Deposit
ULTIME NOTIZIE Svizzera
NIDVALDO
9 ore
In viaggio con un carico di 532 chili sul tetto
Il mezzo è stato fermato lungo l'autostrada A2, in territorio nidvaldese
LUCERNA
11 ore
L'Fc Lucerna denunciato per i festeggiamenti
La Coppa svizzera potrebbe costare cara ai vincitori, a causa degli assembramenti
SVIZZERA
11 ore
Vaccinati ma contagiati, cifre nella norma
L'efficacia dei preparati è dell'88%, anche con la variante Delta
SCIAFFUSA
11 ore
Il marito ha confessato
Delitto di Beringen: l'uxoricida rinchiuso in una clinica. Avrebbe ucciso la moglie con un coltello
LUCERNA
12 ore
Grandine killer: quattro cicogne morte
Altrettante sono rimaste ferite. I chicchi hanno colpito gli uccelli in testa o sulle ali, causando gravi danni.
GINEVRA
12 ore
Se il monopattino elettrico raggiunge i 56 chilometri all'ora
La polizia ginevrina ha controllato 62 mezzi, di cui sei non sono risultati conformi: erano troppo veloci
SVIZZERA
13 ore
Boom d'iscrizioni per le formazioni sanitarie
L'interesse per le professioni infermieristiche aumenta, ma non basta per far fronte alla carenza di personale
SVIZZERA
13 ore
Un mese di luglio decisamente bagnato
Picco di precipitazioni assoluto misurato in Ticino, a Robièi.
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera altri 1746 contagi nel weekend
Sono 24 i nuovi ricoverati. Il bollettino giornaliero dell'UFSP
WINTERTHUR
15 ore
Propaganda Isis, condanna definitiva
Un coimputato ha ritirato il ricorso. Dovrà pagare una pena pecuniaria
SVIZZERA
16 ore
Bagaglio a mano non compreso, Easyjet al limite della legalità
Da febbraio la classica valigia da viaggio breve non è più inclusa nel prezzo del biglietto standard.
ZURIGO
16 ore
Il caso "Carlos" arriva al Tribunale federale
Il Ministero pubblico zurighese chiede l'internamento.
SVIZZERA
16 ore
Meno malattie infettive con le misure anti-Covid
Nel 2020 si registra un calo del 20%. Soltanto i casi di meningoencefalite da zecche sono aumentati
SVIZZERA
11.06.2020 - 09:230
Aggiornamento : 20:33

Il Nazionale ha detto sì al matrimonio civile arcobaleno

Con una larga maggioranza, ora la palla passa agli Stati ma il referendum resta probabile

BERNA - "Sì" al progetto di applicazione dell'iniziativa parlamentare dei Verdi liberali "Matrimonio civile per tutti" e "sì" al ricorso per le coppie lesbiche al seme di un donatore.

Il Consiglio nazionale, con 132 voti contro 52 e 13 astenuti, ha accolto il dossier che dovrebbe consentire una completa uguaglianza di tutti i cittadini svizzeri, indipendentemente dallo stile di vita. La possibilità che venga lanciato un referendum, qualora la modifica del Codice civile dovesse venir adottata anche dal Consiglio degli Stati, è comunque probabile.

Il Consiglio nazionale aveva ripreso stamane la discussione sul progetto di applicazione dell'iniziativa parlamentare dei Verdi liberali "Matrimonio civile per tutti" iniziata giovedì scorso. La maggioranza, con 152 voti contro 39 e 4 astenuti, la Camera del popolo è entrata in materia. Solo una parte dell'UDC e del PPD era contraria. Ora è in corso il dibattito di dettaglio.

Nel corso della discussione sull'entrata nel merito, la maggioranza degli oratori intervenuti hanno affermato che, consentendo alle coppie omosessuali di sposarsi, si fa un «passo storico» verso la completa uguaglianza di tutti i cittadini svizzeri, indipendentemente dallo stile di vita.

Il tema che divide: coppie lesbiche e sperma donato - Unico aspetto controverso in seno al plenum riguarda il ricorso per le coppie lesbiche al seme di un donatore, come chiesto da Beat Flach (PVL/AG). La commissione preparatoria raccomanda il "no", ma con un solo voto di scarto.

Stamane anche la consigliera federale Karin Keller-Sutter ha dichiarato che il governo su questo punto sostiene la maggioranza commissionale: «fa parte del diritto fondamentale del bambino sapere chi sono i suoi genitori», ha precisato la ministra di giustizia.

Il timore è che una simile disposizione non raccolga attorno a sé una maggioranza in caso di votazione popolare. L'idea, insomma, è quella di trattare le questioni concernenti la medicina della riproduzione soltanto in un secondo tempo.

La possibilità che venga lanciato un referendum, qualora la modifica del Codice civile dovesse venir adottata anche dal Consiglio degli Stati, è probabile. L'Unione democratica federale si è già espressa in tal senso.

Il gruppo UDC in aula è stato l'unico a difendere il diritto vigente, mentre il Gruppo del Centro (PPD/PBD/PEV) era d'accordo con l'entrata in materia ma contrario al ricorso per le lesbiche al seme di un donatore.

L'Unione democratica di centro crede che un simile cambiamento andrebbe fatto a livello costituzionale e non solo a livello di Codice civile. La nozione di matrimonio contenuta nella Costituzione federale viene ancora intesa nella società quale unione tra un uomo e una donna, ha sostenuto Yves Nidegger (UDC/GE).

Sarebbe la fine di una lunga discriminazione - Per la maggioranza del plenum il progetto rappresenta invece la realizzazione di una lungo percorso, irto di ostacoli, per la piena uguaglianza di tutti davanti alla legge, tenuto conto dell'evoluzione delle mentalità in seno alla società non più disposta a tollerare discriminazioni basate sull'orientamento sessuale. La Costituzione federale garantisce il diritto al matrimonio e alla famiglia, senza definire il sesso. Siamo di fronte a diritti fondamentali validi per tutti, ad eccezione della comunità LGBT.

Non si tratta quindi di creare nuovi diritti, bensì di fare in modo che tutti possano godere di quelli esistenti, anche del diritto di sposarsi, con tutto ciò che un simile passo implica.

Quanto al pericolo di un referendum, il fatto che il popolo possa esprimersi un argomento simile è una buona cosa. In questo modo di potrà fare finalmente chiarezza su ciò che pensa la popolazione, ha detto Laurence Fehlmann Rielle (PS/GE).

Il progetto in breve - Le grandi linee del disegno di legge sono note: le disposizioni che attualmente disciplinano il matrimonio si applicherebbero in futuro anche a quelli fra persone dello stesso sesso. Di conseguenza, non sarà più possibile costituire nuove unioni domestiche registrate.

I partner che hanno contratto un'unione domestica registrata, qualora questa revisione dovesse entrare in vigore, potranno comunque continuare a restare vincolati da tale istituto giuridico. Allo stesso tempo, chi lo desidera potrà convertire l'unione domestica registrata in matrimonio senza inutili ostacoli burocratici.

Il progetto prevede inoltre adeguamenti alle disposizioni del diritto internazionale privato. Attualmente, infatti, il matrimonio celebrato all'estero da una coppia omosessuale è riconosciuto in Svizzera quale unione domestica registrata.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-27 04:22:56 | 91.208.130.86