Depositphotos
CANTONE
28.01.2019 - 10:150

Abusò di tre ragazze, funzionario DSS alla sbarra

Si è aperto alle Criminali il processo a porte chiuse per fatti che risalgono a oltre una decina di anni fa

LUGANO - Violenza carnale e coazione sessuale. Sono queste le principali accuse di cui deve rispondere l’ex funzionario del Dipartimento della sanità e della socialità, esperto di politiche giovanili, che da oggi si trova davanti a una Corte delle Assise criminali presieduta dal giudice Marco Villa.

Tre le presunte vittime dell’imputato, oggi cinquantanovenne operatore sociale. Due, come si evince dall’atto d’accusa firmato dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli, sarebbero state avvicinate nell’ambito di attività giovanili. Si trattava di due ragazze allora vicine alla maggiore età. Le avrebbe spinte a sottomettersi ad atti e rapporti sessuali. A una di loro avrebbe raccontato, in più occasioni, di sentirsi solo, di essere sofferente. E l’avrebbe così fatta sentire in obbligo a stare con lui. Con lei avrebbe anche frequentato degli scambisti.

La terza ragazza all’epoca dei fatti era invece stagiaire nell’amministrazione cantonale. Ed è in quel contesto che l’imputato - in aula difeso dall’avvocato Niccolò Giovanettina - avrebbe iniziato a palpeggiarla, andando poi oltre e toccandola nelle parti intime in altre occasioni.

Da parte sua, il cinquantanovenne nega ogni addebito.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-21 07:30:52 | 91.208.130.86