Archivio Depositphotos
LUGANO
03.07.2019 - 06:000
Aggiornamento : 11:09

Quando la patente non permette di guidare lo scooter (e altre infrazioni)

Si è di recente conclusa la prima fase della campagna di prevenzione indirizzata ai motociclisti. Controllati e sensibilizzati 641 centauri. Il punto debole è il sorpasso

LUGANO - Il sorpasso: è questo il punto debole dei numerosi motociclisti che, soprattutto durante la stagione estiva, circolano sulle strade. Che siano in sella a una moto o a uno scooter, per la maggior parte dei possessori di una due ruote è grande la tentazione di superare le auto ferme al semaforo o comunque in coda. Proprio su questo aspetto si è dunque concentrata, negli scorsi due mesi, la prima parte della campagna di prevenzione “Ok Biker”, proposta dalla polizia cittadina di Lugano in collaborazione con l’Ufficio prevenzione infortuni (upi).

«Sull’argomento è stata notata una certa “ignoranza”» ci dice quindi il primo tenente Mauro Maggiulli, sottolineando che spesso si specula sul fatto di effettuare il sorpasso restando all’interno della linea di sicurezza. Con il rischio, però, di danneggiare le vetture sorpassate, «urtando con il motoveicolo gli specchi retrovisori». Un dato di fatto è comunque che non è consentito sorpassare una colonna di veicoli fermi.

Sensibilizzazione e multe - Ma nell’ambito della campagna di prevenzione non si è parlato soltanto del sorpasso. Tra il 9 maggio e il 21 giugno la polizia cittadina ha effettuato diciotto posti di controllo, innanzitutto per sensibilizzare ma nei casi particolarmente gravi anche per multare. Su 641 motociclisti fermati e sensibilizzati, in venticinque situazioni si è reso necessario l’avvio di una procedura di contravvenzione o l’interruzione del viaggio.

Senza patente - In cinque casi i motociclisti erano privi di autorizzazione alla guida: «Di fatto non erano in possesso della relativa licenza di condurre o categoria adeguata per circolare con un determinato motoveicolo» spiega Maggiulli. Situazioni come queste, sottolinea, «sono ancora troppe». E sarebbero da ricondurre a una carenza di informazione da parte dei conducenti. «A volte pensano che per guidare un motoveicolo basti essere in possesso della licenza della categoria B, quindi quella per le autovetture».

E gli occhiali da vista? - A quattro motociclisti è inoltre stato impedito di proseguire il viaggio, in quanto nel momento del controllo non portavano gli occhiali da vista, come previsto invece dalla loro licenza di condurre. Si contano poi una procedura ordinaria per sorpasso in curva senza visuale, quattro multe disciplinari per gomme lisce e undici citazioni per aver messo in circolazione un veicolo in stato difettoso (si parla di tubo di scarico non omologato, mancanza dello specchio retrovisore, pneumatici privi di rilievi antiscivolanti e simili).

Altri controlli ad agosto - Come detto, l’obiettivo principale della campagna “Ok Biker” era comunque la sensibilizzazione. Durante il breve colloquio svolto nell’ambito dei controlli, ai motociclisti veniva mostrata una statistica degli incidenti con protagonisti conducenti di due ruote, e venivano consegnati un volantino e gadget dell’upi. La campagna proseguirà il prossimo mese: tra il 26 e il 31 agosto sarà proposta una nuova serie di controlli mirati.

4 mesi fa Incidenti, ecco dove i centauri rischiano di più
Commenti
 
RobediK71 2 mesi fa su tio
Sensibilizzazione ? Hahaha - si fanno le multe e basta
Matteo Carlo Angelo Giuffrida 2 mesi fa su fb
Che squillino le casse...
Giù Cav 2 mesi fa su fb
“non è consentito sorpassare una colonna di veicoli fermi“ sì vado in moto per fare la fila 👍 se gli automobilisti lasciassero spazio ad una eventuale corsia d'emergenza non ci sarebbero problemi. Sensibilizzate gli automobilisti a rimanere dentro la carreggiata e non al centro, e soprattutto mandate una paio di poliziotti in moto a vedere quanti usano il cell, non solo mentre guidano.
Ed Juric 2 mesi fa su fb
Superare senza danni è possibile, basta che le auto restino a destra, oggigiorno sono tutti piantati sulla linea che separa le due carreggiate! Per quanto sia importante fare campagne di sensibilizzazione, in questo caso, era meglio farla sui automobilisti; telefoni in mano, sigarette, chi legge il giornale chi si rifà il trucco... C'è un problema alla base.
lo spiaggiato 2 mesi fa su tio
Tanto per spaccare gli sferoidi in estate... mah... :-)
giancarlob 2 mesi fa su tio
Dimentichi i guidatori di vasche da bagno... TMAX &Co ahah
Arrosto72 2 mesi fa su tio
La quasi totalità dei motociclisti e ciclisti non rispetta le regole di circolazione: per i ciclisti il semaforo rosso non vale niente. Per i motociclisti (inclusi quelli con lo scooter), un'auto davanti è solo un'auto da sorpassare (a qualsiasi velocità), anche a costo di mettersi a rischio... al semaforo ... tutti davanti in malo modo, anche ostacolando il traffico in arrivo, invadendo la corsia opposta (tanto gli altri si spostano?). Io non mi sposto più quando un motociclista in senso inverso sorpassa anche se mi vede arrivare.
bobà 2 mesi fa su tio
@Arrosto72 La legge vieta ai motociclisti di sorpassare le auto in colonna ferma; il legislatore ha visto giusto: fra un auto ferma e l'altra ci si possono infilare carrozzelle con mamme, veicoli, .. quindi un grande potenziale pericolo. Ciò riguarda le moto ma non i ciclisti possono sorpassare la colonna ferma; probabilmente il legislatore ha fatto quest'eccezzione dato che le biciclette sono lente (non sempre) e probabilmente riescono a frenare a tempo (mah? sarà poi vero?). Osservando il fenomeno dalla parte del motociclista, si può dire che il 90% di chi va in moto a lavorare, lo fa per sorpassare il traffico e contribuisce a non aumentarlo ulteriormente. Pragmatismo: Secondo me, la legge andrebbe applicata con buon senso: chi sorpassa la colonna ferma a bassa velocità (20kmh) è da considerare come un ciclista e quindi non andrebbe multato, mentre andrebbe comunque multato il ciclista che sorpassa la colonna a 30 e più kmh. Segnalo inoltre una discriminazione: i ciclisti possono superare a destra, quindi gli automobilisti non sanno più dove stare.
Giacomo Colombo 2 mesi fa su fb
basta mettere l'adesivo di sea watch.
Fabio Ceccarelli 2 mesi fa su fb
A Firenze si dice: Cosa c'entra il culo con le 40 ore?
francox 2 mesi fa su tio
Si, prendo l'acqua, i fumi degli scarichi e faccio anche colonna... Allora vado in macchina e aumento il traffico, però almeno ho l'aria condizionata e la radio.
Valerio Castellani 2 mesi fa su fb
Non si è mai vista una patente a circolare ne in moto 🏍 ne in auto 🚗 ma si vedono tanti sprovveduti e poco capaci anche con licenza superiore in più tutti i trampan del caso che invadono le strade senza regole il commercio prima profitti e poi si vuole vietare. Ciò che si è permesso prima 👁
Pulentaebrasaa 2 mesi fa su tio
Sono pienamente d'accordo con l'idea che sta dietro a questi controlli. In zone ad altro traffico parassitario e con una sola corsia per ogni direzione, spesso si è confrontati con motociclisti che invadono la corsia opposta per sorpassare la colonna ferma o lenta. Oltre ad essere estremamente rischioso (perchè spesso pensano di essere i padroni della strada), se la legge lo vieta, lo vieta, punto.
Luigi Belotti 2 mesi fa su fb
Si è io devo stare dietro a automobilisti rincoglioniti con il telefonino in mano 🤬
Norvegianviking 2 mesi fa su tio
Ma la parola centauro non può essere sostituita dalla più moderna motociclista o scooterista ? Centauro sa tanto di retrò...
Geni86 2 mesi fa su tio
Pienamente d'accordo con te Roger! Per me motociclisti sono coloro in possesso della categoria A illimitata; gli altri sono aspiranti motociclisti o scooteristi (BRAAAA)... ??
Geni86 2 mesi fa su tio
Pienamente d'accordo con te Roger! Per me motociclisti sono coloro in possesso della categoria B illimitata; gli altri sono aspiranti motociclisti o scooteristi (BRAAAA)... ??
anndo76 2 mesi fa su tio
...quando la "prevenzione" si fa' con le multe.....i risultati sono ottimi per le casse.....
tkch 2 mesi fa su tio
Finalmente! Non solo gli automobilisti bacchettati a vista. Quante infrazioni commettono motociclisti, ciclisti, pedoni, che mettono in pericolo sia loro che altri utenti della strada? Per molti, una volta a piedi o su una due ruote, spariscono le leggi della strada...
Luca Ferrari 2 mesi fa su fb
Perché non. Fanno una campagna antiimbeccilli alla guida delle macchine ? 👍🏼😉
Ben8 2 mesi fa su tio
Tutti in moto meno traffico
Quattropassi Roger 2 mesi fa su fb
non chiamateli motociclisti per favore!
Joshua Crivelli 2 mesi fa su fb
Quattropassi Roger se sei su un motociclo, la lingua italiana vuole l’uso della parola motociclista per il conducente di tale mezzo.
Maurizio Zanta 2 mesi fa su fb
Joshua Crivelli per noi motociclisti lo scooterista è una categoria a se’...una persona che guida una vasca da bagno 🛁
Quattropassi Roger 2 mesi fa su fb
Joshua Crivelli il mio commento vuol mettere in questione la filosofia del motociclista e non dell’uso corretto della lingua. Il vero motociclista rispetta col buon senso le regole (vuole portare a casa la pelle ogni sera), l’utente di un motociclo invece vuole solo evitare di fare code e usa il mezzo col bel tempo...
Maurizio Zanta 2 mesi fa su fb
Quattropassi Roger se devo dire il mio parere quando il traffico e la larghezza della corsia senza andare nell’ altra ovviamente consentono il sorpasso della coda da parte del motociclo fatta a passo d’ uomo non ci vedo niente di male poi per carità bisogna rispettare la legge che in questo caso mi sembra una gran cagata perché non tiene conto del caso per caso...
Quattropassi Roger 2 mesi fa su fb
Maurizio Zanta proprio quello intendevo con ‘rispetta col buon senso le regole’... ma purtroppo di sorpassi di code ferme, oltre la linea continua non a passo d’uomo, lo zigzagare fra le auto ferme lo osservo tutti i giorni!
miba 2 mesi fa su tio
Non è ormai più una novità, spremono tutto quello che si può spremere quello che circola sulla strada, alias cassetta a gogò
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 11:51:28 | 91.208.130.86