Cerca e trova immobili

SVIZZERA/CANTONEBaume-Schneider e Rösti rispondono ai ticinesi

18.09.23 - 06:30
I neoeletti membri dell'Esecutivo risponderanno alle domande di 12 giovani da tutta la Svizzera, tra loro anche Adriano e Camilla.
Keystone
Baume-Schneider e Rösti rispondono ai ticinesi
I neoeletti membri dell'Esecutivo risponderanno alle domande di 12 giovani da tutta la Svizzera, tra loro anche Adriano e Camilla.

BERNA/LUGANO - È arrivata l’ora delle domande per i consiglieri federali Elisabeth Baume-Schneider e Albert Rösti. Oggi i neoeletti membri dell’Esecutivo risponderanno ai quesiti di dodici giovani provenienti da tutta la Svizzera. Tra gli autori anche Adriano (16 anni) di Pregassona e Camilla (25) di Carona. L’orario di inizio dell’evento, organizzato dalla Federazione svizzera dei parlamenti dei giovani (FSPG), è fissato per le 13.15 al Bernerhof di Berna. Complessivamente, tramite il portale engage.ch, sono arrivate 64 domande di giovani residenti in Svizzera, con un'età compresa tra i 12 e i 25 anni. Di queste, 48 sono state redatte in tedesco, 8 in francese e 8 in italiano. Dopo una selezione casuale, ne sono state estratte dodici, alle quali i due consiglieri federali risponderanno personalmente. Tra queste, quelle dei due ticinesi.

Camilla vive e studia economia a Zurigo. A contattarla, per coinvolgerla nell’iniziativa, una sua amica. Si chiama Agnese e lavora per la FSPG. «Me l'ha proposto perché si è ricordata delle accese discussioni che avvenivano ai tempi del bachelor a Lucerna. Non mi sottraevo mai dal dire la mia, schierandomi a volte anche contro gli altri», racconta. «Quando me l’ha chiesto, ho accolto la proposta con entusiasmo. Sono davvero contenta». Lo sono anche i suoi genitori, fieri del fatto che si sia lanciata in questa iniziativa.

La sua domanda: «Onorevole Baume-Schneider; Onorevole Rösti, qual è stata la motivazione che vi ha spinti a intraprendere una carriera politica e in che momento della vostra vita avete capito di volervi dedicare a questo?».

Confessa di non essere attiva in politica. «Mi interesso, però, di dibattiti pubblici e di tematiche importanti, soprattutto quando si tratta di sostenibilità. È un argomento verso cui sono molto sensibile», spiega. «Mi piacerebbe che la Confederazione, piuttosto che spingere sull’uso delle auto elettriche, rendesse i cittadini più consapevoli sulle azioni che ciascuno può mettere in campo per ridurre il proprio impatto ambientale». 

Adriano, giovane militante politico. Frequenta la quarta del liceo scientifico Leonardo da Vinci a Lugano e fa parte infatti da diverso tempo del Consiglio cantonale dei giovani.  A Tio/20minuti confessa che è la seconda volta che presenta le sue domande ai consiglieri federali. L’anno scorso, però, la sorte non era stata dalla sua, mentre a questo giro è andata meglio. Per lui «rappresenta una bella opportunità - ci dice -, una straordinaria occasione per incontrare e porre di persona la domanda ai consiglieri federali, confrontandosi direttamente con chi si occupa normalmente dell’amministrazione».

La sua è una domanda di attualità. Ha infatti deciso di interpellare Elisabeth Baume-Schneider su un tema molto dibattuto in queste settimane in Ticino: «In riferimento ai problemi dei Centri d’Asilo di Chiasso e Balerna, quali misure il suo Dipartimento intende prendere?», chiede. «Ho pensato fosse interessante porre la questione direttamente alla consigliera federale. Vado lì con l’interesse di ascoltare la sua risposta per comprendere meglio la sua strategia». Adriano sposa infatti il pensiero che politica significhi dialogo: «Ognuno deve essere libero di esprimere la propria opinione. Solo così si può individuare la soluzione migliore a esigenze e problematiche».

Non resta allora che aspettare. Le risposte di BaumeSchneider e di Rösti arriveranno presto.

COMMENTI
 

APR-DRONE 5 mesi fa su tio
Sono sempre più convinto che A) le domande sono formulate dall'ufficio stampa dei politici B) i 2 "studenti" si prestano al "giochetto". C) le 2 domande sono di una POCCHEZZA tale che é disarmante.... CHE SCHIFO

T-210 5 mesi fa su tio
Per una volta che hanno la possibilità di fare una domanda ad un Consigliere Federale ed è obbligato a rispondere, potevano fare una domanda un poco più seria. secondo me......visto che comunque non sono due bambini a fare le domande.

APR-DRONE 5 mesi fa su tio
Risposta a T-210
sono solo 2 marionette.... andate a veder ele domande poste a altri politici di ogni rango e stirpe.... la prima é uguale al 100% sempre.... l'ufficio stampa é cosi messo male che conosce solo ctrl + C / ctrl + V.... POSSI

Porzarama 5 mesi fa su tio
Fiducioso che i giovani sappiano porre ai due Consiglieri Federali delle domande a cui essi devono dare risposte che non siano politiche e che non esprimono nulla di concreto.
NOTIZIE PIÙ LETTE