Nel parchetto tra la chiesa e il Denner circola droga. Il problema è noto e già segnalato alla Polizia.
Il presidente del consiglio parrocchiale: «Ho provato a intervenire di persona, ma sono stato insultato».

LUGANO - C'è un parchetto in quel di Viganello (tra il Denner e la parrocchia Santa Teresa) noto per essere ospitato regolarmente da un gruppo di emarginati. Qui, bottiglie e lattine di birra (ma a volte anche qualche schiamazzo) sono diventati all'ordine del giorno per gli abitanti del quartiere. 

Che però il "giardinetto" non sia più frequentato esclusivamente da bevitori lo dimostra una foto, giunta questa mattina in redazione. Una siringa lasciata per strada è la prova che, evidentemente, tra gli avventori c'è chi non alza solo il gomito.

«Un gruppetto di soliti noti» - «È risaputo che c'è un gruppo di persone, più o meno fisso, che si ferma lì per bere. Anche la Polizia ne è al corrente. Ma il fatto che restino lì, tutti riuniti, in qualche modo fa sì che siano sotto controllo», spiega don Damian (della parrocchia Santa Teresa) da noi contattato. Il parroco tuttavia cade dalle nuvole quando gli viene menzionato l'uso di stupefacenti (nello specifico di eroina). «Evidentemente - sottolinea - non si fanno vedere perché non ne sapevo nulla». 

«Abbiamo denunciato, ma il problema è peggiorato» - La situazione, invece, non è nuova al presidente del consiglio parrocchiale di Viganello, Michele Codella: «È almeno un mese che abbiamo denunciato alla Polizia cittadina la comparsa di droga in quel parco», spiega. «Ci hanno garantito che avrebbero aumentato le ronde. Evidentemente ciò non è sufficiente perché il problema sta peggiorando». 

Codella non nasconde le proprie preoccupazioni: «Qui non si tratta più solo di una situazione di degrado. Ho provato a intervenire personalmente, ma sono stato preso a male parole. Cosa dobbiamo aspettare che un bimbo di passaggio si punga con una siringa prima di fare qualcosa?».

COMMENTI
 
Boh! 2 anni fa su tio
....personalmente mi fermerei a “...ma dove sono i genitori?”....Oltre che diritti in questo paese ci sarebbero anche doveri....
don lurio 2 anni fa su tio
Ho letto il titolo dell'articolo : Aspettiamo che il bimbo si punga. Brave mamme bravi genitori .Aiutate la polizia , municipio e denunciate scommetto che li conoscete visto che sono giovani del luogo. Se lasciano rifiuti rivolgetevi ai VERDI WWF.
Duca72 2 anni fa su tio
Come tutte le vergogne del nostro paese vogliamo nasconderle.
mdonizetti@ 2 anni fa su tio
Ciao tutti Letti tutti i commenti mi faccio delle domande ..... Dove sono i genitori ? Dove sono le autorità? Dove è la polizia ? Per quanto riguarda il parco si può semplicemente chiuderlo o eliminarlo non è così frequentato. Anche i Molinari cominciarono con un piccolo ritrovo ora paghiamo le conseguenze del degrado che lasciano dove vanno Riflettere sulle frasi ( del prete) “Lasciamoli lì almeno sappiamo dove sono” Per quanto riguarda i bambini, quelli devono sperare che nessuno della mia famiglia si buchi con le loro siringhe, perché dopo sicuramente la polizia si muove. Buona giornata e scusate lo sfogo personale Mauro D.
egi47 2 anni fa su tio
è una storia stravecchia che tutti nascondono.
ceresade36@gmail.com 2 anni fa su tio
Si certo gia abbiamo abbastanza con covid 19 e parlano di geringhe per terra ? Si in questo paese butano tutto per terra gente sporca e maleducata sensa cjltura
spank77 2 anni fa su tio
... Evidenza dei danni che la droga fa sulle persone... Per lasciare una siringa a terra... O sei strafatto o sei egoista e socialmente ignorante a livelli non più misurabili ...
seo56 2 anni fa su tio
Troppo impegnati con i radar!!
NOTIZIE PIÙ LETTE