Immobili
Veicoli

SVIZZERAChi non taglia le corna «va indennizzato»

10.05.22 - 12:28
La proposta piace al Consiglio degli Stati, dopo la bocciatura dell'iniziativa animalista del 2018
tipress
Chi non taglia le corna «va indennizzato»
La proposta piace al Consiglio degli Stati, dopo la bocciatura dell'iniziativa animalista del 2018

BERNA - I contadini che rinunciano al taglio delle corna agli animali da reddito vanno indennizzati. È quanto ritiene la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-S) che, con 8 voti contro 4, ha deciso di sostenere una mozione in tal senso del "senatore" Roberto Zanetti (PS/SO).

Il solettese chiede di agire tramite i pagamenti diretti, il cui limite di spesa andrebbe moderatamente aumentato. Per la CET-S la mozione posiziona il "contributo alle corna" a un livello appropriato e "fornisce un importante contributo per una maggiore dignità degli animali in agricoltura".

Una minoranza respinge la mozione poiché teme che le mucche con le corna verrebbero maggiormente tenute in stalle a stabulazione fissa, andando a compromettere il benessere degli animali. Un parere, questo, condiviso anche dal Consiglio federale.

Nel novembre del 2018 la popolazione aveva respinto con il 54,72% dei voti una iniziativa popolare, denominata "per vacche con le corna", che chiedeva proprio di indennizzare gli agricoltori che hanno animali con le corna.
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA