Cerca e trova immobili

FEDERALI 2023Pasticcio nelle statistiche ufficiali, in realtà il Centro non ha superato il Plr

25.10.23 - 13:03
Riviste tutte le percentuali delle Federali di questo fine settimana, il liberali restano avanti (anche se di poco).
Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Fonte Ats
Pasticcio nelle statistiche ufficiali, in realtà il Centro non ha superato il Plr
Riviste tutte le percentuali delle Federali di questo fine settimana, il liberali restano avanti (anche se di poco).

I rapporti di forza dei partiti pubblicati domenica dalla Confederazione in occasione delle elezioni del Consiglio nazionale non erano corretti. Lo ha accertato l'Ufficio federale di statistica (Ust) durante i controlli di qualità. 

La correzione, che non ha alcun effetto sulla distribuzione dei seggi, porta tuttavia il Plr a superare il Centro.

Plr sorpassa, Udc erosa e Ps in crescita

Stando ai dati corretti, il Plr rimane la terza forza politica più forte della Confederazione (dietro a Udc e Ps). Il risultato di domenica è stato rivisto al ribasso di 0,13 punti percentuali al 14,3%.

Correzione più massiccia per il Centro (-0,52%) che riporta il partito a quota 14,1% all'inseguimento dei liberali. Una realtà dei fatti, questa, che potrebbe annullare le velleità centriste per un secondo consigliere federale nella cosiddetta "formula magica".

Lo scotto più importante, però, tocca i vincitori di questa tornata ovvero l'Udc. Dopo le revisioni il partito di Marco Chiesa ha una quota elettorale del 27,9%, invece del 28,6% dichiarato domenica.

Il Partito Socialista, invece, si attesta al 18,3% in crescita rispetto al 18% precedentemente confermato. Discorso analogo per i Verdi, che da 9,4 passano a 9,8%, e i Verdi Liberali da 7,2 a 7,6% (solo 0,2 punti percentuali in meno rispetto al 2019).

Ma com'è successo? 

Secondo quanto confermato dall'Ust l'errore sarebbe originato dal software di calcolo che ha importato in maniera erronea i dati per tre cantoni: Appenzello Interno, Appenzello Esterno e Glarona.

Il motivo è da ricercare nel fatto che «questi Cantoni, che hanno un unico seggio in Consiglio nazionale, forniscono i dati in un formato diverso dagli altri. L'errore è avvenuto durante l'elaborazione di questi dati, che i Cantoni avevano però fornito correttamente». 

Questo ha portato a un conteggio multiplo - da 3 a 5 volte - dei voti espressi dai cittadini appenzellesi e glaronesi.

L'Ust ha informato il Dipartimento immediatamente dopo aver confermato l'errore. Il capo del Dipartimento, Alain Berset, ha ordinato un'inchiesta amministrativa per analizzare e migliorare i processi insieme all'Ust».

L'Ufficio, dal canto suo, «si rammarica dell'increscioso errore e prende l'accaduto molto sul serio. La statistica sulla forza dei partiti è stata ricalcolata e controllata più volte e ora è corretta».

PLR irritato

Il PLR si è detto irritato per l'errore di calcolo e preoccupato per il fatto che l'Ufficio federale di statistica (UST) abbia pubblicato quote di elettori inesatte la sera del 22 ottobre. I liberali radicali si dicono però soddisfatti di essere, dopo la correzione, la terza forza del Paese.

Centro soddisfatto 

Per il Centro, scalzato dal podio ed è ora al quarto posto, questa non è una ragione per non rallegrarsi dei risultati di domenica.

Il suo presidente Gerhard Pfister ha dichiarato a Keystone-ATS che il risultato del suo partito resta superiore a quello precedente alla fusione tra il PPD e il PBD.

Pfister ritiene che la discussione su un eventuale secondo seggio per il Centro in Consiglio federale non è chiusa. Occorre continuare a interrogarsi sulla «formula magica». Ricorda tuttavia che l'idea di accordare due seggi a ciascuno dei tre partiti più forti del Paese risponde alla logica del PLR e non è mai stata quella del Centro.

Su X (ex-Twitter), il partito si è mostrato ironico. «Sappiamo che è difficile contare. Abbiamo d'altra parte sempre detto che 1+1 non fa 2! Non vi preoccupate avete tempo fino al 2027 per confermarci che i risultati definitivi, sono definitivi».

