Archivio Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
8 min
AM Suisse Ticino: ecco i neodiplomati
La pandemia non ha fermato i giovani neodiplomati targati “il metallo, il futuro”
MENDRISIO
1 ora
Da Mendrisio a Catamayo per salvare le vite dei bimbi
Toglierli dalla strada. Offrire loro una vita migliore grazie alla scuola. Regalare dei sogni. I piccoli ecuadoriani pos
FOTO
POLLEGIO
1 ora
Contro il muro con il furgone
L'incidente è avvenuto poco prima delle 23 di ieri sera a Pollegio, in via Cantonale
LUGANO
2 ore
Le sardine con la mascherina (a metà)
Mezzi pubblici affollati: a Lugano la situazione più problematica. Un 17enne con l'asma: «Ho paura»
MENDRISIO
2 ore
«Basta un codice QR e il cliente è tracciato»
Esercenti stufi di “perdere tempo” nel registrare gli avventori? Forse c’è una soluzione.
COMANO
11 ore
Caffè "scorretto" Covid
La gerente dell'esercizio pubblico critica i silenzi dell'azienda: «Un cliente aveva il Covid e l'ho saputo da altri»
CANTONE
14 ore
Niente Mercatino di Natale a Quinto
Causa coronavirus è stata annullata anche la tradizionale panettonata.
LUGANO / BELLINZONA
14 ore
Covid, quarantena di classe al Liceo 1 e alla Commercio di Bellinzona
Diversi allievi contagiati dal virus. Seguiranno le lezioni da casa
CANTONE
14 ore
Congedo paternità, «usufruitene senza sensi di colpa»
L'OCST invitano le aziende e le istituzioni lungimiranti a proseguire su questa strada
BIOGGIO
15 ore
Chiude la TE Connectivity: in 106 perdono il posto
L'azienda chiuderà lo stabilimento produttivo sul piano del Vedeggio a causa delle difficoltà attuali del mercato
CANTONE
15 ore
In treno senza mascherina? Poche multe
Le Ffs vigilano sul rispetto delle regole in treno. Ma «la maggioranza dei passeggeri si comporta bene» assicurano
CANTONE
16 ore
Estradato e arrestato per traffico di cocaina
Sull'uomo pendeva un mandato di cattura internazionale.
CANTONE
17 ore
Nuovo Capo dell’Ufficio di sanità in arrivo
Patrizia Bottinelli Cancellara sostituirà Stefano Radczuweit, da marzo in pensione.
MENDRISIO
17 ore
Un nuovo direttore per la Osc
Daniele Intraina subentra a Michele Salvini, che passa allo Ias
BREGGIA
18 ore
Acqua nuovamente potabile a Scudellate e Roncapiano
La popolazione è invitata a far scorrere l'acqua in tutti i rubinetti per cinque minuti
CANTONE
20 ore
«Scegliamo con chi avere contatti stretti»
Oggi nel nostro cantone sono stati segnalati altri 255 casi. Negli ospedali sono ricoverate 35 persone
CANTONE / ITALIA
21 ore
Sciopero del trasporto ferroviario in Italia
Giovedì 22 e venerdì 23 ottobre sono previste ripercussioni sui servizi TILO in territorio italiano
CANTONE
21 ore
Ambrì-Losanna: processo rimandato a data da definire
Doveva tenersi domani, ma non avrà luogo. «La farsa continua», commenta la Gioventù Biancoblu
LUGANO
24.10.2019 - 20:480
Aggiornamento : 02.03.2020 - 12:02

Gli scarti di cucina finiscono all’ecocentro

È una delle misure previste per accompagnare l’introduzione della tassa sui rifiuti

LUGANO - Dal 1. gennaio 2020 gli ecocentri luganesi resteranno aperti più a lungo per far fronte a un aumento della raccolta differenziata. Questa è soltanto una delle misure previste per accompagnare l’introduzione della tassa sui rifiuti. Sì, perché dopo lunghe discussioni, votazioni e ricorsi, il prossimo anno anche a Lugano il sacco si pagherà.

Il nuovo regolamento sui rifiuti entrerà in vigore il 1. gennaio 2020. E a partire da allora i servizi cittadini si aspettano un incremento significativo dei quantitativi delle raccolte separate rispetto ai rifiuti solidi urbani. Ma potrebbero anche verificarsi comportamenti non adeguati. Non mancherà una campagna informativa.

I progetti - Nel frattempo la Città si sta preparando per la tassa sui rifiuti con una serie di progetti pilota, che partiranno a loro volta il prossimo 1. gennaio. Innanzitutto si parla, appunto, dell’estensione degli orari d’apertura degli ecocentri, il martedì e il sabato, dalle 7 alle 19, «che permetterà - come si evince dal Preventivo 2020 - di diluire gli utenti nei giorni di maggiore affluenza».

E non solo: i cittadini avranno anche la concreta possibilità di ridurre il quantitativo di rifiuti da mettere nel sacco. In particolare attraverso la raccolta differenziata degli scarti di cucina (quindi l'umido), che dal prossimo anno potranno essere smaltiti in cinque ecocentri (Pregassona, Molino Nuovo, Cadro, Breganzona e Pambio Noranco).

Sarà infine agevolata anche la raccolta dei flaconi in plastica (PE), che si potranno consegnare in tutti e sei gli ecocentri luganesi: sinora, infatti, il PE può essere smaltito principalmente nei centri di raccolta presenti nei supermercati. Ma non negli ecocentri.

Assistenza ai cittadini - L’introduzione della tassa prevede, inoltre, un necessario periodo di assestamento, sia per i cittadini sia per il servizio per la raccolta dei rifiuti. «Nel limite del possibile e del ragionevole - si legge ancora nel messaggio municipale -  la nettezza urbana si prodigherà per dare supporto ai cittadini che più ne necessiteranno in questa prima fase introduttiva».

A Lugano, lo ricordiamo, sarà introdotta una tassa mista. Quella base partirà da 25 franchi all’anno per una residenza primaria con una sola persona. Mentre la tassa sul sacco da 35 litri sarà compresa tra 1 franco e 1,30 franchi. Secondo stime dell’Ufficio federale dell’ambiente, l’applicazione della tassa permetterà a medio-lungo termine di ridurre i rifiuti solidi urbani del 30%, incrementando quelli riciclabili.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Diego Masucci 12 mesi fa su fb
Ma quindi se si recicla tutto, cosa va messo nei sacchi? 🤔 🤣
Mirko Mazza 12 mesi fa su fb
A Losone è già un po’ che c’è e funziona egregiamente, alla vuotatura lavano e disinfettano il bidone, tutto ok.
Andy Maffi 12 mesi fa su fb
L’umido ??? Ma scusate tanto ma per quanto riguarda questo tipo di “rifiuto “ portare tutto in Ecocentro non attirerebbe una quantità enorme di problemi igienici ? Puzza , animali di ogni sorta ? Io ci lavoro in Ecocentro e per questo problema dell’igiene l’umido purtroppo va nel sacco che ovviamente paghiamo ...
Jonathan Foglia 12 mesi fa su fb
Fatemi portare qualsiasi tipo di plastica anche in quantità minime come fanno a lamone piuttosto
Brigitte Gill 12 mesi fa su fb
A Melide funziona già 👍
Litapeppino 12 mesi fa su tio
E avanti con altre tasse per i cittadini ( già contribuenti che pagano le imposte, tasse ). Fr1,30 per sacchetto e veramente esagerato. Poi voglio vedere chi andrà a controllare nei cassonetti interrati se ci saranno sacchi grigi oppure quelli tassati. Ci sarà chi butterà sacchi grigi, e fa bene, importante non lasciate all'interno nome e indirizzo. A buon intenditor...
sedelin 12 mesi fa su tio
@Litapeppino certo che la tua responsabilità sociale ed ecologica é totalmente assente. anzi la tua posizione é illegale e punibile: speriamo che ti acciuffino!
sedelin 12 mesi fa su tio
protesto: non per la lodevole iniziativa, ma per il massacro della lingua italiana ad opera dei blogger qui sotto :-)
Tarok 12 mesi fa su tio
homo luganensis che fa le capriole pur di non pagare un franchetto
Debby Roby Meggy Samy 12 mesi fa su fb
È gia assurdo che il PE si possa smaltire solo ai supermercati, fino ad ora per lo meno. Alla fine paghi la tassa, e poi parte la maratona settimanale: Il verde, poi magari in un altro punto gli scarti di cibo e se va bene tutto il resto, poi posso andare in negozio con il PE..... io penso che per evitare che le persone pigre non reciclino bisognerebbe raggruppare il tutto, capisco i paesi forse è difficile mettere assieme tutto quanto verde con il resto dei rifiuti, ma il PE che si debba andare in negozio.... Dal momento che vengono raccolti miglioni per non dire altro di tasse sui rifiuti si dovrebbero anche utilizzare per sto ambiente che sta andando a rotoli no? E migliorare sto reciclaggio. Con tutti i guadagni che lo stato riceve dovrebbe essere naturale usarne parte per il clima e l ambiente! Poi che ognuno di noi debba fare il possibile per non contribuire ovviamente anche!
Alessandra Giorgi 12 mesi fa su fb
Usare l’auto, più volte al mese (o settimana) per recarsi all’ecocentro.. Davvero il top dell’ecologia. E chi non ha l’auto come fa? Gli anziani come fanno? Chi non ha nemmeno un balcone dove poter mettere i vari rifiuti come fa? E le aziende?
Daniele Nevano 12 mesi fa su fb
Ci sono punti di raccolta disseminati un po' ovunque e, se proprio bisogna recarsi all'ecocentro ma non si ha possibilità, si può delegare qualcuno: https://www.lugano.ch/ambiente-territorio/raccolta-rifiuti/ecopunti-ecocentri.html (Vivo in una casa senza balcone, faccio la differenziata e sono ancora vivo)
Maria Ciccarone 12 mesi fa su fb
Daniele Nevano nel mio condominio è vietato tenere i sacchi fuori dal balcone 👍
Alessandro Milani 12 mesi fa su fb
Se una persona ha 2 locali con tutto quello che ho separare deve prendere 1 6locali x mettere tutti i bidoni
Manuela Quattropani 12 mesi fa su fb
Nel nostro cantone nella maggior parte dei comuni l'umido esiste nel sacco!!!! Visto che siamo in arretrato con l'organizzazione!!!!!
sedelin 12 mesi fa su tio
finalmente! ;-)
Tiziana Marusi 12 mesi fa su fb
Separare l' umido sarebbe da attuare in tutti i comuni.. Anche a Morbio 😉
Fabrizio Soldati 12 mesi fa su fb
E in Valcolla oltre che è aperto solo due giorni a settimana non viene modificato l'orario ?
Raffaele Balacco 12 mesi fa su fb
Uhm dunque fatemi capire, devo pagare, oltre alla tassa annuale, una tassa sul sacco di 1chf per portare io a spese mie e nel mio tempo il sacco dell'umido all'ecocentro? Mi pare ragionevole...
Claudia Cavadini 12 mesi fa su fb
Raffaele Balacco e si idem da noi (Bedano) lo stesso vale per carta vetro e tutto il resto ! E per farlo naturalmente usiamo la macchina ! Evviva l’ecologia !
Giorgio Nikola Rigas Nenadov 12 mesi fa su fb
che bella idea, l umido viene solo messo nei sacchi neri e bruciato in tutti i ristoranti, insieme a plastiche carta tappi fazzoletti ecc ecc
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-22 08:38:53 | 91.208.130.85