LAVIZZARA
10.07.2019 - 21:370

La capanna del Poncione di Braga ha finalmente dei guardiani

Inaugurata nel 1998, la struttura è tornata di moda con l'apertura del trekking dei laghetti alpini, nell'alta Vallemaggia. Si tratta di un percorso di richiamo internazionale

LAVIZZARA – Per la prima volta, dopo oltre 20 anni, la capanna Poncione di Braga sarà custodita da volontari nel corso di tutta l'estate. Si tratta di un rifugio situato nell'alta valle di Peccia, inaugurato nel 1998 e ampliato nel 2005. Dotata di cucina a legna e a gas, riscaldamento a legna, illuminazione con pannelli solari, refettorio con 30 posti, 18 letti suddivisi in quattro stanze, la capanna è situata a un'altitudine di oltre 2000 metri ed è sotto il cappello dell'Unione Ticinese Operai Escursionisti (UTOE).

Una decina di persone che si alternano – I guardiani in questione sono complessivamente circa una decina, che si alterneranno sull'arco dell'intera stagione. Si occuperanno della gestione ordinaria del rifugio, della manutenzione, dell'accoglienza degli ospiti, così come della cucina. 

La grande svolta – «Fino allo scorso anno non c'erano guardiani – spiega Tiziana Faraon, presidente dell'UTOE Locarno –. Dal 2019 è stato inaugurato il trekking dei laghetti alpini, nell'alta Vallemaggia. Questo porterà sicuramente maggiore movimento nella zona del Poncione di Braga. Ecco perché ci siamo mobilitati. Restiamo sempre alla ricerca di nuovi volontari. Chi fosse interessato può contattarci allo 079 673 03 81».  

Esperienza mozzafiato – Il trekking dei laghetti alpini è un percorso che, stando a chi l'ha promosso, dovrebbe avere una forte risonanza internazionale. L'itinerario ideale, secondo il sito web di Ticino Turismo, dovrebbe essere articolato su cinque giorni, con tappa in quattro rifugi. Punto di partenza, e di arrivo, la località di Fusio. Un'esperienza mozzafiato in cui si potrà ammirare anche l'imponente ghiacciaio del Basodino.

Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 8 mesi fa su tio
Paziuenza e tenacia, AUGURI
Giorgio Gori 9 mesi fa su fb
Quand ul Puncion al ga su ul capel ...o che piof o che al fa bel! ...complimenti!
Maurizio Roggero 9 mesi fa su fb
Complimenti questa è la direzione giusta!
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-06 04:58:47 | 91.208.130.89