MERGOSCIA
11.04.2018 - 18:150
Aggiornamento : 12.04.2018 - 08:18

Si inizia a costruire il muro, ma non sarà per dividere

Verrà realizzato da sedici adolescenti provenienti da Irlanda, Svizzera, Israele e Palestina

MERGOSCIA - Verrà costruito un muro a Mergoscia. Ma non è quello che voleva realizzare qualcuno per separarci dal mondo e dall’invasione dei richiedenti l’asilo. Tutt’altro. Sarà un muro che avrà il compito di unire. Sedici adolescenti provenienti da Irlanda, Svizzera, Israele e Palestina costruiranno muretti a secco sotto la gestione dell’associazione solettese Naturkultur.

Il prossimo 4 maggio a Mergoscia si incontreranno giovani svizzeri tedeschi, romandi e ticinesi con coetanei dall’Irlanda e Irlanda del Nord, dunque cattolici e protestanti, e poi ci saranno anche  ragazzi israeliani e palestinesi. Persone che hanno visto muri erigersi per dividere, per separare le comunità. In Ticino invece il muro servirà per superare le diversità. Muri intesi dunque come parte dell’eredità culturale svizzera, simbolo un simbolo dell’operare comune e interculturale, che tra cento anni sarà ancora visibile.

Guarda le 2 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 18:55:05 | 91.208.130.86