Fotolia
ULTIME NOTIZIE Ticino
MENDRISIO
7 min
Spacciava e consumava droga, arrestato un 49enne
L'uomo è coinvolto anche nel soggiorno illegale di due donne albanesi arrestate in aprile a Melano
MEZZOVICO-VIRA
1 ora
Il Municipio di Mezzovico-Vira al via
I cinque membri dell'Esecutivo hanno giurato fedeltà alla Costituzione.
LUGANO
1 ora
«Non c'è motivo per proseguire con lo sgombero!»
L'associazione Aida ribatte al Municipio fermo nel voler sfrattare gli autogestiti dall'ex Macello
CANTONE
2 ore
In Ticino contagi e ospedalizzati calano ancora
Dall'inizio della pandemia il totale delle persone positive è 32'496, i decessi dovuti alla malattia sono 991.
CANTONE
2 ore
Accordo BancaStato-EFG concluso con successo
Riguarda il trasferimento alla Banca cantonale della clientela del settore “retail e commerciale” ticinese.
CANTONE
4 ore
Il mentore degli over 50 non convince tutti
Per il deputato Ppd Giorgio Fonio servono anche incentivi all'assunzione. Matteo Pronzini (Mps): «Una presa in giro».
CANTONE
6 ore
Vaccino nell'orario di lavoro, le aziende fanno le difficili
Per recarsi all'appuntamento è necessario prendere delle ore libere o, per chi può, fare uno scambio di turno.
FOTO
MENDRISIO
6 ore
L’osservatorio non c’è più: «La montagna ora è un po' più povera»
La smantellamento del telescopio aperto al pubblico più grande del Ticino è terminato. Verrà trasferito nel Canton Berna.
BOSCO GURIN
13 ore
Un (prestigioso) premio europeo per il Museo Walser
La struttura ha ricevuto il Meyvaert per l'impegno dimostrato nella sostenibilità sociale, economica e ambientale.
ORIGLIO
13 ore
Test a tappeto alla scuola Steiner
Negli scorsi giorni presso l'istituto di Origlio sono stati riscontrati diversi casi di coronavirus.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
15 ore
Un rimorchio si ribalta a Camorino
L'incidente è avvenuto questa sera nei pressi della rotonda degli svincoli autostradali. Nessuno è rimasto ferito.
LUGANO
15.11.2017 - 06:070

Mangiano la minestra con la forchetta: «Ma c'è un modo migliore per farlo»

È una delle immagini simbolo della singolare campagna lanciata dagli psicologi ticinesi. Una vera "prima". L’esperta Raffaella Delcò: «Da noi non vengono solo depressi»

LUGANO – Una scodella di minestra e una forchetta per svuotarla. Una banana per piantare un chiodo. Strade poco efficaci per risolvere un problema. Si chiama "C'è un modo migliore" ed è una vera e propria "prima" per la Svizzera. Una campagna voluta dall'Associazione ticinese degli psicologi per avvicinare la popolazione alla figura dello psicologo. Un'idea che arriva da lontano. E più precisamente dall'esito dello studio svolto nel 2010 dall' "Institute of Communication and Health” dell’Università della Svizzera italiana. «Da quell'indagine – spiega Raffaella Delcò, vice presidente dell’Associazione ticinese degli psicologi – si è capito che nella Svizzera italiana ci sono ancora tanti pregiudizi verso la nostra professione».

Di che tipo di preconcetti si parla? 

Si pensa che chi va dallo psicologo sia per forza un debole. Un depresso.

E qual è invece il messaggio che vorreste fare passare?

Che dallo psicologo si può andare anche semplicemente per affrontare momenti di difficoltà. Dai problemi di coppia al lutto. Passando per le difficoltà sul lavoro. Sempre più in aumento.

Mobbing, burnout. Dobbiamo sempre più abituarci a simili termini?

I ritmi sono sempre più stressanti e le sollecitazioni sono sempre più crescenti. È sempre più difficile reggere l'urto in un simile contesto.

Le prestazioni dello psicologo, eccezion fatta per la psicoterapia e la neuropsicologia, e solo in determinati casi, non sono coperte dalle casse malati. Non pensa che molta gente si blocchi davanti a questa situazione?

Stiamo lottando. Stiamo investendo molte energie e risorse per riuscire a ottenere maggiori riconoscimenti. Uno dei problemi è legato al fatto che il disagio psicologico a volte è meno visibile rispetto a quello fisico.

Stando ai dati dell'Osservatorio svizzero della salute, il 18% delle persone in Svizzera ha un disagio di tipo psicologico. Ben il 25% in Ticino. Dati alla mano sembra paradossale che il disagio psichico non abbia la stessa considerazione della malattia fisica. Non trova?

Da noi si tende forse a dare più importanza alla sofferenza fisica, rispetto a quella psicologica e la si vorrebbe trattare allo stesso modo. Forse è anche una questione culturale. In altri Paesi, ad esempio in Scandinavia, c'è una maggiore accettazione del disagio psicologico.

C'è chi ironizza sul fatto che a uno psicologo non convenga fare guarire del tutto i pazienti. Perché poi perderebbero buoni clienti...

Una simile allusione potrebbe essere fatta per tante altre categorie professionali. Ed è assolutamente fuori luogo. Il nostro codice deontologico parla chiaro: non dobbiamo creare dipendenza. Tanto è vero che a volte bastano poche sedute a una persona per rimettersi in forma. In alcuni casi il percorso è lungo. Perché magari i problemi sono parecchio radicati. Ma pensare che questa sia la regola è fuorviante. Lo psicologo è anche un motivatore. Ha tutto l'interesse a fare in modo che il proprio paziente riesca a centrare gli obiettivi al più presto.

La vostra resta una categoria ancora poco conosciuta. Ora avete fatto un passo importante verso la gente. Se la sente di lanciare un appello?

Non si deve avere vergogna di dire che non si sta bene. E non bisogna aspettare che le situazioni degenerino per trovare una soluzione. I momenti difficili possono essere superati. C'è sempre un modo migliore per farlo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lucadue 3 anni fa su tio
Il modo migliore per gustare la marmellata è quello di usare le dita. Nessun disagio per chiunque ci provi, complessato, depresso o altro. Garantito da Lucadue ex Lucauno.
chico2017 3 anni fa su tio
Sorprendente! Pensavo che i preconcetti fossero un disagio psichico, ma qui si presenta lo psicologo come vittima di esso. Le casse malati dovrebbero sensibilizzarsi sul fatto che col tempo un disagio psichico si riperquote sul fisico.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-07 12:05:09 | 91.208.130.85