Cerca e trova immobili

SVIZZERALa Svizzera elegge il nuovo Parlamento

22.10.23 - 08:14
UDC e PS sembrano posizionarsi sul lato dei vincitori in questa tornata elettorale, secondo i sondaggi.
Foto 20 Minuten
Fonte ATS
La Svizzera elegge il nuovo Parlamento
UDC e PS sembrano posizionarsi sul lato dei vincitori in questa tornata elettorale, secondo i sondaggi.

BERNA - La legislatura 2019-2023 volge al termine dopo quattro anni contraddistinti da crisi. Il Parlamento ha dovuto affrontare il Covid-19, la guerra in Ucraina, la crisi energetica e il caso Credit Suisse. Oggi le Camere federali prenderanno una nuova forma.

Nel 2019 la maggioranza UDC/PLR aveva vacillato a causa dell'onda verde. I partiti ecologisti, grandi vincitori dell'ultima tornata elettorale, dovrebbero però ora perdere qualche seggio, con i Verdi che secondo alcuni sondaggi potrebbero scendere al di sotto del 10%.

UDC e PS sembrano posizionarsi sul lato dei vincitori in questo 2023, sempre secondo i sondaggi. I temi d'attualità li avvantaggiano: approvvigionamento energetico, aumento delle domande d'asilo e finanze federali tese per gli uni; inflazione, aumento dei premi malattia e degli affitti per gli altri.

Anche se l'UDC presumibilmente non recupererà tutti i dodici seggi persi nel 2019 al Nazionale, continuerà a rimanere largamente il più grande partito in Svizzera e potrebbe ottenere il terzo miglior risultato della sua storia. Il PS dovrebbe conservare il secondo posto, mentre il PLR dovrà difendere il terzo in un testa a testa con il Centro.

Progressione di UDC a calo dei Verdi fanno pensare a uno scivolamento a destra del Parlamento, ma questa dinamica sarà presumibilmente attenuata dall'aumento del PS e dalla contrazione del PLR. Si tratta quindi di una svolta a destra meno evidente di quella registrata nel 2015.

Quasi 6000 candidati

I primi eletti saranno conosciuti all'inizio di questo pomeriggio, ma bisognerà aspettare la tarda sera per sapere il volto della futura Camera del popolo. Su 200 membri, 29 hanno deciso di non ripresentarsi.

La forma precisa della Camera dei Cantoni sarà invece nota solo a fine novembre, quando avranno avuto luogo tutti i ballottaggi. Sette "senatori" e una "senatrice" non si ripresentano, su un totale di 46.

Saranno 5924 i candidati e le candidate in corsa per un seggio al Nazionale, ovvero il 27% in più rispetto a quattro anni fa. Le donne rappresentano il 41%, un record. L'età media, secondo i dati dell'Ufficio federale di statistica (UST), è la più alta dal 1991.
 
 

COMMENTI
 

Fabvan 4 mesi fa su tio
Il covo dei megalomani globalisti meta-umani è già pronto a piegarsi a qualsiasi fase successiva del grande progetto segreto

Sasa Inter 4 mesi fa su tio
Che cosa c’entra guerra in Ucraina con la Svizzera?? Non si dovevano prendere profughi, almeno così ha detto Cassis. Non sono passati neanche 7 giorni dal quella dichiarazione, hanno completamente cambiato la storia. Questo vuol dire quanto è la Svizzera neutrale e indipendente.

Simulator 4 mesi fa su tio
Risposta a Sasa Inter
Ma perché tu scesi ancora a Babbo Natale? quando hanno la loro poltroncina comoda e iniziano a incassare soldoni da tutte le parti di colpa hanno problemi di memoria!!!! i veri politici che difendono il popolo non esistono più…

Gimmi 4 mesi fa su tio
Come al solito,solo promesse hai cittadini!Poi una volta raggiunto il cadreghino ,tutto come prima!!!

resiga 4 mesi fa su tio
E cosa cambierà per il cittadino contribuente ? Sicuramente andremo PEGGIO di prima !

mestesso 4 mesi fa su tio
da ora tutti i prezzi saliranno…. e noi si paga e zitti
NOTIZIE PIÙ LETTE