Immobili
Veicoli

CANTONELavori da casa? Sei consigli per non finire nei casini

19.03.20 - 11:43
Disattenzioni e leggerezze possono compromettere il nostro pc e la sicurezza aziendale.
Keystone
CANTONE
19.03.20 - 11:43
Lavori da casa? Sei consigli per non finire nei casini
Disattenzioni e leggerezze possono compromettere il nostro pc e la sicurezza aziendale.
Il Gruppo Cyber sicuro offre sei importanti raccomandazioni

LUGANO - Diverse aziende in tutto il cantone da giorni sta adottando l'homeworking. Lavorare da casa comporta però, tra i tanti aspetti, una maggiore attenzione anche in fatto di sicurezza informatica. Un monito che arriva dal Gruppo Cyber sicuro, istituito dal Consiglio di Stato a inizio febbraio, il quale fa notare che lavorare tra le mura domestiche tutti noi dobbiamo fare i conti con «potenziali disattenzioni e leggerezze che potrebbero facilmente confondere l’uso personale delle infrastrutture informatiche con quello professionale, molto più sensibile e soggetto a comportamenti di sicurezza imprescindibili».

Ecco sei consigli forniti dal Gruppo Cyber sicuro per lavorare da casa senza far finire nei guai il proprio pc e soprattutto la sicurezza dell'azienda per la quale si sta lavorando.

1. Se per accedere a Internet per questioni professionali utilizzate la rete casalinga, assicuratevi di cambiare il nome e la password del router affinché non contengano informazioni personali, che potrebbero essere facilmente identificate e usate per violazioni e attacchi informatici.

2. Assicuratevi che il vostro dispositivo elettronico, quando non viene utilizzato, sia protetto da una password e depositato in un luogo fuori da ogni possibile manipolazione involontaria.

3. In generale, attenetevi alle direttive per lo smart working della vostra azienda/amministrazione.

4. Da casa è raccomandabile utilizzare dispositivi elettronici professionali solo tramite un canale di comunicazione sicuro (VPN: Virtual Private Network). Rivolgetevi ai tecnici informatici della vostra azienda/amministrazione per l’utilizzo e la corretta configurazione.

5. Se la rete di casa è usata da molteplici dispositivi elettronici, unendo così nello stesso “ambiente” quelli personali e quelli professionali, è auspicabile disporre di un protocollo in cui le informazioni sensibili possano transitare in un ambiente sicuro e protetto, fuori dalla portata di ogni forma imprevedibile di accesso indesiderato.

6. Alle aziende raccomandiamo di allestire un piano di gestione degli incidenti nel caso in cui la rete casalinga dei dipendenti dovesse subire violazioni indesiderate, a seguito per esempio di un attacco informatico verso i dai sensibili aziendali.

All’indirizzo www.cybersicuro.ch si possono ottenere informazioni e avere contatti per meglio comprendere e quindi anche scongiurare i rischi legati all’utilizzo degli apparecchi informatici.   

 

 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO