keystone-sda.ch / STF (John Minchillo)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
VIDEO
BASILEA CITTÀ
17 min
Frenate, urla e pistole: arresto da film a Basilea
La polizia ha confermato l'operazione: «Tanti agenti per fermarli presto ed evitare possibili pericoli»
Ginevra
20 min
Covid, dopo i vaccini si punta ai rimedi da banco
Alcuni sono già raccomandati, altri in fase avanzata, mentre altri ancora sono già stati scartati
SVIZZERA
2 ore
Tonnellate di CO2 in meno... solo allungando la vita dei prodotti
Ha luogo oggi la seconda edizione del Secondhand Day, per sensibilizzare gli svizzeri sui propri consumi
ZURIGO
2 ore
«Non siamo no-vax, siamo contro le restrizioni»
Ha avuto luogo oggi pomeriggio una manifestazione autorizzata contro le misure anti Covid
Svitto
2 ore
Un contadino muore sotto il suo mezzo agricolo
Il veicolo si è capovolto mentre raccoglieva l'erba tagliata
TURGOVIA
3 ore
I cavolfiori finiscono sui binari
Un curioso incidente ha interrotto la linea ferroviaria tra Wil e Weinfelden, oggi pomeriggio
SVIZZERA
6 ore
Gratis o no: altre due settimane di litigi
Il governo ha rimandato al 10 ottobre la decisione. I partiti e la popolazione sono spaccati
SVIZZERA
8 ore
È esplosa la corsa ai test
La richiesta è raddoppiata con l'obbligo del certificato Covid. E il governo teme che non si arresterà
Lucerna
8 ore
Schianto frontale in moto, grave una 17enne
La collisione ha coinvolto altri due motociclisti che si trovavano sulla strada
SVIZZERA
9 ore
Oggi gratis, domani a 75 franchi?
Il test antigenico potrebbe diventare a pagamento dall'11 ottobre. Gli addetti ai lavori speculano sui possibili prezzi
ZURIGO
10 ore
Al rettore non piace il certificato
All'università di Zurigo l'accesso è vietato agli studenti senza pass. «Una scelta dolorosa» per Michael Schaepman
SVIZZERA
29.01.2021 - 16:350

Il caso-Gamestop: può succedere in Svizzera? «Poco probabile»

Gli esperti sostengono che quanto successo appare piuttosto improbabile nel nostro Paese

ZURIGO - È il tema finanziario del momento: i piccoli investitori dilettanti che a Wall Street stanno mettendo in difficoltà gli hedge fund, i fondi speculativi che dominano la finanza. Stando a un'inchiesta dell'agenzia Awp gli esperti ritengono improbabile che questo fenomeno si diffonda anche Svizzera.

Gli hedge fund hanno recentemente perso molti soldi scommettendo sul calo dei prezzi delle azioni di società come Gamestop o della catena di cinema AMC, in parte perché i piccoli trader si sono organizzati in forum online e hanno fatto salire i corsi. In gioco vi sono per lo più i cosiddetti penny stocks, vale a dire le azioni con un prezzo inferiore al dollaro.

Gli specialisti non escludono a priori che tali movimenti di prezzo possano verificarsi anche in Svizzera. «In linea di principio quanto successo è possibile ovunque», afferma Thomas Stucki, capo degli investimenti presso la banca cantonale di San Gallo. Ma la Svizzera non ha né la struttura di mercato né le aziende adatte a questi approcci.

Inoltre le vendite allo scoperto (cioè vendere azioni che non si posseggono, ma che si hanno solo prese in prestito) interessano solo una piccola parte del mercato. «Al centro non vi sono aziende come Apple: si parla di azioni con bassi volumi di scambio», spiega Stucki. Con tali titoli ci vuole poco per provocare uno sbalzo del 10%, verso l'alto o verso il basso.

Quanto successo appare piuttosto improbabile in Svizzera, conferma anche Matthias Geissbühler, responsabile investimenti di Raiffeisen. «Mancano infatti le piattaforme come RobinHood, dove il trading di fatto può essere fatto gratuitamente». Nella Confederazione gli acquisti potrebbero potenzialmente avvenire attraverso Swissquote, ma sarebbero troppo costosi.

«Anche con costi minimi, come in Svizzera, sarebbe troppo caro». RobinHood invece non costa nulla. Serve inoltre una grande massa di piccoli investitori per essere in grado di spostare i corsi. «Se ci sono dei costi, seppur minimi, non si riuscirà a raccoglierli», si dice convinto Stucki.

Anche le regole in vigore alla borsa svizzera parlano contro un tale sviluppo. Le vendite allo scoperto che non sono sostenute da un prestito di titoli non sono permesse, puntualizza Jürg Schneider, portavoce della società SIX, che gestisce il mercato elvetico. I penny stock sono un tema più negli Stati Uniti che in Svizzera e in Europa, aggiunge l'addetto stampa.

Per proteggere gli interessi degli investitori da improvvisi movimenti di prezzo vi sono anche robusti strumenti, come lo "stop valanga", che si attiva se l'intervallo di prezzo definito per uno stop trading viene superato entro un periodo di dieci minuti.

«Le transazioni appariscenti sono rintracciate e investigate», sottolinea Schneider. E l'autorità di vigilanza dei mercati finanziari Finma persegue costantemente indizi di comportamenti manipolatori del mercato,

Tuttavia la possibilità di movimenti simili a quanto avvenuto negli Stati Uniti, sebbene non forse così spettacolari, non può essere completamente esclusa. Anche in Svizzera ci sono azioni di cui si fa spesso il nome in questi ambiti: Meyer Burger, Aryzta, U-Blox, Kudelski, Autoneum, Swatch.... Tuttavia, Geissbühler sottolinea che questo elenco non è assolutamente da prendere come una raccomandazione di acquisto.

Inoltre è probabile che il fenomeno si indebolisca presto: al più tardi quando una gran parte degli speculatori avrà subito grandi perdite, spiega l'esperto. Va anche detto che le informazioni sulle vendite allo scoperto in Svizzera sono di difficile accesso, a differenza degli Stati Uniti: per questo non è facile che emerga un fenomeno di massa.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Michael.Burry 7 mesi fa su tio
Sembra una banca Svizzera ne risentirà nei prossimi mesi
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 20:21:00 | 91.208.130.86