Cantone
Diversi progetti in cantiere.
CANTONE
09.07.2020 - 14:010

Più di otto milioni per la mobilità nel Bellinzonese

Il Consiglio di Stato ha dato via libera ai crediti per la progettazione e la realizzazione del PAB3.

Nel progetto rientrano collegamenti ciclo-pedonali, la riqualifica di diverse fermate di trasporto pubblico e la creazione di Bike&Ride.

BELLINZONA - La mobilità nel Bellinzonese compierà (ulteriori) passi in avanti. Il Consiglio di Stato ha infatti licenziato oggi un messaggio da 8 milioni e 120mila franchi per la progettazione e la realizzazione di una seconda serie di misure relative al PAB3 (Programma di agglomerato del Bellinzonese di terza generazione). «Gli interventi previsti - precisa il Cantone in una nota - permettono in particolare di ampliare la rete dei percorsi ciclo-pedonali e migliorare la qualità e l’accessibilità al trasporto pubblico».

Quasi sette milioni e mezzo verranno infatti usati per la realizzazione per una pista ciclo-pedonale che si snoda tra la stazione di Arbedo-Castione e il confine grigionese. Ma non solo. In ballo vi è pure una riqualifica e riorganizzazione di diverse fermate del trasporto pubblico nel Bellinzonese - sei a Bellinzona, una nel quartiere di Giubiasco e un'altra alla stazione di Cadenazzo, nonché la realizzazione di alcuni Bike&Ride (B+R) presso le principali fermate di bus e treni.  

Mezzo milione di franchi verrà inoltre stanziato per la progettazione del nodo intermodale di Giubiasco e per la riqualifica - atta a migliorare la sicurezza e con essa la qualità di vita degli abitanti - al nodo multi-modale dell’asse stradale da Monte Carasso a Sementina.

L’approvazione del credito da parte del Parlamento permetterà di avviare le procedure necessarie (pubblicazione e appalti) e di realizzare le opere previste entro il 2022.  

Il finanziamento del PAB3 - precisa il Governo - va suddiviso tra Confederazione (2,48 mio), Cantone (3,75) e Comuni del comprensorio (1,89).

Cantone
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-08 00:01:27 | 91.208.130.86