 

COMMENTI
 

lguidicelli 4 mesi fa su tio
Piccolo consiglio agli esperti politologi: avete letto bene l'articolo? È chiaramente indicato che il numero di politici eletti non cambia. Anzi, per il momento nemmeno si può essere certi - fino ai ballottaggi - di quanto eletti per ogni partito ci saranno da novembre 2023. È molto semplice: al di là delle percentuali totali dei partiti in tutta la Svizzera, ciò che conta è solo il numero di eletti nei due rami delle camere. Solo questi determinano le percentuali per ogni discorso futuro. Le percentuali dei votanti non dicono proprio nulla. Inutile dunque rovinarsi il fegato per nulla.

APR-DRONE 4 mesi fa su tio
ANNULLARE TUTTO SUBITO !!!! .... prendersi 1 mese di tempo per azzerare e ristampare il materiale elettorale ... IMPORRE UN SILENZIO STAMPA E ZERO DIBATTITI O INVIO DI MATERIALE POLITICO ALLA POPOLAZIONE ... RIFARE LE VOTAZIONI IN DICEMBRE. RICONTARE TUTTO.... Ma stiamo scherzando ma cosa credono di prenderci cosi bellamente per i ciap.

Mirketto 4 mesi fa su tio
Le votazioni….tutta una farsa

s1 4 mesi fa su tio
trump lo hanno chiamato per chiedere info e cambiare i macchinari e prendere le sicurissime conta schede della dominion?

Fabvan 4 mesi fa su tio
La democrazia, che barzelletta. Come abbiamo fatto a crederci per così tanto?

adri57 4 mesi fa su tio
Allora dubbi anche per il passato. Possibile che tutti gli informatici assoldati dalla Confederazione, non testino se 2 sistemi diversi hanno problemi di interfaccia?

Heinz 4 mesi fa su tio
Precisione svizzera 😂😂😂😂

Gus 4 mesi fa su tio
I socialisti del Dipartimento si rammaricano, ma non si scusano, per aver diffuso una notizia fortemente lesiva del Plr

Gus 4 mesi fa su tio
Chissà quanti mal di pancia (compreso quello di questo sito) ora che non possono più attaccare il Plr e Cassis.

vulpus 4 mesi fa su tio
fanno ridere i sassi. Si pompano come tacchini per una minima differenza di percentuali che significano praticamente nulla. Tanto a livello federale è ininfluente.

Gio58 4 mesi fa su tio
Tranquilli che fra poco arriverà il voto elettronico. Poi sarà il server di Dominion a decidere le ripartizioni.

Eureka 4 mesi fa su tio
Controlliamo le differenze: UDC 27.9 – 28.6 = -0.7, ma PS 18.3 – 18 = +0.3 Verdi 9.8 – 9.4 = +0.4 e Verdi Liberali 7.6 – 7.2 = +0.4 Perciò: -0.7 + 0.3 +0.4 +0.4 = +0.4? non dovrebbe fare 0? I voti son quelli….

chris76 4 mesi fa su tio
Risposta a Eureka
Mancano tutti i partiti minori... Inoltre le percentuali sono date con un solo decimale dopo la virgola e quindi vi è un'approssimazione intrinseca.

APR-DRONE 4 mesi fa su tio
Risposta a chris76
NO NO !! cercate bene i dati ........ LA MATEMATICA non é una opinione... Un buon vecchio adagio recita: Le B hanno le gambe corte.... Almeno verificare che chi ESEGUE = FA corrisponde a quello di cui qualcuno scrive....

UtenteTio 4 mesi fa su tio
Cosa scommettiamo che l'incompetente di turno resterà al suo posto bello tranquillo a tirare fine mese e fine anno per prendere la tredicesima?

SO2 4 mesi fa su tio
Precisione Svizzera...un paese da molto tempo non più al passo coi tempi..

Busca 4 mesi fa su tio
Va bene che in Svizzera il federalismo è un dogma ma utilizzare tutti il medesimo sistema informatico non intacca questo dogma ma facilita la vita a tutti (ciò vale in tutti gli ambiti!).

curiuus 4 mesi fa su tio
Ma in politica riusciamo a fare bene qualcosa? 😒😒😒

APR-DRONE 4 mesi fa su tio
Risposta a curiuus
Curiuuss: ASSOLUTAMENTE NO ... no é tecnicamente possibile spesso sono AVOCATUZZI o NOTAIETTI la politica DEVE TORANRE nelle mani di coloro CHE FANNO il POPOLO andrevve varata una legge in tal senso fuori dai palazzi certe figure professionali che sono COLLUSE si auto scrivono le regole del gioco e dei giochetti per suazzarci dentro comodamente...... Preferire avere una classe politica di PADRI OPERAI - IMPIEGATI e MADRI OPERAIE - IMPIEGATE
NOTIZIE PIÙ LETTE