tipress
CANTONE
25.09.2020 - 09:320

Magistrati part-time?

Tempo parziale anche per giudici e procuratori: lo chiede una mozione

BELLINZONA - Anche i magistrati vogliono il part-time. In Ticino giudici e procuratori lavorano, da che mondo è mondo, solo a tempo pieno: ma una mozione presentata a Palazzo delle Orsoline potrebbe cambiare le cose. 

Diciotto deputati di vari partiti - prima firmataria Maddalena Ermotti Lepori - chiedono una modifica della legge, per permettere «una migliore conciliazione vita-lavoro» anche nel ramo giudiziario. Secondo i mozionanti «i tempi sono maturi per introdurre questa opportunità anche per i lavoratori più qualificati» a beneficio delle donne magistrato, ma anche degli uomini. 

La mozione cita l'esempio del canton Ginevra, dove il metà tempo per i magistrati «è diventata la norma per i giudici con soddisfazione generale». Altri cantoni, come Berna, prevedono il part-time anche per i procuratori. A Zurigo addirittura è aperto un concorso per un nuovo Procuratore generale, che potrà entrare in carica al 100 o all'80 per cento. 

I mozionanti chiedono al Consiglio di Stato di «attivarsi per proporre una modifica legislativa» non limitandosi alla possibilità del cinquanta per cento, ma anche dell’ottanta o settanta per cento, per i magistrati.

I firmatari: 

Maddalena Ermotti-Lepori, Bang Henrik, Berardi Giovanni, Biscossa Anna, Crivelli Barella Claudia, Durisch Ivo, Ferrara Natalia, Gardenghi Cristina, Ghirlanda Daniela, Ghisletta Raoul, Ghisolfi Nadia, Lepori Daria, Merlo Tamara, Patuzzi Maristella, Pini Nicola, Quadranti Matteo, Riget Laura, Sirica Fabrizio.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-23 10:11:37 | 91.208.130.89